30 Ottobre 2018

Mauro Menzietti

Presidente nazionale dell'ANA

È Mauro Menzietti il nuovo presidente dell’ANA, l’Associazione Nazionale Audioprotesisti, eletto a Rimini, nel corso della giornata conclusiva del XIX Congresso FIA (Federazione Italiana Audioprotesisti), ospitato dal 26 al 28 ottobre nella cornice del Palacongressi della città romagnola. «Considero la mia elezione un punto di partenza e non un traguardo – sono le parole del […]

È Mauro Menzietti il nuovo presidente dell’ANA, l’Associazione Nazionale Audioprotesisti, eletto a Rimini, nel corso della giornata conclusiva del XIX Congresso FIA (Federazione Italiana Audioprotesisti), ospitato dal 26 al 28 ottobre nella cornice del Palacongressi della città romagnola.

«Considero la mia elezione un punto di partenza e non un traguardo – sono le parole del neoeletto presidente -, perché da oggi ci metteremo subito al lavoro per tutti gli audioprotesisti italiani che hanno riposto in noi la loro fiducia. C’è tanto da fare – è il proposito di Menzietti – c’è ancora tanta gente che non sa di avere un problema di udito, perché non ha mai effettuato un controllo ed è qui che bisogna agire: la parola d’ordine è la prevenzione, che significa alimentare una corretta cultura della protezione dell’udito, a partire dai bambini, passando dai lavoratori, fino alle persone più anziane. Lavoreremo a sostegno di una politica a favore degli screening e dei controlli periodici dell’udito, per favorire la massima diffusione della soluzione acustica come strumento fondamentale in terza età per conservare le abilità cognitive e prevenire tutte le conseguenze legate alla perdita dell’autosufficienza». Così, il neopresidente ANA delinea i punti fondamentali del suo mandato, con il ruolo dell’audioprotesi italiana, sempre più vicina alla gente. «Punteremo alla valorizzazione del sistema aziendale italiano – auspica Menzietti – investendo sulla massima qualità dei prodotti e dei servizi, su un alto livello di formazione per i tecnici audioprotesisti, sulla capillarità e la massima disponibilità per soddisfare i bisogni di un’utenza destinata a diventare sempre più ampia».

«Questa nomina, inoltre – conclude – è un grande onore per me e per la mia famiglia, che da 62 anni porta avanti con passione e qualità una visione imprenditoriale etica e sociale, vicina al territorio in Abruzzo, Basilicata, Molise, Puglia e Umbria. Ringrazio di cuore mio padre, Nino Menzietti, il fondatore, mio cognato Antonio Lauriola, l’ANA e l’ANAP che mi hanno sostenuto e tutta la mia squadra di oltre 100 collaboratori, persone speciali che ogni giorno, come me, credono sia possibile migliorare il mondo, partendo dal nostro piccolo pezzetto di quotidiano».

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone