OMCeO, Enti e Territori 11 Gennaio 2019

Anticoagulanti e nuove evidenze scientifiche al centro dell’evento “DOAc” della Simedet a Gorizia

L’incontro si svolgerà il 26 gennaio presso la Fondazione CA.RI.GO. Il promotore L’Angiocola: «Nuove evidenze scientifiche dei DOAc nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) e nel trattamento di pazienti affetti da tromboembolismo venoso (TEV), aggiornamento fondamentale»

Un congresso per parlare di un nuovo approccio all’anticoagulazione. Lo propone la SIMEDET, Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica, che terrà il 26 gennaio a Gorizia (presso la Fondazione CA.RI.GO.) il convegno DOAc. Dietro questa sigla si nasconde l’acronimo Direct oral anticoagulant, gli anticoagulanti ad inibizione diretta che negli ultimi tempi stanno mostrando evidenze scientifiche importanti nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) e nel trattamento di pazienti affetti da tromboembolismo venoso (TEV).

Il Congresso propone un nuovo approccio multidisciplinare all’argomento “anticoagulazione” al momento particolarmente dibattuto per le applicazioni e le implicazioni nella pratica clinica quotidiana negli ambiti di Medicina Interna, Cardiologia, Neurologia e Geriatria. Il Presidente del Congresso, Dr.ssa Gerardina Lardieri, Primario della S.C. U.C.I.C. – Cardiologia degli Ospedali di Gorizia e Monfalcone, ha favorevolmente accolto e supportato l’iniziativa, consapevole della sempre più stringente necessità di favorire una eccellente informazione scientifica, al fine di favorire l’aggiornamento capillare e qualitativo degli operatori sanitari.

LEGGI ANCHE: RISCHIO CARDIOVASCOLARE, SIMEDET LANCIA CAMPAGNA PER LA PREVENZIONE. PARADISO (INTERNISTA): «PROMUOVIAMO CORRETTI STILI DI VITA PER RIDURRE IL RISCHIO»

Tra i promotori dell’evento il dottor Paolo Diego L’Angiocola, co-fondatore di SIMEDET, dirigente medico di Cardiologia in forze presso la S.C.U.C.I.C.-Cardiologia dell’Ospedale di Gorizia: «La multidisciplinarietà – spiega L’Angiocola – è punto di forza della nostra società scientifica. È opportuno favorire il più possibile l’interazione, la collaborazione ed il confronto tra tutti gli operatori sanitari ed i diversi specialisti delle diverse branche medico-chirurgiche; il tema dell’anticoagulazione è multidisciplinare e costituisce terreno per confronto comune che arricchisce ogni operatore sanitario. In considerazione della disponibilità di numerosi trial clinici dedicati all’argomento “anticoagulazione” e delle molte sotto-analisi scientifiche effettuate, è possibile riconsiderare quelli che, fino a poco tempo fa venivano consuetamente denominati “nuovi anticoagulanti orali”, non più “così nuovi”, ridefinendoli appropriatamente e semplicemente quali “anticoagulanti ad inibizione diretta” o “DOAC – Direct oral anticoagulant”; i dati derivanti dalla “real world” analisi hanno apportato nuove evidenze scientifiche relative all’uso dei DOAC nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) e nel trattamento di pazienti affetti da tromboembolismo venoso (TEV)».

«Risulta dunque necessario e utile – continua L’Angiocola – un continuo aggiornamento e confronto scientifico circa i principi attivi farmacologici in relazione alle necessità sanitarie di pazienti sempre più “complessi” ed affetti da comorbidità multiple, spesso in politerapia farmacologica. Risulta congruo evidenziare e condividere le scelte terapeutiche più adeguate ed i modelli gestionali clinico-terapeutici più efficaci rispetto a pazienti sempre più fragili e polipatologici nel continuo confronto multidisciplinare tra specialisti afferenti a branche diverse, presentando le evidenze scientifiche più recenti e la loro applicazione nella pratica clinica». L’evento coinvolgerà internisti, cardiologi, neurologi ed urgentisti di fama nazionale con particolare expertise in ambito di anticoagulazione. Tra i relatori Fernando Capuano, presidente della SIMEDET, Dimitriy Airoli – U.O.C. di Medicina Cardiovascolare, Responsabile Centro Antitrombosi, Ospedale Santa Maria Nuova, Reggio Emilia, Franco Cominotto, Direttore, S.C. di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza, Presidio Ospedaliero di Gorizia, AAS 2 Bassa Friulana-Isontina. Il convegno si svolge con il patrocinio dell’“Azienda per l’Assistenza Sanitaria n. 2, bassa friuliana-isontina”.

Articoli correlati
L’ex ministro Beatrice Lorenzin chiude il ciclo di incontri dei “Venerdì degli igienisti dentali”
Tra gli ospiti dell'evento UNID anche Fernando Capuano, presidente della Simedet, l'avvocato Laila Perciballi in rappresentanza del Movimento consumatori e il Presidente dell’Ordine TSRM-PSTRP di Roma e provincia, Claudio Dal Pont
Tromboembolismo venoso, ad Assisi Simedet e Usl Umbria 1 a confronto sul trattamento della patologia
Al centro del covegno i nuovi farmaci e il calcolo del rischio per garantire ai pazienti il miglior trattamento possibile durante la fase di emergenza. Sono stati esaminati anche l’utilizzo corretto dei farmaci anticoagulanti e la gestione adeguata dei pazienti in trattamento
“Articolo 32”, l’allarme di Cisl e Simedet: «Tutela della salute non sempre garantita». Anelli: «Medici garanzia, ma serve autonomia»
A Roma convegno a Palazzo San Macuto sul tema del diritto alla salute sancito dalla Costituzione. Carenza di medici e operatori, regionalismo differenziato, finanziamenti: tante ombre sul Servizio sanitario nazionale. Capuano (Simedet): «Ci sono segnali allarmanti, serve riflessione profonda»
Diritto alla salute, Cisl e Simedet ne parlano a Roma. Papotto (Cisl): «Regionalismo differenziato può aumentare diseguaglianze»
Convegno a Roma per fare il punto sull’articolo 32 della Costituzione. Tra i relatori Filippo Anelli (FNOMCeO) e l’ex ministro Beatrice Lorenzin. Il leader Cisl medici: «Sarà occasione per ribadire che il finanziamento alla sanità è sottostimato. Mancato rinnovo contratto è una vergogna»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Lavoro

Ex specializzandi, a Roma l’Appello dà ragione ai camici bianchi. L’avvocato Marco Tortorella: «300mila medici abbandonati dallo Stato, ora giustizia»

L’ultima sentenza della Corte di Appello di Roma ha portato all’assegnazione di rimborsi per 12 milioni di euro per i camici bianchi tutelati dal network legale Consulcesi. «Lo Stato è obbligato...
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...