Politica 11 Settembre 2019

Governo, Trizzino (M5S): «Bene Conte. Cure palliative e riorganizzazione medicina territoriale tra le mie priorità»

L’ex Direttore dell’Ospedale Civico di Palermo, deputato Cinque Stelle della Commissione Affari Sociali, si dice «profondamente convinto» dalle parole del Presidente del Consiglio. Nei mesi scorsi aveva contribuito a far bloccare lo spot contro i medici andato in onda sulle reti Rai. Ora è candidato per un posto da sottosegretario alla Salute

Immagine articolo

Cure palliative e riorganizzazione della medicina territoriale. Sono queste le due priorità in materia di sanità di Giorgio Trizzino, medico, deputato Cinque Stelle e, secondo più fonti, tra i candidati più accreditati per il ruolo di Sottosegretario alla Salute in quota M5S al posto di Armando Bartolazzi.

Trizzino, già Direttore dell’Ospedale Civico di Palermo, non aveva mancato durante il governo M5S-Lega di far sentire la sua voce in dissenso contro alcune posizioni del leader leghista Matteo Salvini. Ora appoggia con convinzione il Conte bis e la nuova alleanza “giallorossa” M5S-Pd. «Il discorso di Giuseppe Conte alla Camera mi ha convinto profondamente» sottolinea a Sanità Informazione.

LEGGI ANCHE: PIANO VACCINALE, TRIZZINO (M5S): «BISOGNA SENSIBILIZZARE POPOLAZIONE; LIVELLO DI COPERTURA DEVE RESTARE ALTO. MIA BATTAGLIA E’ A DIFESA DELLA VITA»

Poi elenca le sue priorità che sicuramente saranno al centro del lavoro della Commissione Affari Sociali di Montecitorio: «Occorre una revisione di tutta la questione che riguarda il territorio, la medicina territoriale. Serve una riforma profonda delle strutture territoriali perché proprio da lì riparte anche il rapporto con l’ospedale, bisogna puntare ad una riorganizzazione. Poi una priorità per me è la rete delle cure palliative che ha assoluta necessità di essere potenziata e rilanciata».

Ora in Commissione Affari Sociali si parte dapprima con un confronto interno al gruppo Cinque Stelle e poi con i nuovi partner di governo del Pd.

In passato il deputato e medico siciliano aveva parlato ai nostri microfoni dell’importanza del piano di prevenzione vaccinale e delle vaccinazioni, prendendo le distanze dai no vax, ed è stato tra i primi a presentare una interpellanza contro lo sport andato in onda sulle reti Rai in cui si invitata i cittadini a fare causa ai medici. Proprio in quell’occasione aveva detto di «guardare con favore» a una camera di compensazione che provi a sminare l’enorme contenzioso tra medici e pazienti giacente nei tribunali.

 

 

Articoli correlati
Allattamento al seno, due Ddl per promuoverlo. Mautone (M5S): «Raddoppiare periodo di riposo della madre nei primi sei mesi»
«Il latte materno è unico nel suo genere sottolinea il senatore e pediatra Cinque Stelle -. Per questo bisogna agire su due fronti: promuovere l'importanza di allattare al seno, laddove non vi sono patologie che lo impediscono, e aiutare le mamme a poterlo fare»
Specializzandi, Tuzi (M5S): «In legge di Bilancio al momento non c’è un euro per le borse. Ne servono almeno 4mila»
Il deputato Cinque Stelle, da sempre vicino alle tematiche degli specializzandi, cita anche il problema dei nullaosta delle scuole non accreditate che non arrivano: «Sono professionisti che vogliono formarsi nella scuola migliore possibile. Ho già presentato un’interrogazione al ministero competente, ne presenterò delle altre, perché anche i giudici ci stanno dando ragione»
Caso Avastin-Lucentis, Montevecchi (M5S): «Ministero si costituisca parte in giudizio»
La senatrice M5S sottolinea: «Questa è una vicenda di diritto alla cura, di diritto alla salute che la nostra Costituzione ci chiede di garantire»
Sensibilità chimica multipla, Pisani (M5S): «Riconoscimento malattia sia a livello nazionale, ecco Ddl ad hoc»
Il senatore Cinque Stelle ha ricordato i disagi che vivono i malati di MCS e ha sottolineato: «La tutela offerta ai malati di MCS è differente da regione a regione poiché solo alcune hanno riconosciuto la malattia e hanno creato poliambulatori con equipe specializzate»
Obesità, Mautone (M5S): «Si vince con dieta mediterranea. Pronto Ddl per promuoverla»
Una buona educazione alimentare - sottolinea Mautone - inizia quando ci si siede a tavola, fin da piccini, ma i benefici di un corretto stile di vita alimentare si avranno poi per tutta la vita»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

ECM, un mese alla fine del triennio. Bovenga (Cogeaps): «Attenzione a contenziosi, concorsi e lettere di richiamo»

A Roma il Presidente del Consorzio gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie ha illustrato le ultime novità in tema di aggiornamento professionale obbligatorio: «Il sistema è in crescita. Da ...
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...
Diritto

Responsabilità professionale, Federico Gelli: «Sulla gestione del rischio tre regioni in ritardo. Polizza primo rischio, ecco quando farla…»

Il “padre” della Legge 24 del 2017, oggi presidente della Fondazione Italia in Salute, ha fatto il punto nel corso di un convegno all’Ospedale San Giovanni Battista di Roma: «Legge va applicata...