OMCeO, Enti e Territori 14 novembre 2017

LILT Milano: Movemen, campagna di prevenzione oncologica al maschile

Sensibilizzare gli uomini sull’importanza di sottoporsi a controlli per arrivare prima nella lotta contro il cancro alla prostata. Ѐ l’obiettivo della nuova Campagna MOVEMEN che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – LILT Milano lancia a novembre: un invito agli uomini affinché inizino ad occuparsi un po’ di più anche della loro salute. Diverse le iniziative organizzate in […]

Sensibilizzare gli uomini sull’importanza di sottoporsi a controlli per arrivare prima nella lotta contro il cancro alla prostata.

Ѐ l’obiettivo della nuova Campagna MOVEMEN che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – LILT Milano lancia a novembre: un invito agli uomini affinché inizino ad occuparsi un po’ di più anche della loro salute.

Diverse le iniziative organizzate in merito: visite gratuite, seminari di sensibilizzazione, lezioni di cucina salutare e anche una marcia non competitiva, l’aviva  movemen run, per sottolineare che muoversi fa sempre bene, ma soprattutto è fondamentale se parliamo di prevenzione oncologica.

Condurre uno stile di vita salutare significa anche svolgere attività fisica, oltre a mangiare sano e non fumare, e proprio per ricordarlo a tutti domenica 19 novembre alle ore 11 si svolgerà l’Aviva MOVEMEN Run, una corsa non competitiva di 5 km aperta a tutti. L’appuntamento è ai Giardini Pubblici Indro Montanelli a Milano, dove si potrà scegliere di correre ad un ritmo più o meno veloce, ma anche solamente fare una camminata salutare.

«Il cancro alla prostata è la neoplasia più frequente tra gli uomini – sottolinea il Presidente di LILT Milano, Prof. Marco Alloisio -. Secondo i dati del rapporto Aiom/Airtum I numeri del cancro in Italia 2017, quest’anno sono attesi 34.800 casi, contro i 34.400 del 2016. Un dato significativo è però l’aumento della sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi, arrivata nel 2017 al 91% contro l’88,6% del 2016. La prevenzione e la diagnosi precoce sono fondamentali anche contro il tumore alla prostata e il nostro consiglio è di sottoporsi comunque a visite e controlli periodici non solo in presenza di sintomi. Come Lilt Milano – continua il Prof. Alloisio, metteremo a disposizione visite urologiche gratuite per tutto il mese di novembre nei nostri Spazi Prevenzione. Il mio appello agli uomini è quello di telefonare per prenotare un appuntamento» suggerisce. Gli Spazi Prevenzione LILT dove sarà possibile prenotare le visite, fino ad esaurimento dei posti disponibili, sono a MilanoCernusco sul Naviglio, Monza, Novate Milanese e Sesto San Giovanni.

PER APPROFONDIRE:  www.legatumori.mi.it

Articoli correlati
A Modena convegno internazionale sulla prevenzione oncologica “Direzione Prevenzione”
Dal 19 al 20 ottobre Modena ospiterà un convegno internazionale dal titolo “Direzione Prevenzione” che approfondirà i temi legati alla prevenzione oncologica. A cominciare dalla globalizzazione e dall’incidenza dei tumori che saranno oggetto del discorso introduttivo del Presidente del convegno David Khayat, professore di oncologia e del Presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia (AIOM). Saranno cinque le […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, t...
Politica

Corruzione in sanità, Sileri (M5S): «Toglie risorse a pazienti, combatterla sarà priorità del governo Conte»

«La lotta alla corruzione fa parte del contratto di governo. Io come medico vivo la corruzione in sanità che mangia gran parte del fabbisogno destinato ad i pazienti» così il chirurgo e senatore d...
Salute

Contratto medici, Quici (CIMO): «Aran ci propone copia e incolla del comparto sanità. Ma noi non firmeremo testi peggiorativi»

Il Presidente del sindacato si dice ‘arrabbiato’ per l’andamento delle trattative sul rinnovo contrattuale. E spiega: «Lo Stato ha incluso le risorse nel Fondo sanitario nazionale mentre le reg...