Salute 4 giugno 2018

La Sanità nelle parole di Conte e Grillo: «Mai più cittadini di serie A e B. Vaccini? Si decide su basi scientifiche»

Il neoministro delinea la sua visione della sanità: «Cittadini hanno diritto a un Servizio sanitario davvero efficiente e universale. Ci sono milioni di miei concittadini che ogni anno rinunciano alle cure, o le posticipano, per ragioni economiche e questo non deve più accadere». Sui vaccini: «Decisioni saranno collegiali». Le parole di Conte nel discorso per la fiducia

Immagine articolo

«I vaccini sono parte del contratto. C’è una parte del contratto che ne parla, piccola, ma c’è. E su questo agiremo in sinergia con il resto del Governo. Quando lo faremo, vi comunicheremo modi e tempi». Nel giorno dell’insediamento a Lungotevere Ripa, sede del dicastero della Sanità, il neoministro Giulia Grillo torna sul tema dei vaccini, quello su cui è concentrata l’attesa dei media ma anche dei cittadini. «Avremo un rapporto sinergico col Mef  – ha aggiunto il Ministro – che speriamo possa portarci a qualcosa di concreto. Il Ministero dell’Economia è la mia grande preoccupazione. Ci teniamo a invertire una rotta dettata da varie motivazioni sul finanziamento del Servizio sanitario nazionale».

Non sono però le uniche parole dell’esponente M5S, che già venerdì scorso aveva parlato della sua visione della sanità. «Metteremo in campo regole per la trasparenza nella Sanità, basta con i raccomandati. Non ci devono essere più cittadini di serie A e di serie B nell’accesso alle cure», aveva detto dopo il giuramento al Quirinale del Governo presieduto da Giuseppe Conte. Sul proprio profilo Facebook il neoministro ha voluto esplicitare ancora meglio cosa intende fare per la sanità: «Sono davvero onorata di essere stata scelta per ricoprire la carica di ministro della Salute. Come medico e cittadina farò ogni sforzo per restituire dignità a un comparto che nel corso degli anni è stato pesantemente definanziato». Poi ha voluto delineare le principali problematiche su cui ha intenzione di intervenire: «La salute è il bene più importante e gli italiani, da Nord a Sud – sottolinea – hanno diritto a un servizio sanitario davvero efficiente e universale. Ci sono milioni di miei concittadini che ogni anno rinunciano alle cure, o le posticipano, per ragioni economiche e questo non deve più accadere. Sono molte le sfide che mi aspettano e intendo affrontarle con determinazione. Penso alla piaga delle liste di attesa, ai Lea – elenca – alle assunzioni del personale medico e infermieristico, alla governance della farmaceutica. Si tratta di temi ineludibili che, ne sono certa, questo governo del cambiamento affronterà mettendo sempre al primo posto il bene dei cittadini».

LEGGI ANCHE: L’INTERVISTA DI GIULIA GRILLO A SANITA’ INFORMAZIONE: OBBLIGO VACCINALE GIUSTA MISURA IN CASO AUMENTO CONTAGI

Temi e priorità che rispecchiano quelli presentati dal Premier Giuseppe Conte nel suo discorso programmatico per la fiducia pronunciato davanti al Senato: «Bisogna invertire la contrazione della spesa sanitaria – ha detto – per garantire la necessaria equità nell’accesso alle cure. Le differenze socio-economiche non possono e non devono – ha sottolineato con forza Conte – risultare discriminanti per la tutela della salute dei cittadini. Lavoreremo per una maggiore efficienza nell’erogazione dei servizi in termini di volumi, qualità e gestione dei conti. Implementeremo i modelli organizzativi più efficienti con l’integrazione dei servizi ed il potenziamento della medicina del territorio. Diminuiremo le liste d’attesa e faremo in modo – ha concluso – che le nomine delle figure apicali delle strutture manageriali siano basate esclusivamente su criteri meritocratici e al riparo da indebite influenze politiche».

LEGGI ANCHE: È GIULIA GRILLO IL NUOVO MINISTRO DELLA SALUTE: ECCO COME LA PENSA SU VACCINI, LISTE D’ATTESA E INTRAMOENIA

Giulia Grillo – Roma 02/06/2018

Sinceramente emozionata di fronte a una piazza stracolma di cittadini venuti a Roma per festeggiare l'inizio del Governo del cambiamento. Ce la metterò tutta per migliorare la sanità italiana. Merito ed efficienza saranno la bussola del mio mandato da ministro della Salute. Ecco il mio intervento alla manifestazione di ieri.

Publiée par Giulia Grillo M5S sur dimanche 3 juin 2018

LEGGI ANCHE: DALLA FNOMCeO ALLA FIMMG, CORO DI AUGURI DAL MONDO DELLA SANITA’ AL MINISTRO GRILLO. E SU FACEBOOK MILITANTI CHIEDONO FINE OBBLIGO VACCINALE

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
Beppe Grillo: «Camici bianchi come agenti di turismo». FNOMCeO: «Noi medici del cittadino, non dello Stato». E sull’autismo è bufera
Il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici replica alle parole del fondatore M5S: «Per noi nessun paziente è numero». Grillo ironizza su malati di Asperger e autismo, la replica delle associazioni: «Ingeneroso suscitare risata su questa malattia»
Professioni sanitarie, Ministero della Salute chiarisce: obbligo da subito di iscrizione a Ordine o rischio sanzioni
Iscrizione necessaria sia nella libera professione sia nell'ambito della dipendenza presso strutture pubbliche o private. Al momento però si sono iscritti 80mila professionisti, meno della metà dei 180-200mila professionisti stimati. Il chiarimento chiesto dal Presidente dell’Ordine TSRM e PSRTP Alessandro Beux
Simedet, parla il Presidente Capuano: «Grazie alla multidisciplinarietà puntiamo a dare una corretta informazione in sanità»
La Società italiana di Medicina Diagnostica e terapeutica, nata un anno fa, ha celebrato il suo primo congresso parlando dei vaccini. Tra i responsabili scientifici l’immunologo Aiuti e il professor Fara
“Estate Tranquilla”, parla il Comandante dei NAS Generale Lusi: «Molti casi di esercizio abusivo della professione infermieristica»
Presentato il report sui controlli estivi del Nucleo Anti Sofisticazioni dell’Arma dei Carabinieri. 3700 le ispezioni, 14 strutture socio-sanitarie chiuse. Grillo: «I nostri cittadini più fragili non possono vivere in strutture igienicamente carenti o in cui la manutenzione dei locali è scarsa o, peggio ancora, in cui le cure non sono erogate come previsto»
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...