26 ottobre 2018

Domenica Taruscio

Chair del Comitato Scientifico Interdisciplinare di IRDiRC

Domenica Taruscio è stata eletta Chair del Comitato Scientifico Interdisciplinare di IRDiRC (l’International Rare Diseases Research Consortium). Direttore del Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità, è una delle protagoniste del panorama scientifico internazionale sulle malattie rare. Ha coordinato importanti progetti europei nel settore, fra cui: NEPHIRD (costituzione di reti collaborative fra gli enti di […]

Domenica Taruscio è stata eletta Chair del Comitato Scientifico Interdisciplinare di IRDiRC (l’International Rare Diseases Research Consortium).

Direttore del Centro Nazionale Malattie Rare dell’Istituto Superiore di Sanità, è una delle protagoniste del panorama scientifico internazionale sulle malattie rare. Ha coordinato importanti progetti europei nel settore, fra cui: NEPHIRD (costituzione di reti collaborative fra gli enti di sanità pubblica), EUROPLAN (elaborazione di raccomandazioni per piani nazionali per i vari Paesi), EPIRARE (piattaforma europea per i registri di malattie rare).

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano