OMCeO, Enti e Territori 21 marzo 2018

“Ci Leggiamo al Gemelli”, Catena Fiorello apre la rassegna letteraria per i pazienti dell’ospedale

Giovedì 22 marzo la nota scrittrice e autrice televisiva Catena Fiorello darà avvio alla serie di incontri letterari mensili di letteratura nella Hall del Policlinico Gemelli di Roma. L’idea è nata dalla collaborazione tra la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e la scrittrice, autrice e conduttrice televisiva e prevede un ciclo di incontri con scrittori e […]

Giovedì 22 marzo la nota scrittrice e autrice televisiva Catena Fiorello darà avvio alla serie di incontri letterari mensili di letteratura nella Hall del Policlinico Gemelli di Roma. L’idea è nata dalla collaborazione tra la Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e la scrittrice, autrice e conduttrice televisiva e prevede un ciclo di incontri con scrittori e protagonisti del panorama culturale italiano.

Per il primo appuntamento sarà presentato il libro: “Il bicchiere mezzo pieno, i piccoli miracoli quotidiani che ti cambiano la vita”, edito da Piemme. Ospiti di Catena Fiorello saranno le giornaliste Maria Corbi de La Stampa, Laura Laurenzi de La Repubblica e Silvia Vaccarezza del TG2, coautrici del libro assieme all’ospite speciale Flaminia Naro, speaker di “Città futura” e giornalista per “Il Foglio”. Ad allietare l’incontro i commenti musicali della cantante e pianista Rita Forte.

«Con “Ci Leggiamo al Gemelli” ci auguriamo che l’ospedale venga vissuto come un luogo che, oltre a visite, analisi, e prestazioni sanitarie di pronto-soccorso, possa offrire anche occasioni di dialogo ed esperienze culturali – spiega Catena Fiorello – . Un’occasione importante per vivere in maniera speciale uno spazio di vissuto quotidiano, che offre non solo servizi di diagnosi e di cura».

“Ci Leggiamo al Gemelli” è un progetto caratterizzato da una serie d’incontri mattutini e di spettacoli a cadenza mensile che trasformeranno la hall del Policlinico in un allegro salotto animato da incontri insoliti e stimolanti con protagonisti e testimoni della vita culturale italiana. Numerosi gli ospiti che affronteranno tematiche inerenti la vita, i sentimenti e la salute, allo scopo di intrattenere in modo leggero e garbato i pazienti e gli ospiti del Gemelli assieme al personale medico e sanitario, agli studenti e ai volontari. Nel salotto di Catena Fiorello saranno presentate le ultime novità editoriali e si articoleranno con i suoi diversi ospiti anche dibattiti sui temi di attualità. Spazio anche  alla musica.

«Ringrazio Catena Fiorello per l’amicizia e la disponibilità nell’accompagnarci in questa nuova iniziativa che ha la finalità di rendere l’ospedale sempre più accogliente – afferma il Presidente della Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli – IRCCS Giovanni Raimondi – . L’umanizzazione della vita ospedaliera è elemento caratterizzante del Gemelli, perseguita anche attraverso diverse e consolidate iniziative culturali quali concerti musicali o proiezioni di film. L’ospedale, oltre ad assicurare le migliori terapie, può essere anche un luogo dove fare cultura e favorire incontri e confronto di opinioni» conclude il Presidente.

 

 

Articoli correlati
Roma, al via la presentazione della notte europea dei ricercatori 2018
Si terrà domani, 12 settembre, alle ore 11.30, nella sala della Comunicazione del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca a Roma (viale Trastevere 76/a) la conferenza stampa di presentazione della Notte Europea dei Ricercatori, evento promosso dalla Commissione Europea per favorire l’incontro e il dialogo tra ricercatori e cittadini, e occasione per condividere la passione per […]
Milano, setticemia all’ottavo mese: si salvano mamma e figlia
Una mattina come tante altre Marica Fabbri, al settimo mese di gravidanza, si è svegliata con un forte dolore lombare e febbre molto alta. Il suo primo pensiero è stato la salute della bimba che portava in grembo e, per questo, si è precipitata in ospedale. La diagnosi è sepsi, o setticemia, una condizione scatenata da un’infezione che può dare […]
Rapporto CeDap: 89,1% dei parti avviene negli Istituti di cura pubblici. Straniero il 20% delle madri
Il Rapporto annuale sull’evento nascita in Italia – CeDAP 2015, illustra le analisi dei dati rilevati per l’anno 2015 dal flusso informativo del Certificato di Assistenza al Parto (CeDAP). La rilevazione, istituita dal Decreto del Ministro della sanità 16 luglio 2001, n.349, costituisce a livello nazionale la più ricca fonte di informazioni sanitarie, epidemiologiche e […]
Minori con bisogni complessi: sottoscritto accordo ASL Roma 1-Ospedale Bambino Gesù
Il Presidente Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Mariella Enoc, e il Direttore della ASL Roma 1, Angelo Tanese,  alla presenza del Direttore Regionale Salute e Integrazione SocioSanitaria Renato Botti, sottoscrivono accordo per  garantire un percorso cura integrato tra ospedale e territorio per i bambini con bisogni complessi. L’evento si svolgerà oggi a Roma, in Borgo Santo […]
Come funziona l’Ospedale di Comunità. Dal Veneto alla Toscana, ecco come le regioni si stanno preparando
L’O.d.C. avrà una funzione intermedia tra assistenza domiciliare e ricovero ospedaliero. L’assessore toscano Saccardi: «Consentirà di offrire una risposta più strutturata al paziente che non è ancora in grado di gestirsi in modo autonomo»
di Giovanni Cedrone e Viviana Franzellitti
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Autodimissioni medici, turni massacranti e poco personale. Leoni (FNOMCeO): «Ecco perchè si lascia ospedale»

Il vicepresidente della Federazione degli Ordini ha coniato il termine per spiegare la fuga dei camici bianchi dalle corsie: «Sono sempre più i medici ospedalieri che, per il basso livello della qua...
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Lavoro

Tagli alle pensioni, a rischio i medici? Cavallero (Cosmed): «Penalizzato anche chi è a 3700 euro. Veri risultati si ottengono con lotta all’evasione»

Il segretario generale della Confederazione: «Dal taglio delle cosiddette “pensioni d’oro” si potranno distribuire meno di 4 euro al mese. Così si apriranno solo contenziosi per lo Stato. Chi ...