Meteo 16 maggio 2017

Pet therapy al Fatebenefratelli di Roma per i pazienti oncologici

Si chiamano Pesca e Dafne, sono due cani di piccola taglia e faranno compagnia ai malati di cancro dell’ospedale romano dell’Isola Tiberina mentre attendono una visita o un trattamento chemioterapico. La pet therapy, che assicura diversi ed importanti benefici ai pazienti, è già stata introdotta in reparti di pediatria, RSA e negli hospice ospedalieri della […]

Si chiamano Pesca e Dafne, sono due cani di piccola taglia e faranno compagnia ai malati di cancro dell’ospedale romano dell’Isola Tiberina mentre attendono una visita o un trattamento chemioterapico. La pet therapy, che assicura diversi ed importanti benefici ai pazienti, è già stata introdotta in reparti di pediatria, RSA e negli hospice ospedalieri della Capitale, ma è la prima volta che sbarca in un reparto ospedaliero. Insieme all’equipe di psicologi e addestratori dell’associazione Aniaa (Associazione nazionale interventi assistiti con animali), i due cagnolini favoriranno il rilassamento e l’allontanamento di pensieri poco piacevoli dei malati, assicurandone una migliore presenza in ospedale.

Articoli correlati
Breast unit al Fatebenefratelli per la cura del tumore al seno
Nel nuovo Centro integrato di Senologia per il trattamento delle patologie mammarie dell’Ospedale Fatebenefratelli-Isola Tiberina nasce la breast unit per il tumore al seno
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Lavoro

«Ritardi e penalizzazioni, no a Italia senza medici» parla Noemi Lopes (FIMMG Giovani), in piazza il 28 settembre

«Un ricambio generazionale sempre più ingessato, una fuga di cervelli sempre più massiccia, crollo della medicina generale: ecco il futuro del comparto medico italiano». Bando per l’accesso alle...