Formazione 28 aprile 2015

Sanità: formazione e informazione nel nuovo corso del Ministero

E il ministro Lorenzin rilancia: “Priorità assoluta alla cultura scientifica”. Patto con i media per veicolare dati esatti

Immagine articolo

Falsi miti da sfatare ed eccellenze da valorizzare nella sanità pubblica italiana. Una sfida difficile, affrontata dal Ministero della Salute in un imponente convegno che ha riunito medici e istituzioni.

Con noi, ai microfoni di Sanità Informazione, il ministro Beatrice Lorenzin definisce le due chiavi per vincere questa sfida: formazione dei medici e informazione dei cittadini. Una riflessione fondamentale, soprattutto alla luce del recente e determinato intervento del Ministero, che ha depennato migliaia di medici competenti non in regola con i crediti ECM.
“L’informazione è… tutto. Insieme alla formazione necessaria degli operatori sanitari, va curato l’aspetto dell’informazione rivolta all’utente: se ad esempio passa il messaggio falso di una presunta dannosità dei vaccini, si mette a rischio la vita di milioni di persone”, osserva il ministro. “Viceversa  – continua – fornire un’informazione corretta, smontando credenze senza alcun fondamento scientifico e che peraltro vengono costantemente demolite, credo sia fondamentale”.

E il riferimento è quanto mai attuale: “Penso al recente studio americano su 95mila bambini che ribadisce l’assenza di correlazioni tra vaccini e autismo. Oggi – aggiunge Lorenzin – cerchiamo di siglare un patto con l’Ordine dei Giornalisti, una sinergia tra il mondo della sanità e il mondo dell’informazione per cercare di veicolare input non solo esatti, ma anche diretti e immediati, e quindi comprensibili da tutti”.

Per gli addetti ai lavori, oltre all’informazione è fondamentale la formazione, per meglio tutelare la salute del cittadino ed indirizzarlo ad un approccio corretto con le istituzioni sanitarie. “Sul tema delle vaccinazioni dobbiamo riuscire a coinvolgere maggiormente i pediatri – spiega Lorenzin – ma dobbiamo anche sensibilizzare gli operatori sulla questione della preservazione della fertilità: la possibilità di congelare gli ovociti o i gameti maschili in caso di tumore è, purtroppo, ancora poco divulgata, nonostante le tecniche disponibili per preservare la propria fertilità dopo la chemioterapia”.

E proprio pochi giorni fa, dal Ministero, un alert importante: la sforbiciata per migliaia di medici competenti non in regola con i crediti ECM. Un monito affinché il medico possa davvero curare questo aspetto. “I nostri corsi di formazione sono focalizzati sulle reali emergenze da affrontare. Stiamo potenziando l’Educazione Continua in Medicina per renderla più operativa, anche rispetto a questo nuovo corso del Ministero della Salute”.

Articoli correlati
Robot in corsia: il Careggi già in pista. La tecnologia ruberà lavoro ai medici? L’intervista al Direttore dell’AOU di Firenze
Sempre più ospedali tecnologicamente virtuosi si dotano di macchinari all’avanguardia che sostituiscono l’operato dell’uomo. Saranno spazzati via milioni di posti di lavoro? La risposta di Monica Calamai, Direttore Generale dell’Ospedale Careggi di Firenze...
Congresso CIMO a Firenze, il sondaggio tra i medici: «Basta burocrazia, #Liberalaprofessione»
Tra scienza medica e medicina amministrata, una sanità in costante evoluzione tecnologica ma in crisi di valori e di risorse. Questo lo spunto per l’assise del sindacato degli ospedalieri dal 21 al 24 settembre che eleggerà al Gran Hotel Mediterraneo a Firenze anche il nuovo Presidente
Anelli (Omceo Bari): «Per ECM servono qualità, indipendenza e innovazione. Puntare su casi simulati e nuove tecnologie»
Sergio Bovenga (FNOMCeO): «Sempre più il sistema giudiziario e delle assicurazioni porranno la loro attenzione sullo stato di aggiornamento dei professionista eventualmente coinvolto in un contenzioso professionale e farsi trovare impreparati, ovvero non in regola con le norme Ecm, non aiuterà di certo". Un motivo in più per fare formazione e tenersi sempre aggiornati
80° Congresso Nazionale SIMLII, la medicina del lavoro dalla ricerca alla professione
Dibattiti, confronti, corsi di aggiornamento specifici e linee guida su tutte le tematiche inerenti la medicina del lavoro: ecco le tematiche che verranno affrontate durante l'incontro
Scuola e vaccini, retromarcia del Veneto: sospeso il decreto di moratoria di due anni
Anche il Veneto si allinea alla normativa nazionale. Ѐ  stato, infatti, sospeso il decreto firmato dal direttore generale della sanità che aveva accordato alle famiglie un rinvio fino all’anno scolastico 2019-2020 per consegnare la documentazione vaccinale necessaria per l’iscrizione a scuola. Rinvio che evitava così la decadenza dell’iscrizione dagli asili nido e dalle scuole dell’infanzia […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi: 62 milioni di euro di rimborsi. Ma arriva la prescrizione…

Lavra (OMCeO Roma): «Felice per i colleghi rimborsati, Consulcesi patriottica». Andrea Tortorella (Ad Consulcesi): «Cifra emblematica, consigliamo a tutti i camici bianchi di muoversi prima della p...
Lavoro

Medici di famiglia, Lorenzin: «Sono le nostre braccia sul territorio. Più risorse da Def e fondi regionali»

«Investiamo sul capitale umano, i nostri medici di famiglia sono l’anello forte della catena» così il Ministro Lorenzin intervistata al 74° Congresso Nazionale Fimmg. Ecco le ultime novità su D...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...