28 Gennaio 2021

Sanità, che cosa aspettarsi dal 2021?

Ci lasciamo alle spalle un anno drammatico: non sono mancati gli errori, ma sono arrivati anche i successi. Entrambi ci hanno insegnato qualcosa, hanno gettato le basi per costruire una sanità migliore.
Come sarà quella del 2021?

Ci lasciamo alle spalle un anno drammatico: non sono mancati gli errori, ma sono arrivati anche i successi. Entrambi ci hanno insegnato qualcosa, hanno gettato le basi per costruire una sanità migliore.
Come sarà quella del 2021?
In questa prima puntata del Magazine di approfondimento sanitario di Sanità Informazione cercheremo di rispondere a questo interrogativo ascoltando le voci di rappresentanti politici, istituzionali, del mondo universitario e della cittadinanza.

Partiremo dalle proposte di Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali della Camera, per poi trarre un bilancio, tra tagli e investimenti, in compagnia del professore Americo Cicchetti, docente alla facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.

Dalla Camera dei deputati ci sposteremo in Senato, per ascoltare le priorità della presidente della Commissione Sanità Annamaria Parente. In diretta con Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie (Simg) parleremo dell’assistenza territoriale. E infine, le liste di attesa e le soluzioni di Cittadinanzattiva attraverso la testimonianza della vice-segretario nazionale Francesca Moccia.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Tags

sanità 2021
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.