Salute 31 maggio 2018

È Giulia Grillo il nuovo Ministro della Salute: ecco come la pensa su vaccini, liste d’attesa e intramoenia

Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici, tra gli esponenti pentastellati si è sempre distinta per competenza ed equilibrio e le sue posizioni sul delicatissimo tema dei vaccini sono sempre state orientate al rispetto della verità medico-scientifica | GUARDA L’INTERVISTA CON SANITÀ INFORMAZIONE

Immagine articolo

Ha appena festeggiato il suo compleanno la dottoressa Giulia Grillo. Il medico, nato a Catania il 30 maggio di 43 anni fa, è stata infatti indicata per il dicastero della Salute del Governo Conte. Laureata in medicina con il massimo dei voti e specializzata in medicina legale e delle assicurazioni, nessuna parentela con il comico fondatore del Movimento 5 Stelle, Giulia Grillo ha sempre dimostrato il suo interesse per il Sistema sanitario del nostro Paese. Spesso presente in prima linea alle iniziative sindacali unitarie dei medici ha presentato e fatto approvare 3 mozioni a sua prima firma su sblocco del turn-over del personale sanitario, revisione della disciplina intramoenia e governo liste d’attesa, e governance farmaceutica.

LEGGI ANCHE : IL PROGRAMMA SANITA’ DEL GOVERNO M5S-LEGA

Tra gli esponenti pentastellati si è sempre distinta per competenza ed equilibrio e le sue posizioni sul delicatissimo tema dei vaccini, da sempre al centro dell’attenzione del Movimento, sono sempre state orientate al rispetto della verità medico-scientifica. In una recente intervista con Sanità Informazione (LEGGI L’INTERVISTA ) spiegava come sia sempre indispensabile imporre l’obbligo vaccinale nei casi, come il morbillo, per citare l’ultima emergenza, in cui la copertura scenda sotto la soglia di sicurezza.

Attiva nel movimento dal 2006, Giulia Grillo ha lottato contro inceneritori e trivelle in Sicilia, a favore dell’acqua pubblica con padre Zanotelli e contro il pizzo mafioso a Catania. Si troverà ad affrontare le tante sfide della salute degli italiani e di un sistema sanitario orgoglio e tormento del nostro Paese: dal contratto dei medici alla battaglia contro le liste d’attesa, dalla riorganizzazione dell’intramoenia alle disuguaglianze tra nord e sud, i primi punti della sua agenda (LEGGI L’INTERVISTA).

«VACCINI E INTRAMOENIA: ECCO LE MIE IDEE»

Articoli correlati
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento?
Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali a quale Ente accreditante devono sottoporre la richiesta di accreditamento? Le Università, gli IRCCS, gli II.ZZ.SS., gli Ordini, i Collegi nonché le rispettive federazioni nazionali, le Associazioni professionali devono sottoporre la richiesta di accreditamento alla CNFC fatta […]
Beppe Grillo: «Camici bianchi come agenti di turismo». FNOMCeO: «Noi medici del cittadino, non dello Stato». E sull’autismo è bufera
Il Presidente della Federazione degli Ordini dei Medici replica alle parole del fondatore M5S: «Per noi nessun paziente è numero». Grillo ironizza su malati di Asperger e autismo, la replica delle associazioni: «Ingeneroso suscitare risata su questa malattia»
Professioni sanitarie, Ministero della Salute chiarisce: obbligo da subito di iscrizione a Ordine o rischio sanzioni
Iscrizione necessaria sia nella libera professione sia nell'ambito della dipendenza presso strutture pubbliche o private. Al momento però si sono iscritti 80mila professionisti, meno della metà dei 180-200mila professionisti stimati. Il chiarimento chiesto dal Presidente dell’Ordine TSRM e PSRTP Alessandro Beux
Simedet, parla il Presidente Capuano: «Grazie alla multidisciplinarietà puntiamo a dare una corretta informazione in sanità»
La Società italiana di Medicina Diagnostica e terapeutica, nata un anno fa, ha celebrato il suo primo congresso parlando dei vaccini. Tra i responsabili scientifici l’immunologo Aiuti e il professor Fara
“Estate Tranquilla”, parla il Comandante dei NAS Generale Lusi: «Molti casi di esercizio abusivo della professione infermieristica»
Presentato il report sui controlli estivi del Nucleo Anti Sofisticazioni dell’Arma dei Carabinieri. 3700 le ispezioni, 14 strutture socio-sanitarie chiuse. Grillo: «I nostri cittadini più fragili non possono vivere in strutture igienicamente carenti o in cui la manutenzione dei locali è scarsa o, peggio ancora, in cui le cure non sono erogate come previsto»
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...