Politica 11 Settembre 2019

Governo, Trizzino (M5S): «Bene Conte. Cure palliative e riorganizzazione medicina territoriale tra le mie priorità»

L’ex Direttore dell’Ospedale Civico di Palermo, deputato Cinque Stelle della Commissione Affari Sociali, si dice «profondamente convinto» dalle parole del Presidente del Consiglio. Nei mesi scorsi aveva contribuito a far bloccare lo spot contro i medici andato in onda sulle reti Rai. Ora è candidato per un posto da sottosegretario alla Salute

Immagine articolo

Cure palliative e riorganizzazione della medicina territoriale. Sono queste le due priorità in materia di sanità di Giorgio Trizzino, medico, deputato Cinque Stelle e, secondo più fonti, tra i candidati più accreditati per il ruolo di Sottosegretario alla Salute in quota M5S al posto di Armando Bartolazzi.

Trizzino, già Direttore dell’Ospedale Civico di Palermo, non aveva mancato durante il governo M5S-Lega di far sentire la sua voce in dissenso contro alcune posizioni del leader leghista Matteo Salvini. Ora appoggia con convinzione il Conte bis e la nuova alleanza “giallorossa” M5S-Pd. «Il discorso di Giuseppe Conte alla Camera mi ha convinto profondamente» sottolinea a Sanità Informazione.

LEGGI ANCHE: PIANO VACCINALE, TRIZZINO (M5S): «BISOGNA SENSIBILIZZARE POPOLAZIONE; LIVELLO DI COPERTURA DEVE RESTARE ALTO. MIA BATTAGLIA E’ A DIFESA DELLA VITA»

Poi elenca le sue priorità che sicuramente saranno al centro del lavoro della Commissione Affari Sociali di Montecitorio: «Occorre una revisione di tutta la questione che riguarda il territorio, la medicina territoriale. Serve una riforma profonda delle strutture territoriali perché proprio da lì riparte anche il rapporto con l’ospedale, bisogna puntare ad una riorganizzazione. Poi una priorità per me è la rete delle cure palliative che ha assoluta necessità di essere potenziata e rilanciata».

Ora in Commissione Affari Sociali si parte dapprima con un confronto interno al gruppo Cinque Stelle e poi con i nuovi partner di governo del Pd.

In passato il deputato e medico siciliano aveva parlato ai nostri microfoni dell’importanza del piano di prevenzione vaccinale e delle vaccinazioni, prendendo le distanze dai no vax, ed è stato tra i primi a presentare una interpellanza contro lo sport andato in onda sulle reti Rai in cui si invitata i cittadini a fare causa ai medici. Proprio in quell’occasione aveva detto di «guardare con favore» a una camera di compensazione che provi a sminare l’enorme contenzioso tra medici e pazienti giacente nei tribunali.

 

 

Articoli correlati
Governo, al Miur arriva Fioramonti. Ecco le sue idee su numero chiuso e scuole di specializzazione
Il professore di Politica economica, M5S, si è occupato del tema dei centri di specializzazione: «Serve una collaborazione diversa anche con le regioni e fare in modo che gli ospedali e le università siano un tutt’uno»
Governo, novità alla Salute: il nuovo ministro sarà Roberto Speranza di LeU
Il Presidente del Consiglio si è recato al Quirinale per sciogliere la riserva. Capo delegazione M5S Di Maio, mentre Franceschini guida i democratici. Nel programma si riparte dalla difesa della sanità come “bene comune”
Crisi di governo, Tuzi (M5S): «Abbiamo lavorato per migliorare la formazione medica e la sanità, chi verrà dopo porti avanti riforme»
Il deputato, relatore del ddl di riforma dell’accesso all’università, sottolinea: «Questo è un momento delicatissimo per il nostro Paese – sottolinea - Rischia di aumentare l’IVA al 25%, sono a rischio i consumi, con l’Italia che è in recessione. Sono a rischio anche i provvedimenti sul sociale, la sanità, il reddito di cittadinanza e quota 100»
Dal Ddl Vaccini alla legge antiviolenza, ecco tutti i provvedimenti a rischio in caso di elezioni
Finita l’esperienza del governo Conte e del ministro Grillo. Nuovo esecutivo o elezioni anticipate i due scenari possibili: rischiano lo stop anche la riforma del numero chiuso a Medicina e il provvedimento sulla sanità trasparente. Ecco le iniziative di Lungotevere Ripa che si bloccano
Affari Sociali, un anno di Commissione con Marialucia Lorefice: «Con la Lega stessa visione sulla sanità, ma attenzione ad autonomia differenziata»
«In sanità stiamo investendo a differenza di quanto si è fatto rispetto al passato. È finito il tempo dei tagli lineari e indiscriminati» sottolinea la Presidente di Commissione in un colloquio di bilancio in esclusiva con Sanità Informazione. Poi rivendica il provvedimento sulla sanità trasparente e rilancia la sua mozione per staccare il Fondo sanitario dall’andamento del Pil: «Assegnare fondi certi, la salute è un investimento, non un costo». E dice la sua sul contratto della dirigenza medica che l’ha vista impegnata in prima persona…
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Firenze, a motivare gli aspiranti medici c’è anche l’influencer Marta Pasqualato: «Non arrendetevi»

Sta per diventare medico, dopo essere diventata celebre su Uomini&Donne: «Io sono entrata dopo due anni. Se non passate valutate il ricorso»
di Diana Romersi e Viviana Franzellitti
Salute

Toscana, allarme per superbatterio “New Delhi”: 350 portatori e 44 infetti. Istituita unità di crisi

Nuova Delhi Metallo-beta-lattamasi è un enzima recentemente identificato che rende i batteri resistenti ad un ampio spettro di antibiotici beta-lattamici. «Il numero di pazienti portatori dall'inizi...
Politica

Roberto Speranza: abolizione superticket e assunzioni. Ecco chi è il nuovo ministro della Salute

Cambio di vertice per il Ministero della Salute, al posto della pentastellata Giulia Grillo l’ex Pd, Roberto Speranza. Ecco il profilo e le idee del deputato di Liberi e Uguali