Salute 6 Luglio 2022 15:05

Concerto Måneskin come gli Europei 2021, si rischia un’esplosione dei contagi?

Il prossimo 9 luglio si terrà al Circo Massimo di Roma il concerto dei Maneskin. Pregliasco, Bassetti e Mastino si interrogano sull’eventualità che questo evento possa far esplodere i contagi come nei passati Europei di calcio

Concerto Måneskin come gli Europei 2021, si rischia un’esplosione dei contagi?

Fra due giorni, sabato 9 luglio, è previsto un mega-evento al Circo Massimo di Roma: il gruppo Måneskin in concerto davanti a una platea di circa 70mila fan. In un’ondata crescente di casi Covid, a causa della diffusione della variante Omicron, si teme che l’evento musicale abbia un “effetto bomba”, causando un’esplosione di contagi nel Lazio e non solo. Un po’ come è successo agli Europei di calcio, esattamente un anno fa. «La situazione attuale deve essere valutata approfonditamente», suggerisce a Sanità Informazione Fabrizio Pregliasco, virologo presso l’Università degli studi di Milano e direttore sanitario dell’Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico Galeazzi di Milano.

Pregliasco: «Bisogna avere il coraggio di sospendere le attività più a rischio»

«Ci sono molte variabili da considerare: si sono già tenuti molti concerti, che sicuramente hanno contribuito ad aumentare il numero di casi Covid-19. Bisognerebbe – continua Pregliasco – avere il coraggio di sospendere le attività più a rischio, anche se sappiamo che non sarà facile». Il sindacato autonomi dei medici (SNAMI) ha già chiesto di sospendere il concerto dei Måneskin. Considerato il più grande evento dell’estate, lo show potrebbe verificarsi nello stesso periodo in cui si stima il picco della variante Omicron 5.

Necessario valutare attentamente l’andamento dei contagi

«Ci sono stati già diversi concerti – aggiunge Pregliasco – che sicuramente hanno contribuito alla diffusione dell’infezione. Non è certamente piacevole immaginare di assistere agli spettacoli musicali con la mascherina, mentre si balla e si canta. D’altronde, Omicron 5 è molto contagiosa e il rischio di contagio in eventi di questo tipo è sicuramente più elevato. Certo è che non è semplice né auspicabile immaginare di sospendere solo determinati concerti, bisognerebbe avere il coraggio di rinunciare a molte attività. Onestamente spero che non sarà necessario, ma credo sia opportuno valutare l’andamento delle curve e adattare le misure di sicurezza in base a come evolverà situazione nei prossimi giorni».

Bassetti: «Per i contagi sarà sufficiente raccomandare comportamenti più attenti»

Differente è l’opinione di Matteo Bassetti, direttore della Clinica Malattie Infettive dell’Ospedale San Martino di Genova. «Credo sia giusto lasciare alle persone la decisione su come comportarsi», dice. «È vero che questo nella Capitale sarà un evento molto partecipato, ma in tutta Europa, e anche in altre parti del mondo, si tengono concerti, partite ed eventi sportivi. È stata adottata – prosegue – la linea di sospendere l’obbligo di mascherine, per cui ritengo che sia giusto continuare nello stesso percorso. Sarà sufficiente raccomandare alle persone più fragili di adottare un comportamento più attento».

Mastino (Cnr): «Con concerto elevato rischio contagi»

«Non vedo aspetti positivi – commenta ancora Bassetti – nel sospendere solo determinati eventi mentre altri possono essere portati avanti». A considerare i rischi legati a queste situazioni anche Antonio Mastino, microbiologo associato all’Istituto di farmacologia traslazionale del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ift) e già docente di Microbiologia presso l’Università di Messina. «Partecipare senza mascherina ad eventi in cui le persone sono a stretto contatto, urlando e cantando – sottolinea Mastino – espone ad elevato rischio di infezione, indipendentemente dal loro status di vaccinazione o pregressa infezione, dato che le varianti Omicron B4/B5 sembrano in grado di eludere la risposta immunitaria».

Spetta ai singoli fare la scelta giusta

«Dobbiamo inoltre considerare – aggiunge Mastino – che i neo-infettati possono trasmettere Covid-19 a individui anziani o fragili, anche se asintomatici o paucisintomatici, esponendo tali soggetti a una possibile evoluzione seria o letale della malattia». Il ricercatore ricorda inoltre che se il numero di partecipanti a un assembramento è elevato, il rischio di contagio aumenta significativamente. «Credo che ormai tutti abbiano compreso i pericoli della pandemia e quali sono le misure più efficaci per ridurre il rischio di infezione – conclude Mastino – per cui spetta ai singoli nella loro coscienza e nelle loro eventuali funzioni istituzionali di compiere le scelte più opportune su come agire».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid, Pregliasco: «Quarta dose per over 60 subito, poi campagna vaccinale come antinfluenzale»
Secondo il Direttore Sanitario dell’IRCCS Galeazzi la variante BA5 è estremamente contagiosa ma con gli antivirali e il vaccino è possibile mitigare gli effetti del virus e delle nuove varianti, mentre invita a non abbandonare la mascherina
Omicron BA.5, sale diffusione in Italia. Pregliasco: «Sintomi più lievi»
La diffusione della variante Omicron BA.5 è passara dallo 0, 41 per cento al 13 per cento in un solo mese. Ma i sintomi sono più lievi, simili a un raffreddore
Quante volte ci si può reinfettare?
In base alla durata dell'immunità da infezione precedente o da vaccino si può ipotizzare che una persona possa reinfettarsi anche 4 volte in un solo anno
La vulvodinia, grazie a Giorgia Soleri, non è più un tabù. Sintomi, cause e cura
La patologia di cui soffre la fidanzata del cantante dei Maneskin è caratterizzata da un dolore o da un bruciore vulvare persistente della durata di almeno tre mesi, che si manifesta in assenza di una chiara causa identificabile
Stanchezza vaccinale, Bassetti: «Basta obblighi, dobbiamo ritrovare la fiducia della gente»
Dal virologo ligure l’invito all’industria farmaceutica: «Anziché vendere le migliaia di dosi che ha in casa, si sbrighi a produrre il vaccino bivalente in grado di proteggere dalla variante Omicron». E al Governo: «Oggi gli italiani non hanno più bisogno che venga imposto loro il vaccino, perché la credibilità non si acquisisce a furia di decreti-legge, ma con il dialogo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale