20 Gennaio 2020 13:52

Mauro Mazzoni

Coordinatore Nazionale FASSID

Nella Segreteria di sabato 18 gennaio è stato nominato Coordinatore Nazionale FASSID Mauro Mazzoni. Al suo quinto coordinamento, succede a Corrado Bibbolino, come previsto nello statuto della FASSID, che vede governare a rotazione i Segretari Nazionali delle sigle afferenti AIPaC, AUPI, SIMeT, SiNaFO, SNR. FASSID rappresenta oggi la più grande organizzazione sindacale della medicina dei servizi, […]

Nella Segreteria di sabato 18 gennaio è stato nominato Coordinatore Nazionale FASSID Mauro Mazzoni. Al suo quinto coordinamento, succede a Corrado Bibbolino, come previsto nello statuto della FASSID, che vede governare a rotazione i Segretari Nazionali delle sigle afferenti AIPaC, AUPI, SIMeT, SiNaFO, SNR.

FASSID rappresenta oggi la più grande organizzazione sindacale della medicina dei servizi, nei quali sono presenti tutti dirigenti medici e sanitari pubblici. Mazzoni, Segretario Nazionale dei medici del territorio SIMET, già direttore UOC SIAN, esperto di sicurezza alimentare, svolge docenze in temi di igiene e prevenzione ed è sindacalista di lungo corso. Al centro del suo impegno in FASSID il monitoraggio e la corretta applicazione del  contratto appena siglato in tutto il territorio nazionale, nei tempi e nei modi previsti: «Questo contratto, il primo contratto unico della dirigenza sanitaria e medica, rappresenta un caposaldo. Non accetteremo diverse applicazioni, monitorando un approccio uniforme su tutto il territorio nazionale e pari dignità di trattamento  per tutti i dirigenti. E ci aspettiamo chiarezza nella gestione dei concorsi, senza piccole, improbabili sortite né scappatoie fuori dalla storia, come quelle di richiamare al lavoro i pensionati. Mancano i medici. E’ tempo di aprire ai giovani» ha affermato il nuovo coordinatore.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

World Obesity Day: oltre un miliardo di obesi nel mondo, quadruplicati in 30 anni i bimbi oversize

L'analisi pubblicata su ‘Lancet’: la quota di 'oversize' fra gli adulti è più che raddoppiata nelle donne e quasi triplicata negli uomini dal 1990 al 2022, nell'arco di una t...
di I.F.
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...
Advocacy e Associazioni

Screening oncologici, da Pazienti e Clinici la richiesta di un’azione più incisiva per ampliare l’offerta e aumentare l’adesione dei cittadini

Tra le proposte degli esperti: introdurre la prevenzione come materia di insegnamento nelle scuole, digitalizzare i processi di invito allo screening, promuovere un’informazione costante e capil...
di I.F.
Lavoro

Nasce “Elenco Professionisti”, il network digitale di Consulcesi Club dedicato agli specialisti della Sanità

L’obiettivo è aiutare il professionista a migliorare la sua visibilità all’interno della comunità medico-scientifica e facilitare i contatti tra operatori. Simona Gori...