Salute 31 maggio 2018

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, tra gli esponenti pentastellati si è sempre distinta per competenza ed equilibrio e le sue posizioni sul delicatissimo tema dei vaccini sono sempre state orientate al rispetto della verità medico-scientifica | GUARDA L’INTERVISTA CON SANITÀ INFORMAZIONE

Immagine articolo

Ha appena festeggiato il suo compleanno la dottoressa Giulia Grillo. Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata infatti indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Laureata in medicina con il massimo dei voti e specializzata in medicina legale e delle assicurazioni, nessuna parentela con il comico fondatore del Movimento 5 Stelle, Giulia Grillo ha sempre dimostrato il suo interesse per il Sistema sanitario del nostro Paese. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici ha presentato e fatto approvare 3 mozioni a sua prima firma su sblocco del turn-over del personale sanitario, revisione della disciplina intramoenia e governo liste d’attesa, e governance farmaceutica.

LEGGI ANCHE : IL PROGRAMMA SANITA’ DEL GOVERNO M5S-LEGA

Tra gli esponenti pentastellati si è sempre distinta per competenza ed equilibrio e le sue posizioni sul delicatissimo tema dei vaccini, da sempre al centro dell’attenzione del Movimento, sono sempre state orientate al rispetto della verità medico-scientifica. In una recente intervista con Sanità Informazione (LEGGI L’INTERVISTA ) spiegava come sia sempre indispensabile imporre l’obbligo vaccinale nei casi, come il morbillo, per citare l’ultima emergenza, in cui la copertura scenda sotto la soglia di sicurezza.

Attiva nel movimento dal 2006, Giulia Grillo ha lottato contro inceneritori e trivelle in Sicilia, a favore dell’acqua pubblica con padre Zanotelli e contro il pizzo mafioso a Catania. Si troverà ad affrontare le tante sfide della salute degli italiani e di un sistema sanitario orgoglio e tormento del nostro Paese: dal contratto dei medici alla battaglia contro le liste d’attesa, dalla riorganizzazione dell’intramoenia alle disuguaglianze tra nord e sud, i primi punti della sua agenda (LEGGI L’INTERVISTA).

«VACCINI E INTRAMOENIA: ECCO LE MIE IDEE»

Articoli correlati
Morbillo, Simit: «Nel 2018 cento casi in operatori sanitari. Italia fanalino di coda in Europa per lotta a malattia»
La denuncia della Società italiana malattie infettive e tropicali: «Ad oggi, e vista la situazione, l'obbligo vaccinale rigorosamente applicato resta l'unica via percorribile per un periodo che non è possibile prevedere di breve durata. Bisogna rilanciare la vaccinazione anche in ampi strati di giovani adulti rimasti fuori dagli interventi di prevenzione»
Aggressioni a medici, Dieni (M5S): «Aperti a contributi di operatori e opposizioni. Presto legge per tutelare chi salva vite»
La vicecapogruppo dei Cinque Stelle alla Camera assicura l’impegno del Movimento sul tema e apre a modifiche sul Ddl governativo. «Anche sblocco del turn over più aiutare a risolvere problema, stiamo lavorando in questa direzione»
Quali sono le regole che il Provider deve adottare in riferimento alla Pubblicità?
Durante lo svolgimento dell’evento, la pubblicità di prodotti di interesse sanitario è consentita esclusivamente allo sponsor dell’evento al di fuori delle aree in cui vengono esposti i contenuti formativi. Durante lo svolgimento dell’evento, è consentita l’indicazione del principio attivo dei farmaci o del nome generico del prodotto di interesse sanitario. Non può essere indicato alcun […]
Giulia Grillo mamma di un maschietto, il parto al Policlinico Gemelli di Roma
Il Ministro e il suo compagno Gianluca hanno voluto ringraziare in una nota la ginecologa Lucia Masini e tutta l’équipe di ginecologi, anestesisti, ostetriche e neonatologi del nosocomio romano
Fertilità Sostenibile, al via il Congresso Siru a Catania
L’Italia è il fanalino di coda per denatalità nel mondo, un problema noto da decenni che sta diventando una vera e propria emergenza, come dimostrano le recenti misure inserite nella proposta di manovra del governo e le dichiarazioni del Ministro della Salute Giulia Grillo. I dati, tra i peggiori nel mondo, parlano chiaro: nel nostro […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...
Formazione

Caos numero chiuso: tra annunci di abolizione e ondate di ricorsi

Governo vara stop ai test medicina, poi la retromarcia. Spiazzati Grillo (Salute) e Bussetti (MIUR): «Aumento accessi e borse di studio». Anelli (FNOMCeO): «Risolvere imbuto formativo». Ma l’esa...