Salute 6 Dicembre 2019

Premio 100 eccellenze italiane al chirurgo che salvò Noemi dai proiettili della camorra

Tra i giurati il segretario FIMMG, Silvestro Scotti: «Napoli non è solo terra di aggressioni ai medici». Il premio ha individuato 100 protagonisti della migliore Italia, in virtù del prezioso contributo per la crescita del Paese

Immagine articolo

Tre medici, una ricercatrice, il divulgatore scientifico e un intero istituto di ricerca. Fanno parte delle 100 eccellenze italiane premiate in Campidoglio dall’associazione LIBER. Tra queste, spicca il nome di Giovanni Gaglione, il primario di chirurgia pediatrica del Santobono di Napoli che operò la piccola Noemi, ferita durante un agguato di camorra a Napoli.

«La situazione è stata particolarmente drammatica – racconta il primario del Santobono -. Il proiettile aveva perforato tutti e due i polmoni. Abbiamo avuto altri casi del genere, però un caso così non c’era mai capitato». A segnalare il lavoro svolto dal primario è stato Silvestro Scotti, segretario FIMMG, presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli e componente della giuria. «Il mio ruolo è stato anche quello di segnalare medici e strutture in cui si esplicita l’eccellenza italiana – spiega Scotti – nel rapporto di assistenza, di presa in carico e di cura dei cittadini».

LEGGI ANCHE: AGGRESSIONI, SCOTTI (OMCEO NAPOLI): «I MEDICI CHE SALVANO LA VITA DI NOEMI SONO GLI STESSI MEDICI CHE VENGONO AGGREDITI»

Eccellenze che non sempre hanno vita facile, come spiega il segretario FIMMG: «In questi giorni stiamo parlando di nuovo delle aggressioni all’interno dei pronto soccorso. Mi fa piacere che oggi tra i soggetti premiati ci sia proprio un medico dell’ospedale Santobono, a dimostrazione che il nostro territorio non è solo noto per queste devianze, ma anche per delle eccellenze». Tuttavia, per il chirurgo di Napoli le aggressioni agli operatori sanitari non sono l’unico problema. «Avvengono un po’ ovunque. Forse a Napoli c’è più folklore, però la situazione è generale» commenta Gaglione, per il quale le difficoltà maggiori riguardano il turn over. «È molto limitato – spiega -. Manca il trait d’union tra le generazioni passate e le nuove».

La finalità di 100 Eccellenze Italiane è di premiare 100 protagonisti della migliore Italia, in virtù del prezioso contributo recato da ciascuno di essi alla crescita del nostro Paese. Raccontare attraverso la storia di 100 Eccellenze Italiane il volto della bella Italia, personaggi, aziende ed enti che con il loro lavoro contribuiscono e hanno contribuito a valorizzare l’emblema di un marchio distintivo riconosciuto in tutto il mondo.

Tra i premiati in ambito medico-scientifico, il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro; la nutrizionista Sara Farnetti; la ricercatrice e neuroscienziata Matilde Leonardi; il dentista Alfredo Modesti; l’Istituto Tumori Pascale; l’oncologo Francesco Cognetti, Responsabile Oncologia Medica “A” Istituto Nazionale Tumori Regina Elena IRCSS Roma; il divulgatore scientifico Michele Mirabella e il dottor Romolo Remoli, dirigente medico di Cardiologia presso l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma.

Articoli correlati
Premio Innovazione Digitale nella Sclerosi Multipla: in palio 2 premi da 40.000 € ciascuno
Anche quest’anno l’iniziativa è patrocinata dalla SIN (Società Italiana di Neurologia) per favorire l’adattamento e la convivenza con la Sclerosi Multipla attraverso la Digital Technology
Diagnostica di primo livello dal medico di famiglia, Scotti (Fimmg): «Stiamo ancora aspettando, è una vergogna»
Il segretario nazionale della Federazione italiana medici di medicina generale: «Esami di orientamento, poi sarà lo specialista a refertare». E si scaglia contro il passaggio eventuale da convenzione a dipendenza: «La nostra autonomia professionale è preziosa. Non siamo anarchici, solo responsabili»
Napoli, domani la prima seduta di laurea abilitante
Silvestro Scotti: «La laurea abilitante conferisce valore alle professioni e un rapido accesso al mondo del lavoro di giovani con competenze teoriche ma anche pratiche. Un ottimo lavoro del ministro Manfredi, porterà nuova linfa al sistema sanitario»
Medici di famiglia, l’ennesima beffa del mancato indennizzo per le vittime di Covid-19
Per le casse private non è infortunio sul lavoro, l’Inail non li tutela. Scotti (FIMMG): «Urge intervento normativo per estendere copertura ai convenzionati»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...