Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

Nutrizione 28 agosto 2017

Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

L’estate è ormai agli sgoccioli, ma per molti il dubbio è sempre lo stesso: è vero che non si può fare il bagno in mare o in piscina subito dopo aver mangiato? Cosa dobbiamo fare per evitare la congestione alimentare? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista. «In estate la congestione è […]

Immagine articolo

L’estate è ormai agli sgoccioli, ma per molti il dubbio è sempre lo stesso: è vero che non si può fare il bagno in mare o in piscina subito dopo aver mangiato? Cosa dobbiamo fare per evitare la congestione alimentare? Lo abbiamo chiesto alla dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista.

«In estate la congestione è veramente dietro l’angolo perché fa molto caldo e siamo convinti che bere acqua fredda, succhi di frutta freddi o mangiare gelati sia la soluzione ideale per contrastare il caldo eccessivo. In realtà non è così, perché bevendo questi cibi freddi o mangiando il gelato noi creiamo un shock termico. Questo shock termico ci può creare una congestione e dare dei disturbi gastrointestinali importanti, anche fino allo svenimento. Come possiamo ovviare a tutto ciò? Sicuramente evitare acqua troppo fredda: la possiamo stemperare con dell’acqua a temperatura ambiente oppure, se la tiriamo fuori dal frigorifero, aspettiamo qualche minuto prima di bere e prima di deglutire facciamo in modo che l’acqua arrivi ad una temperatura tale da non essere troppo fredda. Lo stesso vale per il gelato che sicuramente nella stagione estiva è invitante e a volte ci risolve anche un pranzo o una cena: cerchiamo di stemperare il gelato in bocca prima di deglutire. In questo modo possiamo evitare che arrivi nello stomaco qualcosa di freddo e che quindi ci blocchi tutta la digestione causandoci molti fastidi. Poi d’estate siamo soliti andare al mare o in piscina, e quindi c’è l’altro dilemma: quanto tempo dobbiamo aspettare dopo aver mangiato prima di fare il bagno? In realtà dipende da che cosa abbiamo mangiato, perché se il pasto è stato liquido, magari a base di frutta o di verdura, possiamo fare il bagno subito dopo. Se il pasto è stato importante, magari con una pasta condita con molto formaggio, molta carne o tanto pesce, la digestione sarà molto più lenta e quindi potremo avere difficoltà in acqua se ci immergiamo immediatamente. Quindi cerchiamo di far avviare la digestione e fare il bagno da un’ora o un’ora e mezza dopo il pasto abbondante. Mentre via libera al bagno immediato se il pasto è leggero e frugale».

 

Una mela al giorno

Entra nella più grande comunità sulla salute
Dialoga direttamente con i lettori
Invia i tuoi consigli
per il benessere e la prevenzione
scrivi il tuo articolo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Nuovi LEA, assistenza psicologica diventa diritto. Lazzari (CNOP): «Svolta per professione e cittadini»

«Grazie ai nuovi Livelli Essenziali di Assistenza, il supporto psicologico sarà garantito». Con Davide Lazzari, coordinatore della Task Force sui LEA, istituita dall’Ordine degli Psicologi, riper...
di Isabella Faggiano
Salute

Carenza medici, Anaao: «35mila specialisti via nei prossimi cinque anni». Biasci (FIMP): «Pediatri a rischio, servono risorse e strutture»

Studio rivela: dai cardiologi ai ginecologi, dieci specializzazioni a rischio estinzione. Palermo: «Aumentare le borse di studio o far accedere i giovani medici al Ssn dopo la laurea». Il Presidente...
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Lavoro

Medici in pensione, liquidato il primo cumulo e gli aumenti per inflazione. Ecco quanto crescono gli assegni

L’Enpam comunica che appena le autorità vigilanti daranno il via libera arriveranno gli adeguamenti scattati dal primo gennaio con tutti gli arretrati. Intanto arriva la liquidazione della prima pe...