Voci della Sanità 3 Ottobre 2022 15:27

“La sanità digitale come strumento di prevenzione del rischio clinico”: esperti a confronto al Santo Spirito

Nel convegno promosso dall’Asl Roma 1 si parlerà di e-health e di tutte le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) necessarie per far funzionare il sistema sanitario in sicurezza e qualità, riducendo i rischi collegati ai processi sempre più complessi ed interprofessionali.

Nella bella cornice della storica Sala Alessandrina dell’ Ospedale Santo Spirito di Roma fatta edificare da Papa Alessandro VII e con le note tavole anatomiche del famoso anatomista Paolo Mascagni, si terrà il prossimo 7 ottobre il convegno dal tema “La Responsabilità Professionale sanitaria dopo la legge Gelli: cosa è cambiato. La Sanità digitale quale strumento per la prevenzione del rischio clinico e responsabilità medico legale. Promosso dalla Asl Roma 1 UOC formazione per i tecnici sanitari Luigi De Marco e con la responsabilità scientifica di Damiano Travaglini , Dirigente Area Tecnico Sanitaria. L’evento ECM è patrocinato dalla Regione Lazio, dall’Ordine TSRM e PSTRP di Roma e dalla Commissione d’Albo dei TSLB.

I lavori saranno aperti dal Direttore Generale dell’ASL Rm1 Angelo Tenese, dall’Assessore alla Sanità e integrazione Socio-Sanitaria Alessio D’Amato, dal Presidente della Commissione Sanità Lazio Rodolfo Lena, da Claudio Dal Pont, Presidente dell’Ordine di Roma dei TSRM e PSTRP e da Paolo Casalino, Presidente della Commissione d’Aldo dei TSLB di Roma e Provincia.
Il convegno verte sull’attuale tema della e-health che comprende tutte le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (ICT) necessarie per far funzionare il sistema sanitario in sicurezza e qualità riducendo i rischi collegati ai processi sempre più complessi ed interprofessionali.
Il tema della sicurezza delle cure verrà analizzato da Roberto Virgili con l’innovativa metodologia Lean Six Sigma quale strumento proattivo per la gestione del rischio clinico.
Gli aspetti delle competenze digitali in sanità e della formazione dedicata ed orientata al digitale saranno trattati dai referenti della Simedet presenti ai lavori, Fernando Capuano e Maria Erminia Macera Mascitelli.
Gli aspetti medico-legali e le novità introdotte dalla normativa Gelli-Bianco in materia di sicurezza delle cure della persona assistita e responsabilità professionale saranno trattati da un panel di relatori autorevole con Gloria Di Gregorio, Riccardo Tartaglia e Daniele Rodriguez. Gli aspetti applicativi della sanità digitale, gli strumenti clinici, tecnico diagnostici della telemedicina e la protezione dei dati sanitari saranno affrontati da un panel di ” addetti ai lavori ” rappresentato da Anna Angeloni, Valentina Masini, Sergio Pillon, Massimo Montanile e Massimo Casciello già Direttore Generale del Ministero della Salute.
Del ruolo degli Ordini ed Albi delle Professioni sanitarie ne parlerà Leonardo Capaccioli  Presidente degli Ordini di Firenze, Lucca, Pistoia, Prato e Massa Carrara. Infine Palmiro Riganelli della Commissione Nazionale ECM tratterà il tema della certificazione del terzo triennio 2020-2022 per i professionisti della salute e del sistema sanzionatorio.
Per informazioni ed iscrizione gratuita all’evento : https://www.lacrisalide.it/
Articoli correlati
Giornata mondiale contro l’AIDS, Simedet: «Mantenere alta l’attenzione soprattutto tra i più giovani»
«Il 1 dicembre di ogni anno si ricorda la Giornata Mondiale Contro l’AIDS, un appuntamento fondamentale per la medicina e la società». Così la Simedet, Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica in una nota. «L’obiettivo fondamentale di questa giornata mondiale, istituita per la prima volta nel 1988, è la continua sensibilizzazione nei confronti di […]
IV Conferenza sulla Fragilità, dal Forum di Arezzo la richiesta di un tavolo interministeriale per una reale integrazione tra sociale e sanitario
Nel corso dell'evento, organizzato da Simedet e FNO TSRM e PSTRP, si è parlato di accesso alle cure, disabilità, di dolore e di cure palliative, di Dat e fine vita, di pazienti oncologici e pazienti pediatrici, di caregivers, di ausili. Per l'avvocato Laila Perciballi, uno degli organizzatori, «il tema della rinunce alle cure, aumentato con il caro energia e l'inflazione, è drammatico ed è una delle priorità da affrontare»
“Sfide per il futuro: la gestione degli eventi biologici”, convegno Simedet-First Aid sulle strategie per le pandemie
Tra gli ospiti del convegno che si svolgerà a Roma il 15 novembre l'epidemiologo Massimo Ciccozzi e il Professore Emerito della Sapienza Gaetano Maria Fara
“Sfide per il futuro: la gestione degli eventi biologici”, Simedet e First Aid One a convegno sulle strategie di contrasto alle pandemie
First Aid One Italia Cooperativa sociale e la SIMEDET hanno promosso per il giorno 15 novembre presso il Vicariato di Roma – Casa Bonus Pastor un convegno nazionale dal titolo “Sfide per il futuro: la gestione degli eventi biologici”, che affronterà gli aspetti clinici e le strategie organizzative delle principali epidemie e pandemie, con una particolare […]
“La riforma della sanità post-pandemia”, al centro del convegno Cisl-Simedet anche il nuovo Piano sanitario umbro
«La sanità digitale con la piattaforma nazionale e regionale ci consentirà di conoscere meglio le domande di salute dei pazienti cronici e ridurrà gli accessi inappropriati ai Pronto soccorso» ha spiegato il presidente della Simedet Fernando Capuano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 6 dicembre 2022, sono 645.938.366 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.642.462 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa