Meteo 6 settembre 2016

Basilicata: introdotta card prepagata per l’acquisto di prodotti senza glutine

Stop ai buoni cartacei. La Basilicata mette a disposizione delle persone con diagnosi certificata di morbo celiaco una card prepagata per l’acquisto di prodotti senza glutine. Questa verrà ricaricata ogni tre mesi dall’azienda sanitaria competente e consentirà di acquistare prodotti presso gli esercenti convenzionati. Diversamente da quanto accade in Umbria, Toscana e Lombardia – uniche […]

Stop ai buoni cartacei. La Basilicata mette a disposizione delle persone con diagnosi certificata di morbo celiaco una card prepagata per l’acquisto di prodotti senza glutine. Questa verrà ricaricata ogni tre mesi dall’azienda sanitaria competente e consentirà di acquistare prodotti presso gli esercenti convenzionati. Diversamente da quanto accade in Umbria, Toscana e Lombardia – uniche altre regioni ad avere introdotto la card – l’attivazione di convenzioni di fornitura è estesa dalle farmacie e parafarmacie alla grande distribuzione.

Articoli correlati
Celiachia, Alessio D’Amato (Regione Lazio): «Stop ai buoni in forma cartacea, cambiamo tutto»
La Regione Lazio approverà nella prossima Giunta una vera e propria rivoluzione nella gestione dei rimborsi e dei buoni per i prodotti per celiaci. Per garantire una maggiore sostenibilità della dieta senza glutine e consentire ai pazienti meno fortunati di vivere la propria patologia in maniera più serena, lo Stato italiano garantisce infatti ai pazienti diagnosticati l’erogazione […]
Celiachia: 6 milioni di italiani consumano alimenti privi di glutine senza essere malati
200mila italiani soffrono di celiachia ma si stima che 6 milioni di persone consumano alimenti privi di glutine senza essere malati. I dati presentati al 3° Congresso Nazionale di SINuC (Società Italiana di Nutrizione Clinica e Metabolismo) in corso a Torino dal 6 all’8 giugno
Diete e intolleranze, dai medici appello alle mamme: «Non togliete il latte ai bambini»
«Togliere glutine e lattosio è diventata più una ‘moda’ che un’esigenza» l’allarme dell’Associazione Dietetica e Nutrizione. «Eliminare arbitrariamente componenti alimentari dalla dieta può determinare un grande rischio per la salute. È fondamentale lasciarsi guidare da personale preparato» così Barbara Paolini, medico e Vicesegretario ADI
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...