Salute 8 Aprile 2022 11:30

I nove sintomi della variante Omicron che colpiscono i vaccinati e i due segni precoci dell’infezione

Sebbene il vaccino protegga dalle forme più gravi dell’infezione è comunque possibile ammalarsi anche se si è vaccinati completamente. Da uno studio norvegese, pubblicato sulla rivista Eurosurvelliance, è stato possibile individuare i sintomi più comuni nelle persone che hanno ricevuto due dosi di un vaccino anti-Covid

I nove sintomi della variante Omicron che colpiscono i vaccinati e i due segni precoci dell’infezione

La variante Omicron è attualmente quella dominante in tutto il mondo. E’ stata rilevata per la prima volta nell’Africa meridionale e a Hong Kong nel novembre 2021, ma ora si è diffusa ovunque. Sebbene il vaccino protegga dalle forme più gravi dell’infezione è comunque possibile ammalarsi anche se si è vaccinati completamente. Da uno studio norvegese, pubblicato sulla rivista Eurosurvelliance, è stato possibile individuare i sintomi più comuni nelle persone che hanno ricevuto due dosi di un vaccino anti-Covid.

I sintomi più comuni della variante Omicron sono otto più uno

I segni più comuni rilevati nell’ambito dello studio sono otto: tosse, naso che cola, affaticamento, mal di gola, mal di testa, dolori muscolari, febbre e starnuti. A questi gli esperti hanno poi aggiunto la nausea. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori hanno intervistato 111 (su 117) ospiti di una festa che si è tenuta il 26 novembre 2021, nell’ambito della quale si è verificato un focolaio di Omicron. Del gruppo intervistato, 66 sono stati casi di Covid-19 confermati e 15 sospetti. Dei 111 partecipanti, l’89 per cento ha ricevuto due dosi di un vaccino mRNA e nessuno aveva fatto ancora il richiamo.

La metà dei raffreddori son attualmente infezioni Covid-19

I risultati mostrano anche che tosse, naso che cola e affaticamento sono tra i sintomi più comuni nelle persone vaccinate, mentre starnuti e febbre sono meno diffusi. La natura dei sintomi rende difficile alle persone distinguere Covid-19 da un comune raffreddore. Ma secondo Tim Spector, il cervello dietro l’app ZOE Symptom Study, circa il 50 per cento dei «nuovi raffreddori» attualmente sono in effetti Covid.

Due segnali premonitori che potresti avere Omicron

Gli esperti suggeriscono anche che ci sono due sintomi distinti che potrebbero essere un segno della positività al virus Sars-CoV-2 e sono stanchezza e vertigini/svenimento. Più che semplicemente sentirsi stanchi, l’affaticamento può tradursi in dolore fisico, provocando debolezza o dolori muscolari, mal di testa e persino vista offuscata e perdita di appetito. Angelique Coetzee, medico privato e presidente della South African Medical Association, ha detto che quando la variante Omicron è esplosa in Sud Africa la stanchezza era uno dei sintomi principali. Mentre un report della Germania ha suggerito che esiste un legame tra svenimenti e Omicron. Una conclusioni a cui si è giunta dopo che i medici di Berlino hanno scoperto che il Covid stava provocando svenimenti ricorrenti in un paziente di 35 anni ricoverato in ospedale.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Usa, FDA raccomanda nuovi vaccini contro Omicron, si faranno a ottobre
Il Comitato consultivo sui vaccini e sui prodotti biologici correlati (VRBPAC), un gruppo di consulenti indipendenti della FDA, ha approvato i piani per il lancio di vaccini di nuova formulazione per questo autunno
Covid, Gimbe: «Più 50% dei casi in 7 giorni. Aumentano ricoveri, terapie intensive e decessi»
Il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta: «Prosegue impennata nuovi casi settimanali»
Medici di famiglia: «Di questo passo entro agosto saremo in piena emergenza». Prevale il test “fai da te” per non perdere le ferie
«Di questo passo, entro agosto potremmo trovarci in piena emergenza Covid. Uno scenario al quale i cittadini non pensano più, perché ritengono che il Covid sia ormai una banale influenza, senza comprendere che il virus può ancora essere letale»
Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?
Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripetere il test dopo 24 ore
Sanità, Boldrini (Pd): «Prorogare e stabilizzare operatori sociosanitari nei penitenziari e nelle RSA»
La senatrice chiede ai ministri competenti «quali ragioni abbiano spinto a rinunciare a questa dotazione di personale in strutture che operano sempre sotto organico con conseguente burn out»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 1° luglio, sono 547.500.575 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.335.874 i decessi. Ad oggi, oltre 11,74 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...