Salute, benessere e prevenzione i consigli quotidiani per vivere meglio.

infanzia 6 novembre 2017

Tutti gli screening per i neonati

Quando nasce un bambino, la preoccupazione più grande di ogni genitore è di assicurarsi che stia bene e che non abbia disturbi o malattie di alcun genere. Quali sono quindi gli screening a cui è possibile sottoporre un bambino nei suoi primi tre anni di vita? Secondo quanto riportato dal Ministero della Salute, nelle prime […]

Immagine articolo

Quando nasce un bambino, la preoccupazione più grande di ogni genitore è di assicurarsi che stia bene e che non abbia disturbi o malattie di alcun genere. Quali sono quindi gli screening a cui è possibile sottoporre un bambino nei suoi primi tre anni di vita? Secondo quanto riportato dal Ministero della Salute, nelle prime ore di vita è possibile sottoporre il bambino allo screening neonatale esteso che consente la diagnosi di diverse malattie metaboliche ereditarie. Sono inoltre disponibili anche lo screening audiologico per ipoacusia e sordità e lo screening oftalmologico per cataratta congenita, ipovisione, cecità e occhio pigro.

Una mela al giorno

Entra nella più grande comunità sulla salute
Dialoga direttamente con i lettori
Invia i tuoi consigli
per il benessere e la prevenzione
scrivi il tuo articolo
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi 1993-2006: «Riconosciuto diritto ad incremento triennale»

L’avvocato Marco Tortorella, uno dei massimi esperti della materia, spiega cosa cambia con le ultime sentenze del Tribunale di Roma: «La rivalutazione era prevista dalla normativa ma non era mai st...
Lavoro

Comparto sanità, sottoscritto in via definitiva il contratto. Sindacati soddisfatti, ma Nursing Up non firma

Se Sergio Venturi (Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità) si dice contento del risultato e Serena Sorrentino (Segreteria generale Fp Cgil) è già al lavoro per il CCNL 2019/2021, Antonio...
Lavoro

Ex specializzandi, si riapre tutto: «La prescrizione non è mai scattata»

Il parere: «Senza normative e sentenze chiare e univoche, la prescrizione ad oggi non è decorsa». Consulcesi: «Pronta nuova azione collettiva»