Formazione 18 ottobre 2016

Labbro leporino, missione dei medici italiani in Burkina Faso: «Qui per regalare un sorriso ai bambini»

Ogni anno nel mondo 170mila bambini nascono con malformazioni al volto. “Emergenza Sorrisi” e Consulcesi Onlus offrono assistenza medica e formazione per il personale sanitario in Africa Occidentale. Intervista al dottor Massimo Abenavoli: «Impegno rivolto sia ai medici che ai piccoli pazienti. Creiamo le condizioni perché i Paesi in via di sviluppo lavorino per la dignità e la serenità dei bambini e delle loro famiglie»

Garantire una vita migliore ai bambini del Burkina Faso. Ecco la missione dei 369 medici e infermieri di Emergenza Sorrisi, organizzazione umanitaria formata da volontari che si adoperano per la cura di bambini colpiti da labbro leporino e altre patologie invalidanti. La missione è partita il 17 ottobre insieme alla formazione del personale sanitario locale. Il progetto vede la partecipazione di Consulcesi Onlus, che da sempre mette a disposizione le proprie risorse per fronteggiare emergenze umanitarie.

Secondo i dati raccolti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, il Burkina Faso si colloca fra le nazioni con le aspettative di vita più basse. Ogni anno nascono 170.000 bambini con malformazioni al volto, in particolare, il labbro leporino.

«L’importanza di questa missione in Burkina Faso è direttamente proporzionale al dramma che ogni giorno vivono i bambini affetti da malformazioni». Spiega Fabio Massimo Abenavoli, specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva e Chirurgia Maxillo-Facciale, fondatore e Presidente di Emergenza Sorrisi, che guiderà la missione insieme al dottor Stefano Morelli, medico di Terapia Intensiva Cardiochirurgica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. «Dal 2007 come organizzazione lavoriamo in numerosi Paesi in Medioriente e Africa e sempre con l’impegno dei nostri volontari che gratuitamente offrono la loro elevata professionalità, medici, infermieri, tutti specialisti con un grande bagaglio di umanità». «Il nostro impegno è per i bambini, ma anche per i medici locali, allo scopo di creare le condizioni affinché nei Paesi in via di sviluppo si possa lavorare per la serenità e la dignità di questi bimbi e delle loro famiglie».

Emergenza Sorrisi dal 2007 ha aiutato quasi 4mila bambini migliorando le loro condizioni di vita. Per sostenere il loro impegno è già attiva fino al 30 ottobre la campagna “Accoglienza e Sorrisi” durante la quale inviare sms solidali dal valore di 2 Euro al 45520 da cellulari Tim, Vodafone, Wind, 3 e Tiscali; è possibile anche donare 2 o 5 Euro chiamando il 45520 da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb, Tiscali oppure 5 euro chiamando da rete fissa il 45520 per clienti Vodafone.

Il provider ECM 2506 Sanità in-Formazione ed Emergenza Sorrisi hanno già collaborato con successo alla realizzazione di 5 corsi FAD (Formazione a Distanza) sugli interventi chirurgici di ricostruzione in caso di patologie invalidanti, grazie al contributo scientifico del dottor Abenavoli. Il primo dei corsi, disponibile sulla piattaforma del Provider ECM 2506 Sanità in-Formazione, offre a medici e infermieri un approfondimento sulle più recenti tecniche e metodiche di chirurgia estetica e ricostruttiva del labbro.

Articoli correlati
Emergenza Sorrisi festeggia il decennale e parte per il Senegal. Il Presidente Abenavoli: «Altra grande sfida»
Formare i medici locali e operare i bambini affetti da palatoschisi: ecco gli obiettivi di Emergenza Sorrisi. La ONG, guidata dal chirurgo plastico Fabio Massimo Abenavoli, festeggia dieci anni di attività con una mostra fotografica che raccoglie tutte le missioni umanitarie fatte finora
ECM e medici del lavoro, cosa dice la normativa?
E’ il Decreto 81/2008 che fissa il limite minimo del 70% dell’obbligo formativo nella disciplina “Sicurezza nei luoghi di lavoro”. Pertanto, se ad esempio l’obbligo formativo standard è di 150 crediti nel triennio, il Decreto 81 impone ai medici del lavoro di conseguire almeno 105 crediti (pari al 70%) nella disciplina “Sicurezza nei luoghi di […]
Cos’è il dossier formativo?
Sempre sul sito COGEAPS (www.cogeaps.it ) ogni medico può volontariamente attivare il proprio Dossier Formativo, cioè dichiarare gli obiettivi formativi che si prefigge di raggiungere, che poi andrà riscontrato con gli eventi effettivamente frequentati. Al termine del periodo di osservazione, sarà quindi possibile verificare da un lato i fabbisogni formativi attesi e dall’altro la formazione effettivamente […]
Emergenza Sorrisi, il decennale dell’organizzazione. Abenavoli: «Ci auguriamo altri dieci anni di sorrisi»
Ripercorrere le tappe di Emergenza Sorrisi dalla sua fondazione nel 2007 fino ad oggi, questo lo scopo del Convegno dal titolo "10 anni di cooperazione con Emergenza Sorrisi”, che si è svolto alla Camera dei Deputati
Stefano De Lillo si candida all’Omceo Roma: «Superare le divisioni per lavorare uniti per il meglio dei medici»
«Superare le divisioni e lavorare insieme per rilanciare l’immagine del medico nella società». Così Stefano De Lillo ha presentato la sua candidatura alla presidenza dell’OMCeO di Roma
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...