Salute 18 Luglio 2023 13:45

Chirurgia della tiroide, alla Asl Roma 4 attività potenziate con un nuovo servizio presso l’Ospedale Padre Pio di Bracciano

L’equipe multidisciplinare seguirà i pazienti in modo personalizzato dalla diagnosi ai controlli periodici

Le patologie correlate alla tiroide hanno subito un notevole incremento tra l’utenza del territorio della Asl Roma 4 che, già da diversi anni, ha attivato, presso il presidio sanitario San Paolo di Civitavecchia, un Ambulatorio dedicato di Endocrinochirurgia che rientra tra le varie patologie trattate presso l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Generale, diretta dal dottor Pasquale Lepiane.

A questo spazio, dallo scorso febbraio, se ne è affiancato un altro presso l’ospedale Padre Pio di Bracciano, coordinato e diretto sempre dal Dott. Lepiane e dai suoi collaboratori, il dottor Antonio De Carlo e il dottor Daniele Cavaniglia.

Successo crescente per il nuovo presidio

“Presso il nuovo ambulatorio del Presidio Padre Pio – ha spiegato il dottor De Carlo – vengono garantite le medesime prestazioni, fino a poco fa svolte solo al San Paolo. Il paziente che si rivolge a noi è sicuro di ricevere una presa in carico aderente alle linee guida nazionali, dalla diagnosi alla terapia farmacologica e, nei casi accuratamente selezionati, all’intervento chirurgico. Il tutto all’interno di un’unica sede senza il disagio di doversi spostare. Pur trattandosi di una realtà appena costituita, gli accessi sono in continuo aumento, segnale che il servizio corrisponde ai bisogni dell’utenza di riferimento”.

L’ambulatorio di Bracciano ha iniziato la sua attività a febbraio e ha un numero crescente di prime visite, senza aver intaccato l’attività di quello di Civitavecchia che, dall’inizio di quest’anno ha registrato un aumento del 20% delle prime visite, rispetto al 2022. La sinergia tra i due ambulatori ha permesso di aumentare, in questi primi mesi dell’anno, anche del 30% il numero degli interventi chirurgici rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Gli utenti, in entrambi i presidi, hanno a disposizione un’equipe multidisciplinare composta da endocrinologo, radiologo e chirurgo, che garantisce al paziente di essere seguito nel suo percorso in modo personalizzato, dalla diagnosi ai controlli periodici.

Nuove tecnologie e chirurgie innovative

“La prima visita – ha continuato il dottor De Carlo – può avere esiti diversi: l’ambulatorio è in grado di offrire agoaspirato, prescrizione del piano terapeutico, intervento chirurgico”.

“L’attività chirurgica legata alle patologie tiroidee – ha poi continuato il Direttore della U.O.C. Chirurgia della Roma 4, il dottor Pasquale Lepiane – viene eseguita in regime di week surgery. Si tratta di una chirurgia delicata dal punto di vista tecnico inquanto la ghiandola tiroidea è in tutta prossimità con i nervi ricorrenti, deputati al movimento delle corde vocali, alla fonazione ed alla respirazione. Abbiamo, poi, affinato la tecnica chirurgica, dando così importanza anche all’aspetto estetico, e vengono eseguite, nella maggior parte dei casi, piccole incisioni tra le pieghe del collo da sembrare quasi invisibili”.

Nell’ottica di elevare gli standard di sicurezza in campo chirurgico da qualche mese l’equipe sta sperimentando un nuovo dispositivo tecnologico, che consente il neuromonitoraggio intraoperatorio del nervo ricorrente. Uno strumento questo, che aiuta il chirurgo nelle fasi più delicate dell’intervento.

“Si tratta di un presidio tecnologico che ci permette di svolgere l’intervento chirurgico nella maniera più appropriata e sicura possibile, individuando con esattezza il decorso del nervo ricorrente, struttura che innerva le corde vocali, in tutte le fasi dell’intervento – ha concluso il dottor Cavaniglia – Potersi avvalere di uno strumento del genere significa per il paziente maggiori garanzie di risultato. L’utilizzo di tecnologie all’avanguardia unite a tecniche di chirurgia innovative fanno sì che i nostri due presidi ospedalieri sono in grado di offrire prestazioni di alta qualità, al pari dei grandi Ospedali della Capitale e non solo”.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...
Advocacy e Associazioni

Porpora trombotica trombocitopenica. ANPTT Onlus celebra la III Giornata nazionale

Evento “WeHealth” promosso in partnership con Sanofi e in collaborazione con Sics Editore per alzare l’attenzione sulla porpora trombotica trombocitopenica (TTP) e i bisogni ancora i...