Politica 11 Settembre 2019

Governo, Trizzino (M5S): «Bene Conte. Cure palliative e riorganizzazione medicina territoriale tra le mie priorità»

L’ex Direttore dell’Ospedale Civico di Palermo, deputato Cinque Stelle della Commissione Affari Sociali, si dice «profondamente convinto» dalle parole del Presidente del Consiglio. Nei mesi scorsi aveva contribuito a far bloccare lo spot contro i medici andato in onda sulle reti Rai. Ora è candidato per un posto da sottosegretario alla Salute

Immagine articolo

Cure palliative e riorganizzazione della medicina territoriale. Sono queste le due priorità in materia di sanità di Giorgio Trizzino, medico, deputato Cinque Stelle e, secondo più fonti, tra i candidati più accreditati per il ruolo di Sottosegretario alla Salute in quota M5S al posto di Armando Bartolazzi.

Trizzino, già Direttore dell’Ospedale Civico di Palermo, non aveva mancato durante il governo M5S-Lega di far sentire la sua voce in dissenso contro alcune posizioni del leader leghista Matteo Salvini. Ora appoggia con convinzione il Conte bis e la nuova alleanza “giallorossa” M5S-Pd. «Il discorso di Giuseppe Conte alla Camera mi ha convinto profondamente» sottolinea a Sanità Informazione.

LEGGI ANCHE: PIANO VACCINALE, TRIZZINO (M5S): «BISOGNA SENSIBILIZZARE POPOLAZIONE; LIVELLO DI COPERTURA DEVE RESTARE ALTO. MIA BATTAGLIA E’ A DIFESA DELLA VITA»

Poi elenca le sue priorità che sicuramente saranno al centro del lavoro della Commissione Affari Sociali di Montecitorio: «Occorre una revisione di tutta la questione che riguarda il territorio, la medicina territoriale. Serve una riforma profonda delle strutture territoriali perché proprio da lì riparte anche il rapporto con l’ospedale, bisogna puntare ad una riorganizzazione. Poi una priorità per me è la rete delle cure palliative che ha assoluta necessità di essere potenziata e rilanciata».

Ora in Commissione Affari Sociali si parte dapprima con un confronto interno al gruppo Cinque Stelle e poi con i nuovi partner di governo del Pd.

In passato il deputato e medico siciliano aveva parlato ai nostri microfoni dell’importanza del piano di prevenzione vaccinale e delle vaccinazioni, prendendo le distanze dai no vax, ed è stato tra i primi a presentare una interpellanza contro lo sport andato in onda sulle reti Rai in cui si invitata i cittadini a fare causa ai medici. Proprio in quell’occasione aveva detto di «guardare con favore» a una camera di compensazione che provi a sminare l’enorme contenzioso tra medici e pazienti giacente nei tribunali.

 

 

Articoli correlati
Marialucia Lorefice (Affari Sociali): «Covid ci serva da lezione, tagli alla sanità un errore. Ora attenzione al sociale»
Colloquio con la presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice (M5S) all’indomani della rielezione. Tra le priorità dei prossimi mesi il budget di salute per la presa in carico delle persone con disabilità e la legge sul fine vita
Specializzazioni, interrogazione di Tuzi (M5S) a Manfredi: «Perchè commissione di esperti e non nomina Osservatorio?»
«Abbiamo offerto al Ministro la possibilità di essere ulteriormente trasparenti. La questione prospettata nasce dal ruolo di vigilanza, giudizio e controllo sugli accreditamenti delle scuole di specializzazione ricoperto dall’Osservatorio» sottolinea IL deputato e medico del M5S Manuel Tuzi
«Gli anestesisti-rianimatori siano centrali nella scuola di specializzazione in cure palliative»
L'appello congiunto di Flavia Petrini (SIAARTI), Alessandro Vergallo (AAROI-EMAC) e Paolo Pelosi (CPAR) ai ministri Manfredi e Speranza
Giornata vittime Covid, Lorefice: «È un dovere non dimenticare. Ora al lavoro per aumentare i fondi per la sanità»
«Nella nostra memoria rimarrà impressa in maniera indelebile la giornata del 18 marzo, durante la quale abbiamo assistito al corteo dei camion militari che trasportavano i feretri nelle strade di Bergamo» sottolinea la presidente della Commissione Affari Sociali nel giorno dell'approvazione del Ddl
Una scuola di specializzazione in cure palliative, Penco (Sicp): «Salto culturale per l’Italia»
Con il Dl Rilancio si prevede una nuova specializzazione per i medici di domani dopo le difficoltà di Covid-19. Ne parliamo con Italo Penco (Sicp): «Se le cure palliative fossero applicate nella maniera giusta si diminuirebbe la mortalità ospedaliera e quindi anche il numero delle giornate in ospedale sarebbe inferiore»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...