13 Maggio 2022 11:16

Marco Soncini

PRESIDENTE NAZIONALE GASTROENTEROLOGI OSPEDALIERI AIGO

Il Dottor Marco Soncini, Direttore del Dipartimento Medico dell’ASST di Lecco, è il nuovo Presidente Nazionale dei Gastroenterologi Ospedalieri AIGO. L’Associazione Italiana Gastroenterologi ed Endoscopisti Digestivi Ospedalieri è la principale società scientifica del settore, che raccoglie duemila specialisti in tutte le regioni italiane. Marco Soncini, classe 1957, ha alle spalle una lunga carriera nelle corsie […]

Il Dottor Marco Soncini, Direttore del Dipartimento Medico dell’ASST di Lecco, è il nuovo Presidente Nazionale dei Gastroenterologi Ospedalieri AIGO. L’Associazione Italiana Gastroenterologi ed Endoscopisti Digestivi Ospedalieri è la principale società scientifica del settore, che raccoglie duemila specialisti in tutte le regioni italiane.

Marco Soncini, classe 1957, ha alle spalle una lunga carriera nelle corsie degli ospedali di Gallarate (Va) e Milano prima di approdare nel 2019 all’ASST di Lecco dove oggi ricopre il ruolo di Direttore del Dipartimento Medico. Relatore di numerosi convegni nazionali e internazionali in ambito gastroenterologico e docente di vari seminari formativi, ha curato anche importanti pubblicazioni scientifiche.

In AIGO dal 1999 ha ricoperto varie cariche, tra cui quella di Presidente Regionale Lombardia e di Consigliere nazionale, fino ad essere stato Presidente Eletto nel biennio 2020-2022, approdando oggi al vertice dell’Associazione.

“Ringrazio il Presidente uscente Fabio Monica e il Direttivo Nazionale per l’ottimo lavoro svolto – dichiara il neoeletto – e confido sul sostegno di tutti i soci di AIGO per proseguire i progetti scientifici e formativi che costituiscono un punto di forza della nostra associazione. I due anni della mia Presidenza coincidono con un periodo di straordinario cambiamento del sistema sanitario nazionale sia sulla rete ospedaliera, dove è fondamentale riaffermare il ruolo della gastroenterologia, che sul territorio dove l’organizzazione è ancora tutta da creare, ma certamente in piena sintonia con i medici delle cure primarie.

Dalla creazione di reti multidisciplinari e dal confronto con le istituzioni nazionali e regionali – continua Soncini – potrà costruirsi un moderno modello sanitario capace di rispondere alle esigenze di salute dei cittadini, rilanciare le attività preventive come per lo Screening del cancro del colon che riesce ad intercettare ogni anno circa 1500 cancri e oltre 10.000 adenomi avanzati o l’eradicazione dell’epatite C di cui è affetta circa l’1-1,5% della popolazione italiana”.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...