4 Giugno 2018

Drago Vuina

General Manager & Corporate Vice President di Novo Nordisk Italia

Vuina, 50 anni, croato, laureato presso la facoltà di farmacia e biochimica dell’università di Zagabria, con un master in biochimica medica, ha accettato questa nuova sfida dopo 23 anni di lavoro sempre per l’azienda danese leader nel settore del diabete, dove ha acquisito una solida esperienza nel campo farmaceutico. Ha iniziato nel 1995 il suo […]

Immagine articolo

Vuina, 50 anni, croato, laureato presso la facoltà di farmacia e biochimica dell’università di Zagabria, con un master in biochimica medica, ha accettato questa nuova sfida dopo 23 anni di lavoro sempre per l’azienda danese leader nel settore del diabete, dove ha acquisito una solida esperienza nel campo farmaceutico.

Ha iniziato nel 1995 il suo percorso professionale nell’affiliata croata di Novo Nordisk come informatore scientifico e, nel corso della sua carriera, ha ricoperto con successo ruoli di sempre maggiore responsabilità, ricevendo i Premi Novo Nordisk “European General Manager of the Year 2008” e “Global Sales Manager of the Year 2009”.

Nel 2011 è stato nominato Vice President di Novo Nordisk Europa dell’Est che comprende 17 Paesi diversi.

«Credo fermamente che il valore di un’azienda si basi sulle persone», sostiene Drago Vuina. «Il mio impegno in Novo Nordisk è quello di mettere il paziente al centro con l’ambizione di aiutarlo a vivere una vita migliore, più longeva e, un giorno, poter sconfiggere il diabete e altre malattie croniche», conclude.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone