21 giugno 2018

Formazione, tecnologia e giardini terapeutici – TG 22/06/2018

La nuova puntata del Tg di Sanità Informazione si apre con l’intervista doppia a due studenti di medicina del primo e del sesto anno: quali sono i loro sogni e le loro paure e in che modo cambia la concezione della facoltà lungo il percorso formativo? Poi, Bruno Dallapiccola (Direttore scientifico dell’ospedale Bambino Gesù di […]

La nuova puntata del Tg di Sanità Informazione si apre con l’intervista doppia a due studenti di medicina del primo e del sesto anno: quali sono i loro sogni e le loro paure e in che modo cambia la concezione della facoltà lungo il percorso formativo? Poi, Bruno Dallapiccola (Direttore scientifico dell’ospedale Bambino Gesù di Roma), parla di malattie rare e dei progressi fatti dall’analisi genomica, che permette al paziente di curarsi anticipatamente e di poter prevedere una possibile ereditarietà. A seguire, i vantaggi della stampa 3D applicata alla sanità, utile sia allo studente di medicina per conoscere più da vicino il corpo umano, sia al medico per spiegare al paziente l’intervento o la terapia a cui sarà sottoposto. Ce ne ha parlato Stefania Marconi dell’Università di Pavia. Si è svolto a Roma il Congresso Internazionale di nanomedicina, che ha visto protagonisti i principali esponenti a livello mondiale di questa applicazione medica in forte sviluppo: ce ne ha parlato Agnese Molinari (ricercatrice Istituto Superiore Sanità). Inoltre, le immagini del primo giardino pensile terapeutico nato in Italia: al Policlinico Gemelli di Roma, le pazienti oncologiche potranno affrontare la chemioterapia nel verde, tra piante aromatiche, percorsi sensoriali e suoni della natura. Infine, Venerino Poletti, Direttore del reparto di pneumologia dell’ospedale di Forlì, ci spiega chi sono i soggetti più a rischio di polmonite da ipersensibilità. Per concludere, gli appuntamenti principali della settimana.

Tags

Tg Sanità Informazione,malattie rare,innovazione,tecnologia,Formazione
TG Sanità Informazione correlati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Lavoro

Allarme chirurghi, Marini (Acoi): «Specialità scelta solo da 90 giovani. Siamo tra i migliori al mondo, appello alle istituzioni»

Il messaggio lanciato da Sic e Acoi riunite in congresso: «Sostenete la chirurgia italiana che, nonostante tutto, c’è ed è forte. Contenzioso medico-legale e stipendi tra i peggiori in Europa dis...