Salute 11 Ottobre 2018

Screening diabete in farmacia, torna il DiaDay: Pagliacci (Sunifar): «Lo scorso anno individuati oltre 4mila malati ignari»

Presto al via la seconda edizione della campagna nazionale dell’analisi gratuita nelle farmacie di tutta Italia: «Scoprire per tempo il diabete, o accertarne la predisposizione, aiuta il paziente a curarsi prima e meglio e al Ssn di risparmiare risorse»

Immagine articolo

Da lunedì 12 novembre a domenica 18, in concomitanza della Giornata Mondiale del Diabete in calendario il 14 novembre, torna l’appuntamento con il DiaDay, la campagna nazionale di screening del diabete effettuata gratuitamente dalle farmacie, arrivata alla sua seconda edizione.

Come già avvenuto l’anno scorso, le farmacie aderenti all’iniziativa proporranno l’autoanalisi gratuita della glicemia e sottoporranno ai cittadini un questionario anonimo, convalidato dalla comunità scientifica internazionale per valutare il rischio di sviluppare la malattia diabetica nei prossimi dieci anni. Quest’anno verranno anche rilevate informazioni circa l’aderenza alla terapia prescritta dal medico da parte dei soggetti diabetici. Il risultato del test sarà consegnato immediatamente al cittadino che, nel caso in cui i valori lo richiedano, sarà invitato a rivolgersi al medico. Le farmacie faranno anche educazione sanitaria e distribuiranno materiale informativo con consigli per condurre stili di vita sani. Nel 2017 alla campagna hanno aderito oltre 7mila farmacie che hanno sottoposto a screening oltre 160mila persone su tutto il territorio nazionale, individuando oltre 4.400 diabetici che non sapevano di esserlo e quasi 19mila casi di prediabete.

«Credo molto alla prevenzione – ha dichiarato ai nostri microfoni Silvia Pagliacci, presidente Sunifar e curatrice dell’iniziativa – e al ruolo fondamentale di educazione sanitaria del farmacista. Nella settimana del DiaDay tutte le persone che entrano in farmacia possono sottoporsi al test della glicemia e compilare, con l’aiuto del farmacista, una scheda con cui  viene somministrato un test per il calcolo e la previsione del rischio di ammalarsi di diabete. Lo scorso anno le 7.500 farmacie che hanno volontariamente aderito a questa campagna hanno effettuato uno screening a più di 160mila persone in una settimana e di queste persone, presunte sane, 4.400 hanno scoperto di essere diabetici».

«Scoprire per tempo il diabete, o accertarne la predisposizione – si può leggere inoltre in una nota di Federfarma –, consente al cittadino di individuare tempestivamente, insieme al medico, le terapie e i comportamenti più adeguati.  Questo tipo di screening – oltre al grande valore sanitario – permette di ridurre i costi economici della malattia. Chi scopre di essere predisposto e cambia stili di vita può evitare l’insorgere della patologia. Per il Servizio sanitario nazionale il diabete e le sue complicanze rappresentano un costo enorme che solo la prevenzione può arginare».

«Il DiaDay – continua la nota – dimostra concretamente il ruolo che le farmacie svolgono sul territorio nell’ambito della prevenzione e dell’educazione alla salute. Presenti capillarmente in ogni zona del territorio, le farmacie costituiscono un nodo di scambio per un contatto quotidiano tra il Ssn e le famiglie. Attraverso   le farmacie possono passare importanti messaggi di prevenzione provenienti dalle istituzioni e queste, a loro volta, possono utilizzare i dati raccolti nelle farmacie per mettere a punto politiche sanitarie efficaci. Con grande vantaggio per la salute e per l’economia del Paese».

L’edizione di quest’anno ha finora ricevuto il patrocinio di FOFI, FNOMCEO, AMD, SID e CittadinanzAttiva. Anche quest’anno i risultati dello screening verranno validati da un board di esperti. La raccolta dei dati e le elaborazioni statistiche sono a cura di Promofarma, società di servizi di Federfarma.

LEGGI I DATI DELLA PRIMA EDIZIONE

Articoli correlati
Lockdown e crisi delle farmacie, Contarina (Federfarma Roma e Lazio): «Senza aiuti, in molte non ce la faranno»
L’ex vicepresidente di Federfarma nazionale dipinge un quadro tutt’altro che rassicurante sulla situazione delle farmacie in Italia, anche loro danneggiate dalla crisi generata dalla pandemia Covid: «Non potevamo chiudere e spesso abbiamo lavorato in perdita. Nessun aiuto per noi, e c’è chi pensa che, in realtà, ci siamo anche arricchiti…»
Elezioni Federfarma e Sunifar: Cossolo confermato Presidente, Petrosillo al Sunifar
Si sono svolte oggi – con ottimi risultati sia in termini di partecipazione dei delegati sia di funzionamento delle piattaforme utilizzate per le votazioni in forma telematica – le elezioni per il rinnovo dei vertici di Federfarma, la Federazione nazionale che rappresenta le farmacie private convenzionate con il SSN, e di Federfarma-Sunifar, che, all’interno di […]
Emergenza Covid e farmacie rurali, Pagliacci: «Abbiamo fatto tanto, ma ora sono stanca»
La Presidente uscente del Sindacato Unitario dei Farmacisti Rurali non si è ricandidata. «Ho contratto il virus. Quando ho lasciato la mia casa e sono stata portata in ospedale con l’ambulanza, pensavo che non sarei tornata»
Cossolo: «Grazie al Commissario Arcuri per le forniture di mascherine prodotte da filiera italiana»
«Accolgo con vera soddisfazione le dichiarazioni odierne del Commissario Arcuri che ringrazio per aver esplicitamente riservato ai farmacisti e al personale medico le prime forniture di mascherine prodotte dalla filiera italiana. L’iniziativa attesta, ancora una volta, il riconoscimento delle Istituzioni per il fondamentale ruolo svolto dalla farmacia italiana nel contesto emergenziale. I ringraziamenti rivolti alla […]
Cossolo (Federfarma): «Farmacie hanno dimostrato loro potenziale, ora siano più coinvolte nell’organizzazione del Ssn»
L’emergenza Covid-19 ha cambiato profondamente il modo di vivere, di lavorare, di apprendere, di accedere ai servizi, compresi quelli sanitari, di rapportarsi con gli altri. Molti di questi cambiamenti necessariamente si stabilizzeranno nella Fase 2. Vivremo in una società meno mobile, almeno per alcuni mesi: lavoro, scuola, sanità, pubblica amministrazione e organizzazione sociale in genere, […]
di Marco Cossolo, Presidente Federfarma
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...