Salute 9 Marzo 2023 12:10

Il mix Covid e influenza esaspera sintomi: da Fda ok a primi test domiciliari che distinguono i virus

Con la concomitante diffusione del virus Sars-CoV-2 continua a farsi sentire l’effetto del mix influenza e Covid, che esaspera i sintomi e allunga i tempi di guarigione. Per questo si ritiene ancora importante poter distinguere l’influenza dal Covid e da qui la decisione della Food and Drug Administration (Fda), l’agenzia americana che regolamenta i farmaci, di concedere l’autorizzazione all’uso di emergenza a un test diagnostico domiciliare che identifica Sars-CoV-2 dai ceppi influenzali A e B

Il mix Covid e influenza esaspera sintomi: da Fda ok a primi test domiciliari che distinguono i virus

Per marzo ci aspettavamo una curva in discesa dei casi di influenza, ma in realtà siamo alla quinta settimana consecutiva senza variazioni. Con la concomitante diffusione del virus Sars-CoV-2 continua a farsi sentire l’effetto del mix influenza e Covid, che esaspera i sintomi e allunga i tempi di guarigione. Per questo si ritiene ancora importante poter distinguere l’influenza dal Covid e da qui la decisione della Food and Drug Administration (Fda), l’agenzia americana che regolamenta i farmaci, di concedere l’autorizzazione all’uso di emergenza a un test diagnostico domiciliare che identifica Sars-CoV-2 dai ceppi influenzali A e B.

Ancora quasi 500mila italiani a letto con l’influenza

Febbre, tosse, mal di gola, raffreddore, mal di testa sono alcuni dei sintomi che accomunano l’influenza e l’infezione Covid-19. Ci si aspettava che, dopo un picco anticipato di influenza, arrivati a questo punto i virus stagionali mollassero la presa. Ma in realtà non è stato così: nell’ultima settimana, si legge nel rapporto epidemiologico InfluNet dell’Istituto Superiore di Sanità, sono stati 479mila gli italiani messi a letto da sindromi simil-influenzali. Circa 3mila in più rispetto ai sette giorni precedenti. La stagione 2022-2023, secondo ricercatori, si è rivelata tra le più virulente degli ultimi anni. Dopo il picco a fine novembre che ha visto quasi 1 milione di casi in una settimana, il calo è proseguito fino alla seconda metà di gennaio, quando la discesa dei contagi, però, si è arrestata. Siamo alla quinta settimana consecutiva senza variazioni. Con l’arrivo di marzo si prevedeva, invece, una curva in discesa.

Il test approvato distingue l’influenza A da quella B e dal Covid-19

Assume quindi ancora più importanza la decisione della Fda di approvare il nuovo test che dagli studi risulta essere in grado di rilevare il 100% dei campioni negativi e l’88,3% dei campioni positivi al Covid-19, e il 99,3% dei campioni negativi e il 90% dei campioni positivi all’influenza A e il 99,9% dei campioni negativi dell’influenza B. «Il test può essere acquistato senza prescrizione medica – spiega in una nota la Fda – ed eseguito completamente a casa utilizzando campioni di tampone nasale raccolti autonomamente da individui di età pari o superiore a 14 anni o raccolti da un adulto per individui di età pari o superiore a 2 anni». Il test funziona agitando il tampone di un campione in una fiala: in 30 minuti o meno sono pronti i risultati che mostrano se una persona è positiva o negativa all’influenza A, all’influenza B e al Covid-19. «I pazienti dovrebbero riferire i loro risultati al proprio medico per ottenere cure di follow-up, se necessario, e per la segnalazione alle autorità di salute pubblica», raccomanda la Fda.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...