Voci della Sanità 3 Maggio 2019 18:00

MolMed al 22° congresso dell’American Society of Gene and Cell Therapy sull’innovazione continua nella produzione dei vettori virali per uso clinico

Il congresso dell’ASGCT, considerato il più importante del settore, coinvolge medici, scienziati, ricercatori e tecnici da tutto il mondo con l’obiettivo di progredire le conoscenze e promuovere l’innovazione nell’applicazione clinica delle terapie geniche e cellulari a beneficio dei pazienti

MolMed al 22° congresso dell’American Society of Gene and Cell Therapy sull’innovazione continua nella produzione dei vettori virali per uso clinico

MolMed S.p.A. (MLMD.MI), azienda biotecnologica focalizzata su ricerca, sviluppo, produzione e validazione clinica di terapie geniche e cellulari per la cura del cancro e malattie rare, ha presentato le proprie eccellenze distintive nel corso della 22a edizione del congresso annuale dell’American Society of Gene and Cell Therapy (ASGCT) la società scientifica americana di Terapie Geniche e Cellulari, che si chiude oggi a Washington D.C., Stati Uniti. Il congresso dell’ASGCT, considerato il più importante del settore, coinvolge medici, scienziati, ricercatori e tecnici da tutto il mondo con l’obiettivo di progredire le conoscenze e promuovere l’innovazione nell’applicazione clinica delle terapie geniche e cellulari a beneficio dei pazienti.

MolMed ha partecipato al congresso insieme ai principali player mondiali del settore, presentando in due diverse sessioni i processi di continuo miglioramento e scale up utilizzati nella propria produzione dei vettori lentivirali. MolMed vanta un posizionamento tra i leader nello sviluppo e produzione di terapie cell & gene, grazie alla propria esperienza pluriennale nella produzione di cellule geneticamente modificate, che ad oggi sono già state utilizzate nel trattamento di oltre 250 pazienti in oltre 20 studi clinici, e ad una capacità produttiva di vettori che arriva fino a 200 litri per batch.

Forte della crescita del settore cell & gene a livello globale, MolMed prosegue nel suo percorso di eccellenza nell’identificazione e messa a punto dei processi più efficienti per una produzione su ampia scala di vettori lentivirali secondo le Good Manufacturing Practices (GMP), al fine di soddisfare le crescenti richieste del mercato, inclusi gli studi clinici sulle terapie avanzate, in forte espansione.

Articoli correlati
Robotica per la salute, Campus Biomedico-Inail-S. Anna avviano tre progetti innovativi
Caratterizzati dal forte approccio multidisciplinare di “WiFi-MyoHand”, “RGM5” e “3D-AID” puntano su soluzioni tecnologiche innovative e personalizzate per il recupero delle funzionalità motorie in persone amputate di arto superiore
Sanità digitale, grandi opportunità per la Cardiologia. Valente: «Utili controllo e monitoraggio dei pazienti a distanza»
Innovazione digitale e nuove tecnologie rappresentano le frontiere in ambito cardiovascolare, soprattutto in questi mesi di emergenza sanitaria. Serafina Valente, direttore della cardiologia dell’AOU di Siena, illustra a Sanità Informazione i vantaggi della digital health in cardiologia
Telemedicina, l’innovazione in cardiologia è sempre più digitale
Il Professore Fabrizio Ammirati spiega come la telemedicina e l’intelligenza artificiale affrontano la patologia dello scompenso cardiaco che ogni anno interessa un numero di italiani superiore a quelli affetti da COVID-19
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 gennaio, sono 97.536.545 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.091.848 i decessi. Ad oggi, oltre 57,58 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Lavoro

Medici di famiglia vaccinatori, Scotti (Fimmg): «Impensabile coinvolgerci a queste condizioni»

Il Segretario Nazionale si scaglia contro la mancanza di programmazione: «Per noi nessun fondo in Finanziaria, ma non esiste vaccinazione di massa senza medicina del territorio»