Politica 26 Giugno 2019 12:42

Responsabilità professionale, Gelli: «Entro l’autunno avremo i decreti attuativi legge 24»

Il testo dei quattro decreti è stato elaborato dal MISE e ha ricevuto il parere positivo da parte del MEF e del ministero della Salute. Il padre della legge Gelli: «Ora manca concertazione. Accolto il 90% delle nostre proposte»

Responsabilità professionale, Gelli: «Entro l’autunno avremo i decreti attuativi legge 24»

Finalmente una svolta per i quattro decreti attuativi della Legge Gelli ancora mancanti. Il ministero dello Sviluppo economico ha elaborato il testo ed ha ricevuto il parere positivo del ministero dell’Economia e del ministero della Salute. L’ultimo passaggio, ora, è la concertazione con gli stakeholder del mondo sanitario. «Non voglio essere troppo ottimista, ma speriamo di avere i decreti in autunno», annuncia a Sanità Informazione Federico Gelli, presidente della Fondazione Italia in Salute e padre della legge sulla responsabilità professionale.

LEGGI ANCHE: RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE, MISE AL LAVORO SU DECRETI ATTUATIVI. GELLI: «CONTENZIOSI IN DIMINUZIONE CON RISK MANAGEMENT»

«Nel testo – aggiunge Gelli – è stato recepito il 90% delle proposte che avevamo lasciato in eredità nella scorsa legislatura. I decreti disciplineranno la materia dell’auto-assicurazione o di auto-ritenzione del rischio, che in questi anni avevano prodotto in maniera disparata e anche abbastanza contraddittoria tanti sistemi e tanti modelli diversi; elencheranno i requisiti che le compagnie di assicurazione dovranno avere se vorranno lavorare con il sistema sanitario pubblico, in modo da escludere quelle assicurazioni provenienti da altre parti d’Europa che incassavano i premi e poi scomparivano; i decreti dovranno poi disciplinare l’entità delle coperture assicurative e i massimali che dovranno essere garantiti; infine, stabiliranno gli effetti di ultra attività e di retro attività delle coperture assicurative».

Articoli correlati
Questionario assicurativo, come compilarlo in caso di avviso di garanzia dopo denuncia/querela da parte di paziente?
Sono un Cardiochirurgo e mi sto accingendo a compilare un questionario assicurativo per poter richiedere un preventivo. Nel moduli di preventivazione trovo 2 domande alle quali non so rispondere in quanto come Medico ospedaliero (pubblico), nel 2017 ho ricevuto un avviso di garanzia dopo una denuncia/querela da parte di un paziente. La mia azienda non […]
Territorio, telemedicina e vaccini: il programma di Draghi ricalca quello di Speranza. E lo supera
La sanità secondo Draghi somiglia a quella immaginata nella bozza di Recovery Plan dello scorso governo. Ma il neo presidente del Consiglio ha aggiunto il suo tocco: piano vaccini e velocità d'esecuzione all'ordine del giorno come Israele
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto?
Il Provider deve richiedere a tutti i relatori l’autocertificazione sul conflitto d’interessi indipendentemente dalla presenza dell’eventuale conflitto? Il Provider deve acquisire la dichiarazione dei rapporti, degli ultimi due anni, di relatori/moderatori/formatori con soggetti portatori d’interessi commerciali in campo sanitario. I docenti, i moderatori, i formatori devono dichiarare eventuali rapporti con aziende con interessi commerciali in […]
Ritardi o omissione delle cure a causa della pandemia, chi ne risponderà legalmente?
L’analisi del professore Antonio Oliva, associato di Medicina Legale all’università Cattolica: «Le aziende ospedaliere potrebbero essere chiamate in causa per il risarcimento del danno per colpa organizzativa»
di Isabella Faggiano
Recovery Fund e sanità, l’esperto: «Imprescindibile una cabina di regia»
Leoni (FNOMCeO): «Personale sanitario citato ben poco». Manfellotto (Fadoi): «Serve piano a fisarmonica per governare l'aumento e la riduzione dei posti letto»
di Tommaso Caldarelli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 1 marzo, sono 114.078.673 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.531.004 i decessi. Ad oggi, oltre 239,60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Diritto

Se l’operatore sanitario non è vaccinato può essere licenziato? E in caso di contagio sul lavoro, l’INAIL paga? Le risposte dell’esperto

La campagna vaccinale contro il Covid-19 continua tra mille difficoltà. Cosa succede al lavoratore che rifiuta di vaccinarsi? L’azienda può prendere provvedimenti? Parla l’avvocato Andrea Marzia...