Voci della Sanità 5 Agosto 2021 16:37

Palermo, Maria Piccione a capo dell’UOC di Genetica Medica dell’Ospedale Cervello

La professoressa Maria Piccione è il nuovo direttore dell’Unità Operativa Complessa di Genetica Medica dell’Ospedale “Cervello” di Palermo. Un contratto che la vedrà per i prossimi 5 anni a capo di una realtà che proprio  grazie a lei si attesta oggi di rilevante importanza nel panorama sanitario nazionale ed internazionale. Piccione è, infatti, già dal […]

La professoressa Maria Piccione è il nuovo direttore dell’Unità Operativa Complessa di Genetica Medica dell’Ospedale “Cervello” di Palermo. Un contratto che la vedrà per i prossimi 5 anni a capo di una realtà che proprio  grazie a lei si attesta oggi di rilevante importanza nel panorama sanitario nazionale ed internazionale.

Piccione è, infatti, già dal 2011 responsabile del “Centro di Riferimento regionale per Malformazioni congenite, cromosopatie e sindromi genetiche dell’Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia – Cervello” di Palermo e promotrice di una cooperazione internazionale con gli USA che vede il nosocomio quale struttura pubblica nazionale di riferimento per la raccolta dei dati italiani del Registro delle malattie causate dalla mutazione del gene PTEN (oncosoppressore del nostro organismo).

Docente di Genetica Medica dell’Ateneo di Palermo, specializzatasi in Pediatria presso la Scuola di Specializzazione dell’Università di Palermo ed in Genetica Medica presso la Scuola di Specializzazione dell’Università di Catania, è stata redattore di numerosi lavori scientifici su riviste nazionali ed internazionali (oltre 350 tra lavori per esteso ed abstracts). È stata coordinatore del progetto triennale per il “Follow-up clinico e psicomotorio della sindrome di Down” negli anni 2001-2004, che ha coinvolto circa 350 soggetti Down in età evolutiva provenienti dalle diverse provincie della Regione Sicilia. È stata responsabile dell’U.O.S. di Genetica Medica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Paolo Giaccone” – Università degli Studi di Palermo e Responsabile della U.O.S.D. di Genetica Medica Palermo Azienda Ospedali Riuniti Villa Sofia Cervello di Palermo.

«Si tratta di un giusto riconoscimento ad una grande professionista a cui va il merito sul fronte delle malattie rare – commenta Walter Messina, Direttore Generale degli “Ospedali Riuniti Villa Sofia-Cervello”, di avere profuso un instancabile e qualificato impegno grazie al quale oggi il Centro di Malattie Rare dell’Ospedale Cervello si conferma struttura di riferimento di alto livello e di cooperazioni significative anche sul piano internazionale. Pertanto, manifesto i miei auguri più sinceri, a nome di tutta l’azienda, alla prof.ssa Maria Piccione» conclude.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Entro il 2023 mancheranno 10mila medici specialisti. Lo studio di Anaao
Per arginare la carenza, Anaao Assomed chiede 1,3 miliardi per 11.800 contratti di formazione specialistica
Stipendi, responsabilità professionale, investimenti: ecco il Piano Marshall di Anaao. Palermo: «Le risorse sono a portata di mano»
Il segretario di Anaao spiega a Sanità Informazione quali sono le principali proposte per risollevare ruolo e status di medici e dirigenti sanitari: «Bene l’interesse verso il territorio ma non dimentichiamo gli ospedali. Con il MES avremmo 5 miliardi al mese da spendere in sanità»
Bonus ai sanitari per il “disagio” Covid. Palermo (Anaao): «Su mille euro, un medico ne intasca 350»
Le risorse provengono dal “Cura Italia” (250 milioni) e dal “Decreto Rilancio” (190). Le Regioni possono integrare. Indennità infettivologica e straordinari altri punti problematici
Autonomia, il ministro Boccia: «Testo in pre-consiglio. Non inciderà sul Patto per la Salute»
Ad annunciarlo il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia ospite del convegno “Sanità e autonomia speciale in Sicilia” tenutosi a Palermo
ECM, lettera Omceo Palermo. Toti Amato: «Completare crediti per evitare sanzioni»
Il presidente dell'Ordine dei medici, Toti Amato, sollecita tutti gli iscritti della provincia di Palermo a rispettare le direttive diffuse dalla Fnomceo (Federazione nazionale degli Ordini dei medici-chirurghi e odontoiatri), che ha attivato un Dossier formativo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 17 settembre, sono 227.070.462 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.670.479 i decessi. Ad oggi, oltre 5,81 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Aumentano i contagi tra i sanitari: 600% in più in un mese, l’84% sono infermieri

La presidente FNOPI Mangiacavalli interpreta i dati dell'ISS. Anche nel Regno Unito gli studi confermano che la protezione dall'infezione si riduce dopo 5 mesi dalla seconda dose per Pfizer e AstraZen...
Salute

Pericarditi e miocarditi dopo il vaccino, Perrone Filardi (SIC): «Casi rari e mai gravi»

Dopo i casi della pallavolista Marcon e del calciatore Obiang colpiti da pericardite e miocardite, la parola al professor Pasquale Perrone Filardi, presidente eletto della Società Italiana di C...
di Federica Bosco