Politica 4 Dicembre 2019

Autonomia, il ministro Boccia: «Testo in pre-consiglio. Non inciderà sul Patto per la Salute»

Ad annunciarlo il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia ospite del convegno “Sanità e autonomia speciale in Sicilia” tenutosi a Palermo

Immagine articolo

Il testo sul regionalismo differenziato «è già in pre-consiglio». Ad annunciare l’approdo del testo di legge al Consiglio dei Ministri è il ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia ospite del convegno “Sanità e autonomia speciale in Sicilia” tenutosi a Palermo.

«Ci stiamo lavorando. Il testo è pronto, appena licenziamo gli ultimi passaggi» ha dichiarato ai microfoni di Sanità Informazione il Ministro appena giunto sul posto.

Ad inaugurare la stagione dell’autonomie non sarà un emendamento al Bilancio, come si preannunciava negli ultimi giorni. «Sarà un disegno di legge collegato alla Manovra, perché questo è l’impegno che la maggioranza e il Governo ha assunto davanti alle Camere». «Siamo rigorosi e rispettosi delle procedute parlamentari. Era un mio dovere preparare un collegato alla manovra, ora il Collegato è pronto. Ovviamente – precisa – alla fine l’ultima parola la darà il Parlamento».

Il provvedimento, rassicura Boccia, non inciderà sullo stanziamento delle risorse del Patto della Salute. «Il Ministro Speranza ha già definito l’accordo qualche giorno fa e andrà in Stato-Regioni presto. C’è una condivisione generale. Assolutamente non tocca il Patto della Salute». Tuttavia, precisa: «Tocca le regole costituzionali che devono essere rispettate quando si avviano le intese ai sensi del 116 (ndr. Autonomie delle regioni a statuto speciale). Quando si attiverà il 116 e la legge quadro sarà entrata in vigore, bisognerà rispettare anche il 119 la perequazione, il 117 e il 118. In altre parole, perequazione infrastrutturale e a favore delle aree in ritardo di sviluppo, tra Nord e Sud e anche per le aree di montagna e quelle interne, avranno una priorità e avranno una priorità i Livelli essenziali di prestazione. Ci sarà la definizione dei Lep per tempo. Insomma, tutti i temi che avevano portato a molte incomprensioni e secondo me deve essere considerata una proposta del Paese. Non ha colori politici questa proposta, serve a mettere in sicurezza questo Paese».

LEGGI: AUTONOMIA DIFFERENZIATA, IL MINISTRO BOCCIA: «PUNTO DI PARTENZA È LOTTA ALLE DISEGUAGLIANZE IN SANITÀ»

Articoli correlati
Patto per la salute, assistenti sociali soddisfatti. Gazzi (Cnoas): «Dignità e cura insieme. Centrale integrazione socio-sanitaria»
Il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Assistenti sociali: «Bene il Patto per la Salute, da gennaio lavoreremo affinchè non resti sulla carta»
Patto per la Salute, raggiunta l’intesa. Accordo sul ‘care giver’ familiare e specializzandi in corsia
La Conferenza delle Regioni ha dato il via libera, unanime, al documento di programmazione 2019-2021 che attende ora soltanto il passaggio formale della Conferenza Stato-Regioni
Le Sardine (in camice bianco) scendono in piazza: «Basta odio medico-paziente. Subito nuovo patto per la salute»
A Piazza San Giovanni centinaia di cappelli e magliette: «Basta alle aggressioni e alle campagne denigratorie». L’europarlamentare Bartolo: «Fare il necessario per recuperare fiducia pazienti con ascolto e formazione». Il fondatore Santori: «Il populismo che sminuisce le competenze non ci ha fatto bene»
Regioni contro spoil system in Agenas. E slitta la firma del Patto per la Salute
I governatori di centrodestra contestano la volontà da parte del ministro Speranza di rimuovere il Dg di Agenas Francesco Bevere. Rilievi anche sulle norme per le assunzioni
Contratto, Quici (CIMO-Fesmed): «Firmiamo e poi disdiciamo». E sulle risorse alla sanità: «2 miliardi insufficienti, serve shock»
Il presidente della Federazione CIMO-Fesmed fa il bilancio dell’anno che sta per concludersi: «Un anno faticoso e importante, che ha posto le basi di un’aggregazione sindacale che rappresenterà 19mila medici»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...
Lavoro

«Mi sono licenziato dopo 11 anni ma nessuno mi ha chiesto perché…». Diventa virale lo sfogo di un medico su Facebook

Nel lungo post pubblicato nei giorni scorsi il dottor Luigi Milandri elenca i motivi per cui fare il medico in Italia è un lavoro che spesso non ripaga: «Ho scritto questo post perché avrei voluto ...