Salute 7 gennaio 2015

La solidarietà riporta a casa gli alluvionati di Genova

Dopo un solo mese trovati nuovi alloggi a Voltri per diverse famiglie grazie all’assessorato ai servizi sociali ed al Municipio Ponente. Progetto realizzato insieme a Ikea e alla Consulcesi Onlus

Immagine articolo

La furia del torrente Cerusa li aveva privati delle loro abitazioni, ma il loro Natale è stato addolcito da una bella operazione di solidarietà.

Nel giro di un mese quattro famiglie di Fabbriche (Voltri) hanno perso tutto e poi riconquistato una speranza grazie alle case messe a disposizione del Comune di Genova. La consegna delle chiavi è avvenuta nel corso di una conferenza stampa presso la sede del Municipio Ponente in piazza Gaggero alla presenza del presidente Mauro Avvenente e l’assessore ai Servizi Sociali Emanuela Fracassi.

Gli alloggi – situati a Voltri, in via Pastore – fanno parte del contratto di quartiere e possono essere assegnati temporaneamente per situazioni di emergenza abitativa. “Ci eravamo posti l’obiettivo – ha detto il presidente del Municipio Ponente – di dare un tetto a coloro che avevano perso la casa. Abbiamo consegnato le chiavi di quattro alloggi sociali che abbiamo ottenuto grazie alla collaborazione dei servizi sociali del Comune. Queste persone – ha concluso Mauro Avvenente – hanno così potuto lasciare l’albergo dove erano stati sistemati provvisoriamente e ritornare alla normalità”.

Il Comune di Genova ha trovato due alleati in questa operazione di solidarietà. “I quattro appartamenti, dedicati all’emergenza abitativa, ora ospiteranno temporaneamente questi nuclei familiari. Grazie all’importante donazione di Consulcesi Onlus e di Ikea  – ha spiegato l’assessore Emanuela Fracassi – abbiamo potuto arredarli di tutto punto, consentendo alle famiglie una sistemazione dignitosa”. In rappresentanza di Consulcesi Onlus, protagonista di diverse iniziative benefiche in Africa ed in tanti altri Paesi del mondo, oltre ovviamente che in Italia, era presente Andrea Tortorella. “Per noi è stato importante essere presenti – ha spiegato – ma ancor di più lo è stato aver accolto la richiesta del comune: abbiamo fatto tutto con il cuore, tutto con emozione”. E forte emozione è stata espressa dalla famiglia cui è stato assegnato uno dei nuovi appartamenti in cui la coppia di genitori vivrà con i suoi tre figli: “Dopo quello che ci è successo non ci speravamo minimamente – ha spiegato la mamma – ed ancora adesso non riusciamo a capacitarci”.

Tags

Articoli correlati
Bambini disabili: lo sport giusto fa bene. Ma lo deve prescrivere il medico: dal tennis al nuoto, ecco i consigli
L’attività fisica è un elemento fondamentale nella crescita ed evoluzione psicofisica dei giovani. Bambini e adolescenti affetti da malattie croniche e disabilità non devono fare eccezione. I consigli dello specialista esperto per la scelta delle attività più indicate nelle differenti situazioni patologiche
Migranti e salute, le indicazioni del SIMM. Marceca: «Puntare su formazione personale e corretta comunicazione»
Il Presidente della Società Italiana di Medicina delle Migrazioni spiega ai nostri microfoni quali sono i benefici di un corretto approccio al processo migratorio: «Gli operatori sanitari devono essere addestrati adeguatamente ad affrontare qualsiasi situazione». E aggiunge: «La capacità di curare gruppi di popolazione più vulnerabili fa crescere anche la qualità dei servizi forniti agli “autoctoni”»
Velocità e precisione: all’Ifo di Roma arriva Cyberknife, il robot che rivoluziona la radiochirurgia
Precisione, salvaguardia dei tessuti sani, minore invasività, riduzione degli effetti collaterali e del dolore. Sono questi i benefici di CyberKnife rispetto alle procedure di radioterapia tradizionali. Giuseppe Sanguineti, Direttore di Radioterapia oncologica dell’Ifo, lo definisce una vera rivoluzione e descrive le peculiarità e le funzionalità ai microfoni di Sanità Informazione
Autocertificazione malattia, Giansante (Medicina Fiscale): «Un errore, solo il medico può capire reale entità problema»
Il Vicepresidente ANMEFI (Associazione Nazionale Medici di Medicina Fiscale) commenta ai nostri microfoni la proposta di legge firmata dal Senatore Romani che ipotizza la possibilità per i lavoratori di autogiustificare i primi tre giorni di assenza per malattia dal lavoro
La Giunta regionale stanzia 34 milioni di euro per progetti di alta specializzazione
La Giunta regionale dell’Emilia Romagna ha deciso di destinare 34 milioni di euro alle Aziende sanitarie e all’Istituto Ortopedico Rizzoli per finanziare funzioni specifiche all’interno dei tre “macro livelli” dell’assistenza: ospedaliera, territoriale, sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro. L’ortopedia ad elevata complessità, la cardiologiapediatrica, la cura della talassemia, la chirurgia della mano […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ESCLUSIVA ǀ Scuole di specializzazione in medicina: «Ecco il perché delle bocciature»

Intervista a Roberto Vettor, Presidente dell’Osservatorio Nazionale Formazione Medica Specialistica
Lavoro

ESCLUSIVA | Oliveti, Enpam: la grande sfida della Sanità italiana, diventare motore di sviluppo e ripresa

Cumulo contributivo, c’è la copertura finanziaria. Ma attendiamo esplicazione del Governo. Numero chiuso, università, sviluppo e ripresa, cure territoriali, welfare e patto generazionale: tutto q...
Formazione

Test medicina: proteste davanti atenei. Ben 124 i posti in meno rispetto al 2016, arriva interrogazione parlamentare

Anche quest’anno al via i test d’ingresso per le facoltà a numero chiuso. Ad aprire le danze Medicina e odontoiatria con 67mila domande d’iscrizione e 124 posti in meno rispetto al 2016. Intant...