Voci della Sanità 16 Settembre 2022 17:10

IV Giornata nazionale della sicurezza delle cure, tre lectio magistralis nel webinar della FNO TSRM PSTRP celebra

La giornata è stata ufficialmente istituita nel nostro Paese con direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri del 4 aprile 2019. All’evento interverranno alcuni tra i massimi esperti mondiali di sicurezza delle cure e della persona assistita: Renè Amalberti, Peter Lachman e Jeffrey Braithwaite

Il 17 settembre si celebra la IV giornata nazionale per la sicurezza delle cure e della persona assistita, già “world patient safety day” (World health organization).

Nata per sottolineare che la sicurezza delle cure è parte costitutiva del diritto alla salute, come previsto nell’art. 1 della legge 24 del 2017, la giornata è stata ufficialmente istituita nel nostro Paese con direttiva del Presidente del Consiglio dei ministri del 4 aprile 2019, su proposta del Ministro della Salute e in accordo con la Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, aderendo alle indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS).

La Giornata mondiale della sicurezza dei pazienti (World Patient Safety Day), introdotta dalla 72a Assemblea mondiale della sanità e promossa a livello internazionale dall’OMS,  evidenzia come la sicurezza dei pazienti sia una priorità di salute globale e prevede la realizzazione di iniziative di sensibilizzazione e la simbolica illuminazione in colore arancione di monumenti nazionali dei singoli Paesi aderenti.

Lo slogan di quest’anno è “Medication Safety” con lo slogan “Medication Without Harm”: World Patient Safety Day 2022 (WHO).

Nel nostro Paese tutte le amministrazioni pubbliche sono chiamate a promuovere “l’attenzione e l’informazione sul tema della sicurezza delle cure e della persona assistita, nell’ambito delle rispettive competenze e attraverso idonee iniziative di comunicazione e sensibilizzazione”.

A tal proposito, il gruppo GReSS (Gestione del Rischio e Sicurezza in Sanità) FNO TSRM e PSTRP, in collaborazione con il gruppo SPePA (Sistema di Protezione e Polizza Assicurativa), promuove un webinar, domani 17 settembre, dalle ore 10:00 alle 13:00. 

È un’occasione per testimoniare l’importanza della giornata a livello globale e l’impegno della nostra Federazione, in sinergia con la Federazione nazionale degli Ordini della professione di Ostetrica, nel garantire cure sicure e di qualità per tutte le persone assistite. 

Il webinar verrà introdotto da tre lectio magistralis tenute da alcuni tra i massimi esperti mondiali di sicurezza delle cure e della persona assistita: prof. Renè Amalberti (in collegamento dalla Francia), il prof. Peter Lachman (in diretta streaming dall’Irlanda) e il prof. Jeffrey Braithwaite (attraverso un contributo video preregistrato dall’Australia).

Inoltre, durante il webinar, alcuni componenti e collaboratori del gruppo GReSS condivideranno le esperienze per specifico profilo professionale, che documentano l’impegno continuo e costante nel garantire sicurezza e qualità delle cure e della persona assistita.

Di seguito il contributo delle professioni sanitarie che interverranno: 

 

Articoli correlati
Calandra (TSRM PSTRP): «Il nuovo Ministro continui ad ascoltare le professioni»
La Presidente della Federazione multialbo delle professioni sanitarie sottolinea: «Il DM77 è un punto di partenza, ma ci aspettiamo che le nostre professioni siano chiamate in varietà e numero sufficiente a garantire tutti i servizi che è possibile erogare sul territorio». Poi annuncia l’istituzione di un tavolo paritetico con la FNOMCeO su libera professione e sanità territoriale
di Francesco Torre
Professioni sanitarie: chi si aggiudicherà gli oltre 30 mila posti disponibili?
Le possibilità di accesso, rispetto allo scorso anno, sono aumentate del 7,4%, per un totale di 32.884. In vetta alla classifica, con il maggior numero di posti disponibili, c’è l’infermieristica che potrà accogliere 19.375 aspiranti infermieri. A Sanità Informazione i sogni nel cassetto e il parere degli studenti su difficoltà dei test e numero chiuso
Terapisti delle neuro e psicomotricità dell’età evolutiva: più di 8 su 10 trovano lavoro subito dopo la laurea
Bonifacio (CDN): «Se è vero che chi si laurea in questo ambito trova facilmente un impiego è altrettanto vero che questo nella maggior parte dei casi non è né stabile, né rispondente alle aspettative del professionista sanitario. Si tratta di contratti a tempo determinato o collaborazioni libero professionali in ambito privato. Nel SSN c’è solo un terpista ogni 165 mila pazienti»
Elezioni 2022, la FNO TSRM e PSTRP scrive ai leader di partiti e movimenti politici
La Presidente Calandra: «Disponibili a un confronto con i candidati e gli eletti»
TSRM a Congresso dal 23 al 25 settembre, le richieste di Galdieri (CdA)
Al Congresso si parlerà di PNRR e delle questioni irrisolte della professione. La presidente della Cda Carmela Galdieri commenta il rinnovo del contratto del comparto: «Bene sulla valorizzazione ma molte perplessità sulla parte economica». Poi chiede di rivedere l’iter formativo
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi