Politica 26 Giugno 2019

Responsabilità professionale, Gelli: «Entro l’autunno avremo i decreti attuativi legge 24»

Il testo dei quattro decreti è stato elaborato dal MISE e ha ricevuto il parere positivo da parte del MEF e del ministero della Salute. Il padre della legge Gelli: «Ora manca concertazione. Accolto il 90% delle nostre proposte»

Immagine articolo

Finalmente una svolta per i quattro decreti attuativi della Legge Gelli ancora mancanti. Il ministero dello Sviluppo economico ha elaborato il testo ed ha ricevuto il parere positivo del ministero dell’Economia e del ministero della Salute. L’ultimo passaggio, ora, è la concertazione con gli stakeholder del mondo sanitario. «Non voglio essere troppo ottimista, ma speriamo di avere i decreti in autunno», annuncia a Sanità Informazione Federico Gelli, presidente della Fondazione Italia in Salute e padre della legge sulla responsabilità professionale.

LEGGI ANCHE: RESPONSABILITA’ PROFESSIONALE, MISE AL LAVORO SU DECRETI ATTUATIVI. GELLI: «CONTENZIOSI IN DIMINUZIONE CON RISK MANAGEMENT»

«Nel testo – aggiunge Gelli – è stato recepito il 90% delle proposte che avevamo lasciato in eredità nella scorsa legislatura. I decreti disciplineranno la materia dell’auto-assicurazione o di auto-ritenzione del rischio, che in questi anni avevano prodotto in maniera disparata e anche abbastanza contraddittoria tanti sistemi e tanti modelli diversi; elencheranno i requisiti che le compagnie di assicurazione dovranno avere se vorranno lavorare con il sistema sanitario pubblico, in modo da escludere quelle assicurazioni provenienti da altre parti d’Europa che incassavano i premi e poi scomparivano; i decreti dovranno poi disciplinare l’entità delle coperture assicurative e i massimali che dovranno essere garantiti; infine, stabiliranno gli effetti di ultra attività e di retro attività delle coperture assicurative».

Articoli correlati
Sanità e sicurezza, record candidature per il premio Sham 2019
Record di candidature per il Premio Sham 2019, l’annuale competizione del settore sanitario che fa della sicurezza e della diffusione nazionale delle buone pratiche locali i suoi driver principali. Il concorso quest’anno ha raccolto 122 best practice già in adozione presso la Sanità italiana. Alcuni dati interessanti di quest’anno: 78 le strutture sanitarie e socio-sanitarie […]
Sentenza Cassazione su specializzandi, Guicciardi: «Principio corretto, ma siamo lasciati soli»
Il presidente di FederSpecializzandi: «È vero che non siamo meri esecutori di ordini, ma è anche vero che dovremmo essere sempre affiancati da un tutor. Sappiamo bene che non è sempre così. Spesso si chiede anche agli specializzandi dei primi anni di coprire i turni di notte»
Riabilitazione, è dei Cavalieri di Malta una delle eccellenze italiane. Santaroni: «Tra i primi ad applicare la Legge Gelli»
Al San Giovanni Battista 20 posti letto di unità di risveglio dove arrivano pazienti in coma. È all’avanguardia sui temi della responsabilità professionale. Il Direttore generale: «Abbiamo un regolamento per la gestione del rischio ed un Comitato Valutazione Sinistri»
Quarto convegno Sham, una “palestra interpretativa” per i nodi della legge Gelli
Si è tenuto ieri presso il Centro Congressi “Torino Incontra” il convegno “Il contributo della dottrina e della giurisprudenza nella responsabilità sanitaria” organizzato dalla Mutua assicurativa Sham, società del gruppo europeo Relyens, da oltre 90 anni specializzata nella gestione della RC Sanitaria e nel risk management. Giunto alla quarta edizione, l’incontro formativo è diventato un […]
Fondazione Italia in Salute, pubblicato il primo Quaderno. Il Presidente Gelli: «Spero ultimi decreti attuativi legge 24 entro fine 2019»
La pubblicazione, online sul sito della Fondazione, ripercorre il convegno sui due anni della Legge sulla responsabilità professionale. «Dal testo emerge la solita immagine a macchia di leopardo dove a seconda della qualità e dell’efficienza del sistema sanitario la legge dà le migliori risposte in termini di sicurezza delle cure e di deflazione del contenzioso» sottolinea Federico Gelli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM estesa a tutte le professioni sanitarie. L’Agenas pubblica la delibera

L’Educazione Continua in Medicina sarà obbligatoria per tutte le professioni sanitarie aventi ordini di categoria, prima esclusi dal vincolo formativo
Lavoro

Bilancio 2020: «Caro Ministro, ecco dove trovare i soldi per pagare di più i medici. Senza che lo Stato aggiunga un euro»

Intervista al segretario nazionale Anaao-Assomed Carlo Palermo: «Nei prossimi 8 anni nelle aziende sanitarie ci saranno 250 milioni di euro di “retribuzione individuale di anzianità”. Basterebbe...
Salute

Droga, bambini in astinenza. Parla il neonatologo: «Non c’è un picco, ma a volte conseguenze devastanti»

L'intervista ad Antonello Del Vecchio, neonatologo della Società Italiana di Pediatria: «Mix di droghe devastante, ma il loro utilizzo in gravidanza non è in aumento». E a provocare le crisi non c...