Salute 4 aprile 2018

Che cos’ha Cicciobello? Il morbillo. Ed è subito polemica

«Il morbillo non è un gioco» così Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e Roberto Burioni, noto medico pro-vax, prendono le distanze dal nuovo prodotto da ‘Giochi Preziosi’ che ha lanciato sul mercato il famoso bambolotto coperto da bollicine rosse. «Da sempre i bambini giocano al medico e al dottore», si difende l’azienda italiana

Immagine articolo

«Che cosa ha Cicciobello? È tutto coperto di pois! Aiutalo a guarire con i cerottini, la cremina e la magica salvietta!». Così recita lo slogan della réclame di Cicciobello Morbillino, il nuovo bambolotto dell’azienda Giochi Preziosi che ha indignato buona parte del mondo medico scientifico. A sua insaputa il paffuto bambolotto che questa volta si ammala di morbillo – nelle precedenti 40 versioni si fa ‘la bua’, ‘ha il raffreddore’, ‘fa la pappa’ etc. –  è stato accusato di «indurre ad una banalizzazione e sottovalutazione di una patologia, quella del morbillo, che, come tutte le malattie virali, è molto insidiosa», spiega Walter Ricciardi, Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità secondo il quale il prodotto andrebbe ritirato dal mercato.

Infatti il biondo bambolotto, che ha fatto fare preventiva pratica da mamme alle bambine dagli anni ’60 in poi, si ammala di morbillo e per essere curato ha bisogno soltanto di una salvietta (presente nel kit di pronto soccorso nella confezione) che magicamente cancella i puntini rossi su viso e braccia e risolve ogni problema. «Collegare una malattia come il morbillo a qualcosa di giocoso – afferma Ricciardi – è fuorviante. Si corre così il rischio di indurre le persone a preoccuparsi più del vaccino, che è sicuro, che della malattia che, invece, non è assolutamente banale» aggiunge il Presidente.

«Si tratta di un gioco, abbiamo fatto tutto in buona fede», si difende dalle accuse Dario Bertè, Ceo di Giochi Preziosi, rimasto particolarmente stupito dalla reazione all’ultimo prodotto della società. «Non pensiamo di aver fatto nulla di oltraggioso – prosegue – ripescando un concetto che è sempre esistito, quello delle bambole con la ‘bua’. Perché dovremmo ritirarlo? Il ritiro viene fatto solo dopo una decisione delle autorità. Noi produciamo giochi da una vita: i bambini hanno sempre giocato al dottore e all’ammalato con i bambolotti».

I maggiori rimproveri riguardano l’idea che il morbillo si possa curare con una pezza bagnata e una pennetta, «pensate davvero che un genitore vada in farmacia a chiedere la penna per curare il morbillo? – prosegue Bertè -. Piuttosto, penso che un bambino si informerà sulla malattia. Purtroppo è un periodo complicato, vista la polemica sui vaccini, ma non abbiamo pensato ci potessero essere criticità di questo tipo».

«Attendiamo il Cicciobello Linfomino e pure quello Meningitino» chiosa Roberto Burioni, il medico pro-vax che sul suo profilo Twitter condanna il nuovo prodotto dell’azienda di giocattoli. «Mi chiedo chi siano questi geni che banalizzano malattie gravi senza rispetto per i malati e per i loro familiari. E pensare – scrive Burioni – che me la prendo con gli antivaccinisti».

Foto tratta da www.giochipreziosi.it

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Ministro Grillo: «Priorità al personale. Assunzioni, borse per specialisti e contratto per contrastare liste d’attesa» | VIDEO
Primo incontro del nuovo titolare della Salute con gli Assessori della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. «Siamo arrivati in un ministero con tante zavorre, ce la metterò tutta», afferma il Ministro. Poi sul tema delle risorse: «Non ci faremo commissariare dal Mef»
Equità in salute: parte la Join Action Europea coordinata dall’ISS
Sarà l’Italia, attraverso l’Istituto Superiore di Sanità, a coordinare la Join Action Europea per ridurre le disuguaglianze di salute dei cittadini dell’Unione, con il supporto della Regione Piemonte, dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (AGENAS), dell’Istituto Nazionale Salute, Migrazioni e povertà (INMPI) e del Ministero della Salute. «Siamo felici di guidare un programma d’azione […]
Vaccini, il Ministro Grillo: «Mai stata contro. Sono presidio fondamentale di prevenzione»
«Qualunque titolo di giornale che abbia riportato il contrario ha detto il falso», chiarisce l’esponente M5S. Sulle liste d’attesa: «Ordinare materia per farla funzionare»
Pediatria, Congresso SIP. Il Presidente Villani: «Tasso mortalità infantile in Italia tra i più bassi al mondo»
Infanzia e adolescenza sotto osservazione per 6 giorni e a 360 gradi. Il Presidente della Società di Pediatria: «Una festa per ricordare quanto sia importante fare rete per poter vincere le sfide»
Un pediatra di famiglia su tre vaccina nel proprio studio
Oltre un terzo dei pediatri di famiglia lombardi ha l’abitudine di vaccinare nel proprio ambulatorio, sia nell’ambito di campagne pubbliche sia su richiesta dei genitori; questa attività è stata svolta per il 49% dal singolo pediatra e nel 51% dei casi in equipe tra pediatra, un altro medico o l’infermiere di studio. Inoltre, nella più recente esperienza […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Leucemia infantile, tra le cause anche la mancata esposizione ai microbi. La ricerca pubblicata su Nature

Il Professor Greaves, autore dello studio: «L’incidenza della leucemia linfoblastica acuta infantile è maggiore nei Paesi sviluppati, non a causa di onde elettromagnetiche o agenti chimici, ma deg...