Salute 7 gennaio 2015

La solidarietà riporta a casa gli alluvionati di Genova

Dopo un solo mese trovati nuovi alloggi a Voltri per diverse famiglie grazie all’assessorato ai servizi sociali ed al Municipio Ponente. Progetto realizzato insieme a Ikea e alla Consulcesi Onlus

Immagine articolo

La furia del torrente Cerusa li aveva privati delle loro abitazioni, ma il loro Natale è stato addolcito da una bella operazione di solidarietà.

Nel giro di un mese quattro famiglie di Fabbriche (Voltri) hanno perso tutto e poi riconquistato una speranza grazie alle case messe a disposizione del Comune di Genova. La consegna delle chiavi è avvenuta nel corso di una conferenza stampa presso la sede del Municipio Ponente in piazza Gaggero alla presenza del presidente Mauro Avvenente e l’assessore ai Servizi Sociali Emanuela Fracassi.

Gli alloggi – situati a Voltri, in via Pastore – fanno parte del contratto di quartiere e possono essere assegnati temporaneamente per situazioni di emergenza abitativa. “Ci eravamo posti l’obiettivo – ha detto il presidente del Municipio Ponente – di dare un tetto a coloro che avevano perso la casa. Abbiamo consegnato le chiavi di quattro alloggi sociali che abbiamo ottenuto grazie alla collaborazione dei servizi sociali del Comune. Queste persone – ha concluso Mauro Avvenente – hanno così potuto lasciare l’albergo dove erano stati sistemati provvisoriamente e ritornare alla normalità”.

Il Comune di Genova ha trovato due alleati in questa operazione di solidarietà. “I quattro appartamenti, dedicati all’emergenza abitativa, ora ospiteranno temporaneamente questi nuclei familiari. Grazie all’importante donazione di Consulcesi Onlus e di Ikea  – ha spiegato l’assessore Emanuela Fracassi – abbiamo potuto arredarli di tutto punto, consentendo alle famiglie una sistemazione dignitosa”. In rappresentanza di Consulcesi Onlus, protagonista di diverse iniziative benefiche in Africa ed in tanti altri Paesi del mondo, oltre ovviamente che in Italia, era presente Andrea Tortorella. “Per noi è stato importante essere presenti – ha spiegato – ma ancor di più lo è stato aver accolto la richiesta del comune: abbiamo fatto tutto con il cuore, tutto con emozione”. E forte emozione è stata espressa dalla famiglia cui è stato assegnato uno dei nuovi appartamenti in cui la coppia di genitori vivrà con i suoi tre figli: “Dopo quello che ci è successo non ci speravamo minimamente – ha spiegato la mamma – ed ancora adesso non riusciamo a capacitarci”.

Tags

Articoli correlati
Rapporto operatori sanitari-pazienti. Renzo, Presidente CAO: «Centrale la figura dei giornalisti»
Il Presidente della Commissione Albo Odontoiatri della FNOMCeO ai nostri microfoni: «Solo con una corretta informazione i cittadini possono scegliere dove farsi curare e venire a conoscenza di situazioni da denuncia»
Chi abita in periferia vive 4 anni di meno. Vella (Presidente AIFA): «Accesso alle cure, junk food e sport i problemi principali»
Numerosi studi epidemiologici dimostrano che chi ha un tenore di vita più alto ha un diverso accesso alle cure e una differente predisposizione alla prevenzione: «A Torino 4 anni di differenza nell’aspettativa di vita tra zone più ricche e meno abbienti»
Più rischio di morte se il medico è anziano. Lo studio britannico
E’ il risultato raggiunto da una ricerca condotta da Yusuke Tsugawa della Harvard T. H. Chan School of public health e pubblicata nei giorni scorsi dal British Medical Journal. Osservando per tre anni, dal 2011 al 2014 circa 730mila pazienti ultra sessantacinquenni seguiti da 19mila medici statunitensi, i ricercatori hanno studiato il tasso di mortalità […]
Meditazione zen, veleno di vipera e danza del ventre: bellezza e salute al Festival dell’Oriente
Si è conclusa a Roma la kermesse internazionale che ha portato nella Capitale italiana il meglio dell’arte, dei rimedi naturali e delle pratiche di benessere provenienti da ogni parte del mondo
Dalla Martines a Dolcenera gli appelli per giornata salute donna su vaccini e prevenzione
Una maratona giornaliera dedicata alla salute al femminile che si aprirà con la presentazione, da parte del Ministro Beatrice Lorenzin, del calendario della salute della donna – un vero e proprio vademecum tascabile con i consigli più importanti di prevenzione. Poi gli interventi di tante donne del mondo dello spettacolo, dello sport, youtubers che hanno […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

EX SPECIALIZZANDI – Accordo transattivo, Zanetti (Viceministro Economia): «Presto una soluzione»

Sempre più vicina la soluzione del lungo contenzioso tra Stato e camici bianchi sul rimborso degli anni di specializzazione. Brucia le tappe la discussione al Senato sul Ddl n°2400 che propone un ac...
Lavoro

Contratto dei medici: ecco le cifre e le date di un rinnovo in salita…

Dopo sette anni di stallo, è giunto il momento del rinnovo del contratto per medici e infermieri? È braccio di ferro tra sindacati e Governo sulle cifre
di Valentina Brazioli
Salute

È il fruttosio il killer dei nostri bambini. Nobili (Bambino Gesù): «Danni sul fegato. A 2 anni rischio obesità»

Uno studio dei ricercatori dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù dimostra la correlazione tra consumo di alte quantità di fruttosio e sviluppo di malattie epatiche gravi. Valerio Nobili, specialis...