Formazione 25 agosto 2017

Link Campus University: «Oltre 200 borse di studio per il futuro dei figli dei medici e non solo…»

«Professori insieme a professionisti, la teoria insieme alla pratica: per questo la collaborazione con aziende come Consulcesi è preziosa per un’offerta formativa completa» l’intervista a Cristiana D’Attorre, Direttore della Scuola Post Graduate Link Campus University di Roma che lancia il bando per oltre 200 borse di studio finanziate dall’Inps e dall’Ateneo

Immagine articolo

Una formazione universitaria efficace e ben strutturata è un requisito fondamentale per realizzare le proprie aspirazioni professionali. Ancora più decisiva è la formazione post universitaria che consolida la preparazione già acquisita e indirizza verso una specializzazione utile a fornire tutti gli strumenti preventivi all’attività lavorativa.  «La didattica deve essere professionalizzante, accanto ai professori servono i professionisti, quelli che lavorano sul campo» a ribadirlo Cristiana D’Attorre, Direttore della Scuola Post Graduate Link Campus University di Roma, un ateneo con una forte impronta internazionale che ha l’obiettivo di fornire allo studente la preparazione e le competenze necessarie ad affrontare le sfide del mondo del lavoro.

«Inoltre la nostra università offre la possibilità di accedere al futuro, quindi ai master formativi, anche attraverso l’ausilio di borse di studio» prosegue la Direttrice, che lancia con Consulcesi, la principale realtà italiana di tutela degli operatori sanitari, un bando per l’erogazione di 133 borse di studio Inps a copertura totale in favore dei figli e degli orfani di dipendenti e pensionati iscritti a Inps gestione ex Inpdap, tra cui i medici e i professionisti della sanità pubblica, e di 96 borse di studio a copertura totale e parziale aperte a tutti da assegnare per titoli ed esami.

«L’obiettivo della formazione post universitaria – prosegue la Dottoressa D’Attorre ai nostri microfoni – è quello di permettere allo studente di prepararsi non solo sulla teoria ma anche sulla pratica, e quindi di entrare in contatto con chi è operativo sul campo. Si tratta di un’opportunità importante ed è questo che la nostra offerta formativa promuove ed incentiva».

«In quest’ottica è fondamentale la collaborazione con aziende solide che diano il loro contributo, come Consulcesi, con cui Link Campus University ha intenzione di sviluppare una partnership decisiva per migliorare la formazione dei giovani».

«I nostri master sono di primo e secondo livello, si differenziano a seconda del titolo di laurea acquisito e hanno una durata di un anno a weekend alterni. Tra questi si distingue l’MBA esclusivamente in lingua inglese, l’MBA sport che è un fiore all’occhiello del nostro ateneo e ancora corsi in tema luxury, fashion, beni culturali, ingegneria delle reti, intelligence e security».

Per ulteriori informazioni consultare la pagina www.unilink.it

Articoli correlati
Ue: Blockchain è soluzione giusta per sicurezza e trasparenza in sanità e per la filiera del farmaco
Il messaggio degli esponenti del Parlamento Europeo e della Commissione, in occasione della presentazione a Bruxelles del libro “Crypto-Revelation” di Andrea e Massimo Tortorella
ECM, Bovenga (CoGeAPS): «I medici non conoscono le regole del gioco, occorre ‘aggiornarsi sull’aggiornamento’»
«La prima regola è conoscere le regole del gioco». L’intervista a tutto campo al presidente nazionale del Consorzio Gestione Anagrafica delle Professioni Sanitarie
Pazienti a rischio suicidio, come prevenire e superare shock. Innamorati (psicoterapeuta): «Occorre formazione per tutti reparti»
«Non bisogna pensare che solo i pazienti ricoverati in psichiatria possono compiere gesti estremi, per questo tutti i medici e gli operatori – di qualsiasi settore - devono essere preparati» ai microfoni di Sanità Informazione Marco Innamorati, psicologo e psicoterapeuta
Numero chiuso, irregolarità? Avvocato Saurini (Consulcesi): «Vogliamo realizzare sogno di tanti giovani»
«Violazioni dell’anonimato, utilizzo di telefonini: tutti gli anni purtroppo si ripetono difformità materiali e burocratiche, ecco cosa fare» così Sara Saurini, legale del network di riferimento per la tutela dei medici
Spagna, tesi di master copiata: lascia il ministro della Sanità Carmen Montòn
È il secondo membro dell’esecutivo Sanchez a lasciare dopo 100 giorni. Già nominata la sostituta: María Luisa Carcedo, attualmente alla guida della Commissione per combattere la povertà infantile
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila