OMCeO, Enti e Territori 17 maggio 2018

EndoLive 2018, al Policlinico Gemelli tutte le innovazioni per l’endoscopia digestiva

Le più importanti novità nell’ambito dell’endoscopia digestiva andranno in scena dal 16 al 18 maggio 2018 a Roma, in occasione di “EndoLive Roma 2018” presso l’Auditorium dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il workshop è organizzato dal professor Guido Costamagna, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Endoscopia Digestiva Chirurgica della Fondazione Policlinico A. Gemelli IRCSS – Università Cattolica […]

Le più importanti novità nell’ambito dell’endoscopia digestiva andranno in scena dal 16 al 18 maggio 2018 a Roma, in occasione di “EndoLive Roma 2018” presso l’Auditorium dell’Università Cattolica del Sacro Cuore.

Il workshop è organizzato dal professor Guido Costamagna, direttore dell’Unità Operativa Complessa di Endoscopia Digestiva Chirurgica della Fondazione Policlinico A. Gemelli IRCSS – Università Cattolica del Sacro Cuore. “EndoLive Roma 2018” sarà caratterizzato da dimostrazioni dal vivo delle più recenti tecniche di endoscopia digestiva diagnostica e terapeutica, cui si alterneranno letture magistrali tenute dai maggiori esperti mondiali.

L’evento inizierà il mercoledì con “Focus on ERCP”: un pomeriggio interamente dedicato all’endoscopia biliare e pancreatica. Infatti, un’attenzione particolare quest’anno sarà dedicata alla diagnosi e al trattamento delle malattie delle vie biliari e del pancreas.

La diagnosi precoce di molti tumori del distretto biliare e pancreatico è ancora molto difficile, nonostante i miglioramenti tecnologici più recenti. Molte delle neoplasie pancreatiche vengono ancora oggi diagnosticate in fase avanzata, o comunque quando non sono più operabili con intento curativo e radicale. Secondo molte statistiche solo un quinto dei pazienti con tumori del pancreas sono operabili. Inoltre, spesso è difficile avere diagnosi certe sulla natura delle lesioni, anche quando l’imaging radiologico è fortemente suggestivo per una diagnosi di tumore. Questo perché ottenere campioni di tessuto idonei per un esame istologico è difficile, soprattutto in alcuni distretti e all’interno delle vie biliari.

Oltre a dimostrazioni dal vivo delle più recenti tecniche endoscopiche per il trattamento delle neoplasie biliari e pancreatiche, ma anche del colon e dello stomaco, in questa edizione sarà previsto un simposio sul futuro dell’endoscopia biliare e pancreatica, dove saranno discusse alcune delle tecniche diagnostiche e terapeutiche più avanzate per una diagnosi precoce e per una terapia efficace e sempre meno invasiva, come la colangioscopia o l’utilizzo combinato di ERCP ed ecoendoscopia, o un innovativo approccio terapeutico che prevede l’uso di cateteri a radiofrequenza, inseriti per via transorale per l’ablazione di piccoli tumori pancreatici o noduli epatici, non aggredibili facilmente per via percutanea.

Ancora, in un interessante simposio si parlerà delle più recenti innovazioni nel campo della terapia endoscopica transorale della malattia da reflusso gastroesofageo, tra i disturbi più comuni. Si calcola che sino ad un quarto della popolazione occidentale soffra di episodi di reflusso gastroesofageo almeno una volta al mese. Sebbene la maggior parte dei pazienti risponda con successo alla terapia medica, una parte di essi ha solo un parziale controllo dei sintomi (bruciore alla bocca dello stomaco, tosse notturna, raucedine, cattiva digestione), o non tollera l’assunzione a lungo termine delle necessarie cure mediche. L’endoscopia flessibile, può offrire una valida alternativa alla chirurgia in questi pazienti, con procedure come la Fundoplicatio Endoscopia Transorale, o la Mucosectomia Antireflusso (ARM). E nel simposio si confronteranno esperti europei, nordamericani e asiatici.

Saranno inoltre presentati tre differenti interventi per il trattamento endoscopico transorale dell’obesità: la procedura POSE, Endomina, e la gastroplastica verticale endoscopica. Sono procedure uscite ormai dalla fase di sperimentazione clinica, che si propongono a pieno titolo come trattamenti di prima linea per la cura di un disordine, l’obesità, sempre più diffuso in Italia.

EndoLive Roma 2018 è rivolto agli specialisti, prevalentemente gastroenterologi e chirurghi, e infermieri interessati al mondo dell’endoscopia digestiva. Tuttavia, la gestione delle malattie gastrointestinali e malattie bilio-pancreatiche sempre maggiormente richiede un approccio multidisciplinare, perciò EndoLive Roma 2018 si rivolge anche a specialisti di altre discipline e ai medici di medicina generale.

Articoli correlati
Salute, le nuove frontiere per le malattie infiammatorie cutanee arrivano dalle biotecnologie. Concetta Potenza (Sapienza): «Ricerca avanzata, cure su misura per i pazienti»
Dallo stato della ricerca alle nuove sperimentazioni biotecnologiche per la produzione di farmaci. Oggi alla Sapienza di Roma giornata di aggiornamento e confronto sulle malattie cutanee ed oncologiche in ricordo del professor Daniel Innocenzi, scomparso dieci anni fa
Fondazione Sacra Famiglia presenta la nuova “Stanza delle farfalle”: uno spazio multisensoriale per bambini con disabilità
Colori, suoni e profumi avvolgono chi vi entra. Si chiama “Stanza delle farfalle” la nuova Snoezelen Room realizzata nell’unità Santa Maria Bambina di Fondazione Sacra Famiglia. Un ulteriore passo avanti per stimolare i bambini con pluridisabilità e deficit importanti che possono così contare su uno spazio dedicato di altissima qualità. In questa nuova stanza multisensoriale, […]
Malattie croniche degli adolescenti: firmata l’alleanza per la continuità assistenziale tra Bambino Gesù e Campus Bio-Medico
Alleanza tra Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e Ospedale Pediatrico Bambino Gesù con la firma del protocollo d’intesa per la “transizione nella cura”. Un accordo di collaborazione per garantire la continuità delle cure mediche ai pazienti adolescenti dell’ospedale pediatrico romano affetti da malattie croniche di natura congenita o degenerativa oltre il termine dell’età pediatrica. Un fenomeno […]
San Valentino, a “Ci leggiamo al Gemelli” il libro di Catena Fiorello
Giovedì 14 febbraio, alle ore 11.30, nella Hall del Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, ci sarà la presentazione di “Tutte le volte che ho pianto”, il nuovo romanzo della nota scrittrice, autrice e conduttrice televisiva, nell’ambito della rassegna letteraria dedicata ai pazienti promossa dalla Direzione della Fondazione. Tra i presenti la giornalista e conduttrice televisiva […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

La lettera di un medico stressato: «Il mio lavoro sta prosciugando la mia umanità»

«L’ultimo tuo contatto umano, poco prima che le tue condizioni peggiorassero velocemente e morissi, è stato con un medico stressato e distaccato, che ha interrotto il tuo ricordo felice. Ti chiedo...
Lavoro

Ex specializzandi: nel 2018 dallo Stato rimborsi per oltre 48 milioni e nuovi ricorsi sono pronti per il 2019

La "road map dei risarcimenti" regione per regione: Lazio in testa con 9 milioni, sul podio Lombardia e Sicilia. Più di 31 milioni al centro-sud con la Sardegna in forte crescita. Pronta la nuova azi...
Mondo

Da Messina alla Nuova Zelanda, la storia del fondatore di Doctors in Fuga: «Così aiuto giovani medici ad andare all’estero»

Stipendi più alti, maggiore attenzione al merito, assenza di contenziosi legali grazie ad una migliore comunicazione tra medici e pazienti. Davide Conti è in Nuova Zelanda da nove anni e non ha alcu...