Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Prevenzione 11 Giugno 2018

Malattie non trasmissibili: i quattro principali fattori di rischio

I fattori di rischio sono caratteristiche che aumentano la probabilità di insorgenza della malattia, soprattutto quella cardiovascolare. Per questo, è bene ridurre il rischio cardiovascolare abbassando il livello dei fattori di rischio modificabili, mettendo in atto uno stile di vita sano. Quali sono i fattori di rischio “modificabili” e su cui possiamo  – e dobbiamo […]

Immagine articolo

I fattori di rischio sono caratteristiche che aumentano la probabilità di insorgenza della malattia, soprattutto quella cardiovascolare. Per questo, è bene ridurre il rischio cardiovascolare abbassando il livello dei fattori di rischio modificabili, mettendo in atto uno stile di vita sano.

Quali sono i fattori di rischio “modificabili” e su cui possiamo  – e dobbiamo – intervenire per preservare la nostra salute? Ce li elenca la dottoressa Maria Migliore (Direzione Generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute) : «È ormai riconosciuto a livello internazionale che i quattro fattori di rischio che possono generare mortalità, morbilità disabilità e le patologie più invalidanti, sono essenzialmente: il consumo rischioso e dannoso di alcol, il fumo, una scorretta alimentazione e una ridotta attività fisica. Questi sono i fattori di rischio che incidono sopratutto sulle malattie cardiovascolari, i tumori e il diabete».

In sintesi, gli stili di vita salutari per prevenire le malattie non trasmissibili sono:

SMETTERE DI FUMARE

Il fumo, sia attivo che passivo, è un fattore di rischio modificabile e uno dei più pericolosi per la salute del cuore.

SEGUIRE UNA SANA ALIMENTAZIONE

Un’alimentazione varia che prevede un regolare consumo di pesce (almeno 2 volte alla settimana), un limitato consumo di grassi saturi (carne, burro, formaggi, latte intero), povera di sodio (contenuto nel sale) e ricca di fibre (verdura, frutta, legumi) mantiene a un livello favorevole la colesterolemia e la pressione arteriosa.

SVOLGERE ATTIVITÀ FISICA

L’esercizio fisico regolare rafforza il cuore e migliora la circolazione del sangue. È sufficiente camminare per 30 minuti al giorno magari salendo le scale a piedi o parcheggiando l’automobile lontano dal posto di lavoro.

CONTROLLARE IL PESO

Il peso è collegato al tipo di alimentazione che seguiamo ed all’attività fisica svolta: il giusto peso è il giusto equilibrio tra le calorie introdotte con l’alimentazione e quelle spese con l’attività fisica.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, l’esperto: «Ecco cosa cambia dopo circolare INPS»

Anche chi ha studiato prima del 1996 può richiederlo. Tomi (F.F.S. S.r.l. e collaboratore di Consulcesi & Partners): «Possibile riscattare fino a 5 anni di studi universitari versando la somma di 5....
Salute

Coronavirus e Sars, la storia che si ripete. Ecco cosa è successo nel 2003

Anche la Sindrome Acuta Respiratoria Grave si diffuse dalla Cina al resto del mondo con le stesse modalità. La patologia causò 800 morti
Non Categorizzato

La diffusione del Coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 febbraio 2020 sono 80.248 i casi di Covid-19 confermati in tutto il mondo. I pazienti guariti e dimessi dagli ospedali sono 27.768 mentre i morti sono 2.704. I CASI IN ITALIA Bollettino delle or...