Non Categorizzato 21 Maggio 2020 14:02

Lorefice (Comm. Affari Sociali): «Destinare alla ricerca quota di risorse scollegata dall’andamento del PIL»

L’emergenza legata al Coronavirus ha messo in luce la gravità dei tagli operati in passato al Sistema sanitario nazionale, pari a circa 37 miliardi di euro, a causa dei quali abbiamo perso 70mila posti letto in 10 anni, in nome di una inutile e pericolosa strategia volta al risparmio, che ci ha esposto a seri […]

di On. Marialucia Lorefice, Presidente Commissione Affari Sociali

L’emergenza legata al Coronavirus ha messo in luce la gravità dei tagli operati in passato al Sistema sanitario nazionale, pari a circa 37 miliardi di euro, a causa dei quali abbiamo perso 70mila posti letto in 10 anni, in nome di una inutile e pericolosa strategia volta al risparmio, che ci ha esposto a seri rischi.

Adesso per ripartire c’è solo un modo, tornare ad investire sulla sanità per tutelare la salute di milioni di cittadini e di tutti coloro, medici, infermieri e personale sanitario, che ogni giorno si prendono cura di noi, ai quali è stato richiesto uno sforzo enorme durante questa delicatissima fase emergenziale.

La linea degli “investimenti nella sanità pubblica” è quella che abbiamo adottato da subito con il nostro governo: in Legge di Bilancio avevamo già previsto 4.5 miliardi di euro in più per il triennio 2019-2021, a questi abbiamo aggiunto 3.5 miliardi per rafforzare il Sistema sanitario e la Protezione civile nel Decreto Cura Italia ed ora nel Decreto Rilancio abbiamo stanziato ulteriori 3.2 miliardi per il 2020.

Le risorse investite serviranno per creare 3500 posti letto in più in terapia intensiva, potenziando la rete ospedaliera, ma anche a incrementare le borse di specializzazione per superare l’imbuto formativo e dare il dovuto riconoscimento a una categoria di professionisti fondamentali per rilanciare il nostro sistema sanitario.

Un’altra nostra priorità è l’incremento delle Reti territoriali, con l’introduzione, ad esempio, della figura dell’infermiere di famiglia o di comunità, per una più efficace presa in carico dei pazienti, che eviti di congestionare ospedali e pronto soccorso. A tal fine nel decreto rilancio abbiamo previsto l’assunzione di oltre 9mila infermieri.

Altri temi a me molto cari sono gli investimenti nella ricerca, a cui deve essere dedicata una quota di risorse che prescinda dall’andamento del PIL, la lotta alle inefficienze e il superamento delle differenze territoriali nell’accesso alle cure. A tutti i cittadini deve essere garantito lo stesso diritto alla salute, come sancito dalla Costituzione. Ora che stiamo uscendo dalla fase più acuta della gestione della pandemia, è fondamentale investire nella prevenzione.

Da parte della Commissione Affari Sociali e del Governo registro poi una grande attenzione al tema della disabilità; tre segnali importanti arrivano nel Decreto Rilancio con l’incremento di 90 milioni di euro del Fondo per le non autosufficienze, di 20 milioni per l’assistenza di persone con disabilità gravi e con la creazione di un fondo per le strutture semiresidenziali per le persone con disabilità. È per noi un sostegno doveroso nei confronti dei più fragili e di chi si prende cura della loro salute.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

 

Articoli correlati
Giornata salute donna, Lorefice (M5S): «Dedicare tempo a prevenzione anche in pandemia»
1rinnovo l'impegno a investire sempre maggiori risorse nel sistema sanitario nazionale affinché ad ogni donna, su tutto il territorio nazionale, sia sempre garantito il diritto alla salute» spiega la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice
Covid-19, conferenza tra i parlamentari europei promossa dal Portogallo. Lorefice: «Tutti concordi sull’aumentare la cooperazione»
«Occorre puntare sulla ricerca e sul rafforzamento della strategia europea sui vaccini facendo sì, innanzitutto, che le aziende farmaceutiche rispettino gli impegni contrattuali e operino in maniera trasparente» spiega la Presidente della Commissione Affari Sociali Marialucia Lorefice
Recovery Plan, le osservazioni della Commissione Affari Sociali su MMG, contratti di specializzazione e Case di comunità
Parere favorevole dalla Commissione presieduta da Marialucia Lorefice al Piano nazionale di Ripresa e Resilienza. Implementazione della farmacia dei servizi e riforma del 118 tra le richieste dei deputati
Vaccini, revisione del ‘Dopo di noi’, lavoro e Osservatorio: così la ministra Stefani rilancerà le politiche sulla disabilità
In audizione in Commissione Affari Sociali, Stefani ha sottolineato: «Favoriremo un approccio alle disabilità centrato sul progetto individuale della persona». Tanti progetti importanti anche nel Recovery Plan: «Obiettivo è rafforzare le infrastrutture sociali per migliorare la qualità della vita e aumentare l’autonomia». Poi l’annuncio: «A breve le prime Disability Card»
Covid-19, Lorefice (M5S): «Positivo via libera governo a odg per vaccinare con priorità disabili e caregiver»
«Ringrazio il governo per aver compreso l’urgenza di intervenire su questa problematica che preoccupa moltissime famiglie e auspico che l’impegno si converta immediatamente in intervento concreto» spiega la Presidente della Commissione Affari Sociali
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 maggio, sono 163.642.990 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.390.316 i decessi. Ad oggi, oltre 1,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Cause

Medico denuncia per diffamazione paziente che lo aveva portato in tribunale per lesioni personali. Risarcito

Donna denuncia penalmente dermatologo ma l’accusa cade. Il medico avvia a sua volta un iter processuale verso la paziente che lo aveva accusato pubblicamente. «Una sentenza che farà...