Salute 13 aprile 2018

Mese del Cuore, check-up gratuiti in 7 città italiane. Francesco Landi (Gemelli): «La prevenzione significa salute»

L’edizione 2018 della campagna di sensibilizzazione sui principali fattori di rischio cardiovascolare ha già aperto i battenti e proseguirà fino al mese di giugno

di Isabella Faggiano
Immagine articolo

«Pressione arteriosa, glicemia, colesterolo, indice di massa corporea, stile di vita, abitudini alimentari, parametri di performance funzionale. Sono questi i sette fattori che analizzeremo per misurare il rischio cardiovascolare di ogni singolo paziente». A descrivere nel dettaglio le attività di screening previste per il Mese del Cuore è Francesco Landi, geriatra del Policlinico A. Gemelli e docente di Medicina Interna e Geriatria presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica.

L’edizione 2018 della campagna di sensibilizzazione sui principali fattori di rischio cardiovascolare ha già aperto i battenti e proseguirà fino al mese di giugno. In occasione della sua quarta edizione, per la prima volta, il Mese del Cuore viaggerà dal nord al sud della penisola. L’iniziativa di prevenzione promossa da Danacol in collaborazione con il Policlinico Universitario A. Gemelli di Roma, farà tappa in 7 città italiane: approderà a Milano, Roma, Napoli e Messina, poi, raggiungerà Ancona, Ferrara e Firenze.

LEGGI ANCHE: «CARDIOMIOPATIE INCUBO PER SPORTIVI. MA LA SCUOLA ITALIANA È LA PIÙ VIRTUOSA AL MONDO». L’INTERVISTA AL PROFESSOR CECCHI, CARDIOLOGO UNIVERSITÀ FIRENZE

«Un viaggio – ha spiegato Francesco Landi  – ideato per diffondere, attraverso il check-up gratuito, l’importanza della prevenzione. Valuteremo i sette fattori di rischio cardiovascolare, che riguardano la salute del cuore, ma anche la salute in generale. Dall’abitudine al fumo, all’esercizio fisico, fino alla corretta alimentazione che prevede il consumo di 3-5 porzioni tra frutta e verdura al giorno. Faremo misurazioni dirette, come peso ed altezza per calcolare l’indice di massa corporea, rilevando eventuali situazioni di sovrappeso o obesità. Ancora, pressione arteriosa, colesterolo e glicemia. Aggiungeremo anche delle valutazioni che riguardano la perfomance fisica, come la forza muscolare, sia degli arti inferiori che superiori».

Al termine della visita specialistica ogni partecipante riceverà una scheda in cui saranno riportati i risultati delle valutazioni eseguite, corredati da consigli e raccomandazioni per un corretto stile di vita.

Partecipare è semplicissimo, basta una telefonata. «Per tutta la durata del progetto – ha spiegato Salvatore Castiglione, direttore Comunicazione di Danone Italia – le persone che desiderano prenotare il proprio appuntamento potranno telefonare al numero verde (800-08.77.80, attivo dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 16). Le visite si effettueranno tutte le settimane, nelle giornate di giovedì, venerdì e sabato. Sedi e orari per ogni città sono indicati nel sito danacol.it».

E chi desidera partecipare farà meglio ad aderire in fretta: «Lo scorso anno – ha sottolineato Castiglione –  nei primi tre giorni sono state raccolte oltre 1.500 prenotazioni».

«I risultati raggiunti, negli anni, grazie al progetto Mese del Cuore – ha aggiunto il direttore Comunicazione di Danone Italia – sono davvero straordinari. Sono state realizzate 8mila valutazioni da parte degli specialisti e 26mila autovalutazioni. Queste ultime possono essere effettuate da chiunque lo voglia visitando il sito viaggioalcuoredelproblema.it. Si tratta di dati importanti che ci permettono di fotografare la realtà italiana, facendo una stima del grado di consapevolezza, diffuso trai i  cittadini, su queste tematiche».

Mese del Cuore, infatti, non significa solo prevenzione, ma anche ricerca.  Il Professor Landi, con il suo team, ha pubblicato due studi sull’argomento. I risultati non sono incoraggianti e mettono in evidenza l’importanza delle iniziative di sensibilizzazione: gli italiani riconoscono l’importanza della prevenzione, ma sottovalutano il valore dei controlli periodici.

«È grazie alla prevenzione – ha commentato Francesco Landi – che la Sanità pubblica resterà sostenibile anche tra venti anni.  Fare un adeguato check-up tra i 40 e i 50 anni  – ha concluso il Professore – ci permetterà di prevenire non solo le malattie ma anche la disabilità».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
La SIN (Società Italiana di Neurologia) partecipa alla Giornata Nazionale della Salute della Donna
Anche quest’anno la Società Italiana di Neurologia (SIN) partecipa alla Giornata Nazionale della Salute della Donna organizzata dal Ministero della Salute, per sensibilizzare e promuovere i progressi della ricerca scientifica per la cura delle patologie neurologiche femminili e allestirà sabato 21 aprile un gazebo informativo presso il Villaggio della Salute della Donna. Le malattie neurologiche, […]
Giornata Nazionale della Salute della Donna, Fabi (oncologa): «Prevenire significa guarire. Curare una donna vuol dire tutelare la società»
Iniziative in programma fino al 22 aprile. «Il tumore della mammella, primo per incidenza tra le neoplasie femminili, può insorgere a qualsiasi età». Alessandra Fabi, oncologa dell’Istituto Tumori Regina Elena di Roma, invita tutta la popolazione femminile a partecipare alla giornata di prevenzione
di Isabella Faggiano
Foad Aodi (OMCeO Roma): «Grazie al comune di Ladispoli per averci coinvolto nel convegno Città della Salute»
Continua l’attività a favore del Manifesto: “Comuni Uniti” dell’OMCeO di Roma. Dopo il Comune di Cerveteri, infatti, tocca a Ladispoli, sabato 21 aprile, con il Convegno: “Città della Salute – Screening e prevenzione” una giornata di visite gratuite. Presenti il Sindaco di Ladispoli Alessandro Grando, il Direttore Sanitario Asl Rm4 Giuseppe Quintavalle, il Prof. Foad Aodi – Consigliere dell’Ordine […]
Eye Cup Golf Competition by Lucio Buratto: parte la terza edizione a Monza
Prenderà il via sabato 19 maggio a Monza, la terza edizione dell’Eye Cup Golf Competition by Lucio Buratto, il circuito golfistico organizzato e promosso dal direttore scientifico di CAMO (Centro Ambrosiano Oftalmico) rinomato oculista di fama internazionale e anche grande appassionato e giocatore di golf. Cinque tappe all’insegna dello sport, pensate anche per ricordare l’importanza della prevenzione […]
Italia sempre più anziana: aumentano Alzheimer, Parkinson e sclerosi multipla. I risultati del 18° Congresso Nazionale della SIRN
La popolazione italiana ha una elevata longevità: la speranza di vita alla nascita è di 80,3 anni per gli uomini e 84,9 per le donne, superiore alla media europea, che è di 77,9 e 83,3. In Italia si registra anche la percentuale più alta di popolazione anziana, ovvero gli over 65: il 21,7% della popolazione […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Nuovi LEA, assistenza psicologica diventa diritto. Lazzari (CNOP): «Svolta per professione e cittadini»

«Grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, il supporto psicologico sarà garantito». Con Davide Lazzari, coordinatore della Task Force sui LEA, istituita dall’Ordine degli Psicologi, riper...
di Isabella Faggiano
Salute

Carenza medici, Anaao: «35mila specialisti via nei prossimi cinque anni». Biasci (FIMP): «Pediatri a rischio, servono risorse e strutture»

Studio rivela: dai cardiologi ai ginecologi, dieci specializzazioni a rischio estinzione. Palermo: «Aumentare le borse di studio o far accedere i giovani medici al Ssn dopo la laurea». Il Presidente...
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Lavoro

Medici in pensione, liquidato il primo cumulo e gli aumenti per inflazione. Ecco quanto crescono gli assegni

L’Enpam comunica che appena le autorità vigilanti daranno il via libera arriveranno gli adeguamenti scattati dal primo gennaio con tutti gli arretrati. Intanto arriva la liquidazione della prima pe...