Voci della Sanità 20 Settembre 2016 15:30

Lazio: 88 nuove assunzioni negli ospedali regionali, 592 dall’inizio del 2016

«Sale a 592 – scrivono in una nota dalla Regione Lazio – il numero delle assunzioni per le strutture sanitarie del Lazio dall’inizio del 2016. Un numero in costante aumento, le assunzioni nel corso di quest’anno sono già oltre il doppio del 2015: è un dato in continua crescita, basti pensare che nei tre anni […]

«Sale a 592 – scrivono in una nota dalla Regione Lazio – il numero delle assunzioni per le strutture sanitarie del Lazio dall’inizio del 2016. Un numero in costante aumento, le assunzioni nel corso di quest’anno sono già oltre il doppio del 2015: è un dato in continua crescita, basti pensare che nei tre anni precedenti, tra il 2013 e il 2015, le assunzioni sono state in tutto 468».

A queste si aggiungono 88 nuove assunzioni, in particolare: 32 unità di personale a tempo indeterminato per l’Azienda ospedaliera San Giovanni: in particolare sei medici d’urgenza, venti infermieri e sei ostetriche; 6 medici per il Policlinico Umberto I: un radiologo per ictus, tre neonatologi per l’attività della terapia intensiva neonatale, due neurochirurghi per neurotrauma; 16 assunzioni per la Asl Roma 1: 10 medici: due chirurghi maxillo facciale, due ginecologi, due ortopedici, due neuropsichiatri infantili, un direttore di presidio, un neonatologo. A questi si aggiungono una ostetrica e cinque tecnici; 34 unità di personale per la Asl Roma 2: nel dettaglio si tratta di 18 medici tra cui cinque medici d’urgenza, cinque anestesisti, due neonatologi, due oncologi, due medici di riabilitazione, uno psichiatra e un ginecologo. A questi si aggiunge l’autorizzazione ad assumere cinque ostetriche e undici terapisti della riabilitazione.

«In totale dal 2013 le assunzioni sono 1.060. Con lo sblocco progressivo del turn over è stata effettuata una vera e propria svolta nella sanità di tutto il Lazio –lo ha detto il presidente, Nicola Zingaretti – . Questi professionisti rappresentano nuova energia per le strutture ospedaliere di Roma e del territorio, un altro segnale tangibile di come si possono cambiare concretamente le cose».

Articoli correlati
Lazio, via a piano straordinario per recuperare le liste di attesa
La Giunta regionale del Lazio presenta il Piano di recupero delle liste d'attesa per un investimento pari a 48 milioni di euro. Previste strutture aperte la sera e nel weekend
Nomine DG, Magi: «Auguri di buon lavoro ai direttori generali neo eletti»
Tra conferme e nuove nomine l’Omceo capitolino si augura che la sanità del Lazio insista nel percorso di risanamento intrapreso in questi anni
Ucraina, Sanità del Lazio pronta ad accogliere pazienti e inviare equipe sanitarie specializzate
Alessio D’Amato, assessore alla Sanità del Lazio: «Il nostro sistema sanitario regionale è già testato alle emergenze: ci siamo presi cura dei malati di Covid-19 provenienti dalla Romania e degli afghani durante la fuga da Kabul»
Concorso Medicina Generale in Lazio: 304 posti. Cosa ne pensano i candidati?
Per alcuni un sogno da realizzare, per altri una sfida per migliorare il mestiere, per altri ancora una seconda chance. Le impressioni raccolte a Fiera di Roma tra i partecipanti al Concorso per il corso di formazione in Medicina Generale
Sanità Lazio, nuovo accordo per stabilizzare i precari. Da aprile le prime assunzioni
Cgil, Cisl e Uil: «Resta la necessità di nuove contrattualizzazioni straordinarie per rinforzare la rete del Ssr»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 10 agosto, sono 586.482.524 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.423.901 i decessi. Ad oggi, oltre 11,99 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale