Gli Esperti Rispondono 15 marzo 2016

Il mondo delle assicurazioni

Un caso tipico di responsabilità solidale

di Assicurazione

Sono un oculista e fino a qualche tempo fa ho svolto la mia attività, consistente in piccoli interventi, presso una clinica specializzata. Io e la struttura siamo stati condannati in solido a risarcire un paziente per un caso di infezione oculare verificatosi a seguito di un intervento di cataratta. A prescindere dal fatto che io non mi sento assolutamente responsabile per il danno procurato al paziente in quanto solo la struttura, e non io, curava la gestione sia della strumentazione che della camera operatoria, si è aggiunta una ulteriore conseguenza  per me negativa. La mia compagnia di assicurazione si è rifiutata di risarcire il danno in forza di una clausola prevista nella mia polizza che esclude la operatività della garanzia in caso di condanna solidale dei responsabili. In aggiunta io non so come muovermi in questa complessa situazione anche in quanto  la società che gestiva la struttura sanitaria è stata posta in liquidazione. Chiedo se la risposta del mio assicuratore sia corretta ed in ogni modo come devo comportarmi per tutelare i miei interessi.

La posizione assunta dal suo Assicuratore è a mio parere legittima. La sua polizza infatti garantisce esclusivamente la sua responsabilità individuale e non quella di terzi che per altro l’Assicuratore non conosce e dei quali non garantiva il rischio professionale. Non resta che appellare la sentenza, chiamando in manleva il suo assicuratore ove questo si defilasse, con l’obiettivo di vedersi riconosciuta la propria estraneità all’evento dannoso, richiedendo contestualmente la sospensiva della sua esecuzione.

Ennio Profeta – consulente SanitAssicura 

Articoli correlati
Quando la compagnia cambia unilateralmente i termini della stipula
Sono un ortopedico libero professionista assicurato da molti anni per la mia responsabilità professionale con una grande compagnia di assicurazione con la quale ho stipulato anche tutte le mie altre polizze personali. Quest’anno la compagnia mi ha comunicato di non poter più rinnovare la polizza di responsabilità professionale alle medesime condizioni in corso dal 2005 […]
di Ennio Profeta - Consulente SanitAssicura
I danni coperti da una polizza di responsabilità professionale
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
La copertura assicurativa personale in uno studio strutturato
___
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
Il “fatto noto” antecedentemente alla stipula della polizza
Sono un ortopedico, dirigente sanitario del  SSN fino a qualche tempo fa in regime intramoenia. Ho deciso con l’inizio di quest’anno di passare all’attività extramoenia. Conseguentemente ho provveduto a modificare la mia polizza di responsabilità professionale, limitata al caso di danno erariale per colpa grave, adeguandola alla copertura estesa del libero professionista, pur conservando la […]
di Ennio Profeta - consulente SanitAssicura
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...