6 giugno 2018

Le risposte per la sanità del nuovo governo – TG 08/06/2018

Nell’ottava puntata del Tg la politica è protagonista con i progetti del Ministro della Salute. I consigli di Silvestro Scotti al nuovo esecutivo su come intervenire in materia sanitaria. Inoltre, cronicità, pericolo malaria, malattie infettive e molto altro, insieme agli appuntamenti della settimana

Nell’ottava puntata del Tg, in apertura, le idee per la sanità italiana del nuovo Ministro della Salute, Giulia Grillo. Risposte occupazionali e innovazione tecnologica sul territorio per i medici: questi i primi passi che dovrebbe fare il nuovo Ministro secondo Silvestro Scotti, Segretario Fimmg. La malaria è la malattia più diffusa per importazione: c’è un reale pericolo per l’Italia? Su questo tema l’intervista esclusiva a Giovanni Rezza, Direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità. Vacanze sulla terraferma o in mare? Per scegliere occorre valutare anche lo stato di salute. A dirlo Mauro Salducci, medico di bordo abilitato. Com’è cambiata oggi rispetto al passato la figura dello psicologo? A spiegarlo Fulvio Giardina, Presidente dell’Ordine Nazionale degli Psicologi. Inoltre, malattie cardiovascolari? Attenzione ai sintomi “silenziosi” e “atipici”.

GUARDA LA SETTIMA PUNTATA

Tags

Tg Sanità Informazione,psicologi,Giulia Grillo,ministro della salute,malaria,silvestro scotti,Giovanni Rezza
TG Sanità Informazione correlati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila