Covid-19, che fare se...? 31 Maggio 2022 13:40

Quante volte ci si può reinfettare?

In base alla durata dell’immunità da infezione precedente o da vaccino si può ipotizzare che una persona possa reinfettarsi anche 4 volte in un solo anno

Quante volte ci si può reinfettare?

Da quando la variante Omicron è diventata dominante le reinfezioni si stanno verificando molto più frequente. Succede infatti sempre più spesso che una persona, anche se vaccinata, possa reinfettarsi con il virus Sars-CoV-2 più di una volta. Alcuni studi indicano che l’intervallo tra le reinfezioni può variare da 90 a 650 giorni. Altri studi indicano invece un intervallo ancora più breve, dai 20 ai 60 giorni. Sembrerebbe dunque possibile infettarsi più volte in un solo anno.

Ci si può reinfettare anche 4 volte all’anno

Gli esperti ritengono che, se l’immunità da precedente infezione dura 3-4 mesi, è possibile risultare positivi al virus Sars-CoV-2 anche 4 volte l’anno. Con eccezioni sia in positivo che in negativo. Basta pensare al caso riportato dall’Institut Català de Salut di Tarragona dell’operatrice sanitaria contagiata due volte in un mese. «Dal caso emerge – spiega Gemma Recio, tra gli autori dello studio – la potenzialità della variante Omicron di eludere le precedenti difese immunitarie acquisite in seguito a un’infezione naturale per altre varianti o grazie ai vaccini». Spiega Fabrizio Pregliasco, ricercatore di Virologia dell’Università Statale e direttore sanitario dell’Ospedale Galeazzi di Milano Pregliasco: «L’insorgenza delle varianti – spiega – ha dimostrato che la protezione da vaccino ha una durata di 4-6 mesi, che è la stessa anche in caso di guarigione dopo la malattia».

Iss segnala un aumento del tasso di reinfezioni

Secondo quanto emerge dall’ultimo report esteso dell’Istituto superiore di sanità (Iss), continua a salire il tasso di reinfezioni Covid in Italia. La scorsa settimana si è registrato un leggero aumento rispetto ai 7 giorni precedenti: si è saliti a una quota pari al 6,5%, laddove la settimana prima la percentuale era del 6%. E’ il trend, spinto da Omicron e dalle sue sottovarianti, che viene fotografato dall’Iss nel report settimanale sulla sorveglianza epidemiologica di Covid-19 e l’efficacia vaccinale.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid: le varianti sono emerse in risposta al comportamento umano
Le varianti del virus Sars-CoV-2 potrebbero essere emerse a causa di comportamenti umani, come il lockdown o le misure di isolamento, le stesse previste per arginare la diffusione dei contagi. Queste sono le conclusioni di uno studio coordinato dall’Università di Nagoya e pubblicato sulla rivista Nature Communications. Utilizzando la tecnologia dell’intelligenza artificiale e la modellazione matematica […]
Antibiotici, Pregliasco: “Uso inappropriato di fluorochinoloni rischioso per la salute”
In Italia si abusa di antibiotici fluorochinoloni. Fabrizio Ernesto Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Ospedale Galeazzi, Sant'Ambrogio, e professore all’Università degli Studi di Milano, spiega a Sanità Informazione i possibili pericoli
Covid: in Cina ondata variante XBB, attesi 65 milioni di casi a settimana a fine giugno
Anche se l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha dichiarato la fine della pandemia, non sono escluse ondate di contagi anche molto forti. Sarà così molto presto in Cina, dove si prevede che la nuova ondata di Covid-19 in corso raggiunga un picco da circa 65 milioni di casi a settimana a fine giugno. L'allarmante scenario è stato paventato da Zhong Nanshan, il principale esperto di malattie respiratorie del gigante asiatico
Quando le infezioni ripetute sono pericolose?
Si stima che la maggior parte della popolazione mondiale sia stata contagiata dal virus Sars-CoV-2 almeno una volta. Quanto danno causeranno queste infezioni ripetute è ancora oggi oggetto di dibattito
Arturo è in Italia. La nuova variante è stata individuata a Pavia
Abbiamo la prima prova che a nuova «sorella» di Omicron, Arturo, si trova in Italia. «E' stata identificata dall'équipe di Fausto Baldanti, direttore dell'Unità di microbiologia e virologia dell'Irccs San Matteo di Pavia», annuncia ufficialmente l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Guido Bertolaso
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Approvato in Consiglio dei Ministri il “decreto anziani”. Normata anche la figura del Caregiver

Approvato in via preliminare il Decreto Legislativo sulle politiche in favore delle persone anziane in attuazione della Legge Delega n. 53 del 23 marzo 2023. Stanziamenti per 500 milioni di euro nel b...
di CdRR
Advocacy e Associazioni

Anziani, il ‘Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza’ al Premier: “Riformare i servizi domiciliari e riqualificare le strutture residenziali”

Le 60 organizzazioni che hanno sottoscritto il 'Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza' in una lettera aperta al Premier Meloni: “Lo schema di decreto legislativo recante disposizi...
Advocacy e Associazioni

Cancro delle ovaie: e se fosse possibile diagnosticarlo con un test delle urine? Nuove speranze per la diagnosi precoce

Cafasso (ALTo): “La sopravvivenza a cinque anni delle pazienti che scoprono la malattia ad un primo stadio si aggira intorno al 85-90%, percentuale che si riduce drasticamente al 17% nel quarto ...