OMCeO, Enti e Territori 11 Gennaio 2019

Anticoagulanti e nuove evidenze scientifiche al centro dell’evento “DOAc” della Simedet a Gorizia

L’incontro si svolgerà il 26 gennaio presso la Fondazione CA.RI.GO. Il promotore L’Angiocola: «Nuove evidenze scientifiche dei DOAc nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) e nel trattamento di pazienti affetti da tromboembolismo venoso (TEV), aggiornamento fondamentale»

Un congresso per parlare di un nuovo approccio all’anticoagulazione. Lo propone la SIMEDET, Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica, che terrà il 26 gennaio a Gorizia (presso la Fondazione CA.RI.GO.) il convegno DOAc. Dietro questa sigla si nasconde l’acronimo Direct oral anticoagulant, gli anticoagulanti ad inibizione diretta che negli ultimi tempi stanno mostrando evidenze scientifiche importanti nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) e nel trattamento di pazienti affetti da tromboembolismo venoso (TEV).

Il Congresso propone un nuovo approccio multidisciplinare all’argomento “anticoagulazione” al momento particolarmente dibattuto per le applicazioni e le implicazioni nella pratica clinica quotidiana negli ambiti di Medicina Interna, Cardiologia, Neurologia e Geriatria. Il Presidente del Congresso, Dr.ssa Gerardina Lardieri, Primario della S.C. U.C.I.C. – Cardiologia degli Ospedali di Gorizia e Monfalcone, ha favorevolmente accolto e supportato l’iniziativa, consapevole della sempre più stringente necessità di favorire una eccellente informazione scientifica, al fine di favorire l’aggiornamento capillare e qualitativo degli operatori sanitari.

LEGGI ANCHE: RISCHIO CARDIOVASCOLARE, SIMEDET LANCIA CAMPAGNA PER LA PREVENZIONE. PARADISO (INTERNISTA): «PROMUOVIAMO CORRETTI STILI DI VITA PER RIDURRE IL RISCHIO»

Tra i promotori dell’evento il dottor Paolo Diego L’Angiocola, co-fondatore di SIMEDET, dirigente medico di Cardiologia in forze presso la S.C.U.C.I.C.-Cardiologia dell’Ospedale di Gorizia: «La multidisciplinarietà – spiega L’Angiocola – è punto di forza della nostra società scientifica. È opportuno favorire il più possibile l’interazione, la collaborazione ed il confronto tra tutti gli operatori sanitari ed i diversi specialisti delle diverse branche medico-chirurgiche; il tema dell’anticoagulazione è multidisciplinare e costituisce terreno per confronto comune che arricchisce ogni operatore sanitario. In considerazione della disponibilità di numerosi trial clinici dedicati all’argomento “anticoagulazione” e delle molte sotto-analisi scientifiche effettuate, è possibile riconsiderare quelli che, fino a poco tempo fa venivano consuetamente denominati “nuovi anticoagulanti orali”, non più “così nuovi”, ridefinendoli appropriatamente e semplicemente quali “anticoagulanti ad inibizione diretta” o “DOAC – Direct oral anticoagulant”; i dati derivanti dalla “real world” analisi hanno apportato nuove evidenze scientifiche relative all’uso dei DOAC nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) e nel trattamento di pazienti affetti da tromboembolismo venoso (TEV)».

«Risulta dunque necessario e utile – continua L’Angiocola – un continuo aggiornamento e confronto scientifico circa i principi attivi farmacologici in relazione alle necessità sanitarie di pazienti sempre più “complessi” ed affetti da comorbidità multiple, spesso in politerapia farmacologica. Risulta congruo evidenziare e condividere le scelte terapeutiche più adeguate ed i modelli gestionali clinico-terapeutici più efficaci rispetto a pazienti sempre più fragili e polipatologici nel continuo confronto multidisciplinare tra specialisti afferenti a branche diverse, presentando le evidenze scientifiche più recenti e la loro applicazione nella pratica clinica». L’evento coinvolgerà internisti, cardiologi, neurologi ed urgentisti di fama nazionale con particolare expertise in ambito di anticoagulazione. Tra i relatori Fernando Capuano, presidente della SIMEDET, Dimitriy Airoli – U.O.C. di Medicina Cardiovascolare, Responsabile Centro Antitrombosi, Ospedale Santa Maria Nuova, Reggio Emilia, Franco Cominotto, Direttore, S.C. di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza, Presidio Ospedaliero di Gorizia, AAS 2 Bassa Friulana-Isontina. Il convegno si svolge con il patrocinio dell’“Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2, bassa friuliana-isontina”.

Articoli correlati
“Diritti in Movimento”, giuristi e operatori socio-sanitari mettono al centro la tutela dei più fragili. Cendon: «Presenteremo ddl su riforma TSO e ‘patto di rifioritura’»
L’associazione apartitica è nata l’estate scorsa su iniziativa del professore di Diritto Privato dell’Università di Trieste. Laila Perciballi (Movimento Consumatori e membro di Diritti in Movimento ): «Serve informare i cittadini dei loro diritti ed, ove possibile, realizzare un intesa tra tutte le associazioni che si occupano delle persone fragili». Anche il Presidente della Simedet Fernando Capuano manifesta il suo impegno nel progetto
Sanità Digitale, al Careggi di Firenze evento sulla prevenzione del rischio clinico. Capuano (SIMEDET): «Investire su competenze digitali di operatori e pazienti»
Il corso promosso dall’Associazione Scientifica per la Sanità digitale e dalla Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica. Tra i relatori Federico Gelli (Federsanità ANCI) e Massimo Casciello, Direttore Generale della Vigilanza sugli Enti e della Sicurezza delle cure del Ministero della Salute Massimo Casciello. «Dall’analisi dei dati raccolti nelle diverse survey sulle competenze digitali in Sanità realizzate dall’ASSD – segnala Gregorio Cosentino, Presidente ASSD - emerge la sempre più diffusa consapevolezza che vadano sviluppate le competenze digitali per favorire la diffusione della Sanità Digitale, per rendere più efficace ed efficiente la Sanità italiana»
Contenziosi, Fernando Capuano (Simedet): «Sempre più cause coinvolgono lo staff, serve formazione per far conoscere all’operatore i rischi»
Il Presidente della Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica plaude alla proposta dell’Arbitrato della Salute lanciata dal gruppo Consulcesi: «In questo modo anche Ordine TSRM e PSTRP potrà dare suo contributo per prevenire e risolvere in maniera stragiudiziale tutti i contenziosi che vengono inoltrati»
Agoaspirato, decolla il progetto “CytoMatrix” per analisi più rapide e precise. Trombetta (Campus Bio-Medico): «Così diagnosticheremo meglio le patologie»
Il lavoro, svolto dall’Università Campus Bio-Medico di Roma grazie al finanziamento della Regione Lazio, è stato coordinato dalla professoressa Marcella Trombetta, Coordinatore della Ricerca della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria. La Simedet, Società italiana di Medicina diagnostica e terapeutica, ha patrocinato l’evento di presentazione: «Questo lavoro è un'espressione significativa e vincente di multiprofessionalità tra saperi e competenze diverse, tra Ingegneria e Medicina di laboratorio» ha affermato il Presidente Capuano
Le nuove frontiere del tecnico di laboratorio. Alessia Cabrini (ANTEL): «Con biologia molecolare risposte rapide per terapia mirata. Formazione fondamentale»
A Tor Vergata convegno sulle novità professionali promosso dall’ANTEL, l’Associazione Nazionale Tecnici di laboratorio biomedico. Tra gli ospiti il Preside della Facoltà di Medicina Orazio Schillaci e il presidente SIBIOC Sergio Bernardini. Il vicepresidente ANTEL Paolo Casalino: «Ordine TSRM e PSTRP importante sia per il riconoscimento della nostra professione che per la lotta all’abusivismo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone
Politica

Professioni sanitarie, Beatrice Lorenzin: «Ordine importante per combattere abusivismo. Ma dal Governo passi indietro con deregulation»

«Abbiamo bisogno sempre di una maggiore specializzazione e anche di una capacità di intercettare i cambiamenti tecnologici», sottolinea a Sanità Informazione l’ex ministro della Salute, oggi dep...