Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Prevenzione 11 Giugno 2018

Malattie non trasmissibili: i quattro principali fattori di rischio

I fattori di rischio sono caratteristiche che aumentano la probabilità di insorgenza della malattia, soprattutto quella cardiovascolare. Per questo, è bene ridurre il rischio cardiovascolare abbassando il livello dei fattori di rischio modificabili, mettendo in atto uno stile di vita sano. Quali sono i fattori di rischio “modificabili” e su cui possiamo  – e dobbiamo […]

Immagine articolo

I fattori di rischio sono caratteristiche che aumentano la probabilità di insorgenza della malattia, soprattutto quella cardiovascolare. Per questo, è bene ridurre il rischio cardiovascolare abbassando il livello dei fattori di rischio modificabili, mettendo in atto uno stile di vita sano.

Quali sono i fattori di rischio “modificabili” e su cui possiamo  – e dobbiamo – intervenire per preservare la nostra salute? Ce li elenca la dottoressa Maria Migliore (Direzione Generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute) : «È ormai riconosciuto a livello internazionale che i quattro fattori di rischio che possono generare mortalità, morbilità disabilità e le patologie più invalidanti, sono essenzialmente: il consumo rischioso e dannoso di alcol, il fumo, una scorretta alimentazione e una ridotta attività fisica. Questi sono i fattori di rischio che incidono sopratutto sulle malattie cardiovascolari, i tumori e il diabete».

In sintesi, gli stili di vita salutari per prevenire le malattie non trasmissibili sono:

SMETTERE DI FUMARE

Il fumo, sia attivo che passivo, è un fattore di rischio modificabile e uno dei più pericolosi per la salute del cuore.

SEGUIRE UNA SANA ALIMENTAZIONE

Un’alimentazione varia che prevede un regolare consumo di pesce (almeno 2 volte alla settimana), un limitato consumo di grassi saturi (carne, burro, formaggi, latte intero), povera di sodio (contenuto nel sale) e ricca di fibre (verdura, frutta, legumi) mantiene a un livello favorevole la colesterolemia e la pressione arteriosa.

SVOLGERE ATTIVITÀ FISICA

L’esercizio fisico regolare rafforza il cuore e migliora la circolazione del sangue. È sufficiente camminare per 30 minuti al giorno magari salendo le scale a piedi o parcheggiando l’automobile lontano dal posto di lavoro.

CONTROLLARE IL PESO

Il peso è collegato al tipo di alimentazione che seguiamo ed all’attività fisica svolta: il giusto peso è il giusto equilibrio tra le calorie introdotte con l’alimentazione e quelle spese con l’attività fisica.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 maggio, sono 158.957.229 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.303.877 i decessi. Ad oggi, oltre 1,30 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco