Idee per la sanità del dopo 21 Maggio 2020 09:00

Le posizioni dell’ospedalità privata

Le idee di Aiop e Aris

Immagine articolo

Cittadini (AIOP): «Ora rivedere il ruolo di tante strutture di diritto privato» 

L’epidemia Covid-19 è stata ed è un’emergenza, senza precedenti, che ha messo a dura prova il nostro SSN che è riuscito, comunque, a dare una risposta di efficienza complessiva. Una risposta che ha visto la rete degli ospedali di diritto pubblico e di diritto privato operare sinergicamente, impegnata sia a curare pazienti Covid sia pazienti con patologie urgenti e non differibili. Grazie ad un sistema misto, il nostro SSN ha dimostrato tutta la propria potenzialità… continua a leggere

 

Padre Bebber (Aris): «Dateci la possibilità di offrire, nelle nostre strutture e a nostre spese, la specializzazione per giovani medici» 

La drammatica esperienza vissuta in questi mesi ha messo evidentemente a nudo tutte le fragilità del nostro SSN, che, nonostante tutto, resta, nel suo complesso, uno dei migliori a livello mondiale. Dal nostro punto di vista, quali strutture socio-sanitarie gestite da enti religiosi no profit, ci siamo resi conto di quanto sia assolutamente necessaria la collaborazione  tra Servizio Sanitario Nazionaleregioni e sanità privata accreditata,  nella formulazione di  protocolli condivisi, che abbiano validità su tutto il territorio nazionale e che consentano di poter intraprendere immediatamente azioni coordinate, che abbiano come unico obiettivo l’assistenza ai cittadini, a tutti i cittadini, in qualsiasi momento, nella quotidianità come nel momento dell’emergenza… continua a leggere

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Salute

In Italia l’obesità uccide 4 volte in più degli incidenti d’auto

Nel nostro paese l'obesità è in aumento esponenziale e sempre più "killer", con un numero di morti all'anno 4 volte superiore a quello degli incidenti d'auto, e una previsione, en...