Salute 18 Febbraio 2020

Leucemia, per la prima volta complicanza da immunoterapia risolta con depurazione del sangue

Il ragazzo, in terapia intensiva per gli effetti collaterali dell’immunoterapia con Car-T, è stato trattato con emoperfusione e dimesso dopo soli 15 giorni. Gabriella Bottari (Rianimatore pediatrico Bambino Gesù): «Nuova possibilità per i pazienti»

Immagine articolo

Per la prima volta al mondo, all’Ospedale Bambino Gesù di Roma un paziente di 14 anni affetto da leucemia acuta è stato trattato con una tecnica di depurazione del sangue che è riuscita a contenere e contrastare gli effetti collaterali infiammatori e potenzialmente letali della terapia Car-T, considerata la nuova frontiera nella lotta ai tumori del sangue.

La leucemia acuta è la forma più diffusa in età pediatrica: a livello nazionale si contano circa 400 nuovi casi l’anno. Ad oggi, l’immunoterapia con cellule Car-T è l’arma in più per il trattamento dei tumori del sangue refrattari alla chemioterapia. Nei bambini come negli adulti, però, si registrano gravi effetti collaterali, come la cosiddetta Cytokine Release Syndrome (CRS). È una risposta infiammatoria incontrollata e potenzialmente letale che è stata gestita, finora, con farmaci che non sempre riescono a controllare lo stato infiammatorio, oltre a sopprimere il sistema immunitario aumentando il rischio di infezione grave.

LEGGI ANCHE: MALATA DI LEUCEMIA, TUTTA LA CLASSE SI VACCINA PER FARLA TORNARE A SCUOLA

«Oltre il 50% dei pazienti sviluppano questa reazione, anche se con diversa gravità – spiega a Sanità Informazione la dottoressa Gabriella Bottari che lavora presso la Terapia intensiva pediatrica Area Rossa dell’Ospedale Bambino Gesù. Ed è proprio quello che è accaduto, mesi fa, al giovane paziente: «Il ragazzo – precisa la dottoressa Bottari – a distanza di una settimana dall’infusione di CAR-T, ha avuto una complicanza legata alla terapia con l’immunoterapia che si chiama sindrome da rilascio citochinico, uno stato infiammatorio generalizzato che gli ha indotto una grave insufficienza respiratoria acuta ed è stato ricoverato in terapia intensiva pediatrica».

«Qui – sottolinea la dottoressa – è stato sottoposto alle terapie standard di terapia intensiva pediatrica dal team guidato dal dottor Cecchetti ed è stato trattato con una tecnica di depurazione del sangue chiamata emoperfusione con colonne ad assorbimento» con l’obiettivo di “ripulire” il sangue nella maniera più efficace e rapida possibile.

LEGGI ANCHE: TUMORI DEL SANGUE, PAMELA GUARITA GRAZIE ALLA TERAPIA CAR-T. MA IN ITALIA LA CURA È ANCORA SPERIMENTALE

La tecnica già esisteva, ma per la prima volta «l’abbiamo applicata in questo ambito, in relazione alla complicanza dell’immunoterapia». Il risultato è stato sorprendente: «Sono stati rimossi i mediatori dell’infiammazione e il paziente, in soli 15 giorni, è stato dimesso dalla terapia intensiva». L’approccio innovativo, per questo ambito, ha permesso di ridurre drasticamente i valori delle citochine fino a livelli di equilibrio impensabili con le attuali terapie farmacologiche. Tutto questo senza compromettere il sistema immunitario.

Lo studio apre nuove prospettive terapeutiche e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista Critical Care Explorations: «È una nuova possibilità che va confermata – conclude la dottoressa Bottari -. Cercheremo di estendere lo studio a più pazienti».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
“Scuola e giochi in corsia”: al via il progetto di AIEOP e Amgen per aiutare i piccoli pazienti oncoematologici
L’iniziativa, che coinvolge già 9 ospedali in Italia, ha come obiettivo una sempre maggiore umanizzazione delle cure ed una presa in carico del paziente a 360 gradi
I sintomi del Covid variano in gruppi sanguigni diversi? Lo studio: «Più gravi nel gruppo A. Lo 0 il più protetto»
Prati (Policlinico Milano): «Questo meccanismo può essere legato ad una maggiore tendenza alla trombosi nei soggetti con gruppo sanguigno A». Bonfanti (Uni Bicocca): «Scoperta preliminare, seguiranno altri studi»
di Federica Bosco
Tumori del sangue e innovazione, a che punto siamo con le terapie Car-T? Risponde Ail
Il 21 giugno sarà la Giornata nazionale per la lotta a leucemia, linfoma e mieloma multiplo. Nel webinar organizzato da Ail si discute della cura con Car-T, ostacolata da Covid-19 per alcune somiglianze
World Blood Donor Day, in Italia aumentano i giovani donatori. Il report del Centro nazionale sangue
Il 14 giugno è la Giornata dedicata ai donatori di sangue. Nel report del Centro Nazionale Sangue tornano ad aumentare i donatori giovani:+1,6% per i ragazzi da 18 a 25 anni. Lo slogan di quest'anno è: "In ogni goccia c'è una storia. La nostra".
Covid-19, con albumina bassa maggior rischio di trombosi. Violi (Umberto I): «Controllare spesso i valori, soprattutto negli anziani»
Lo studio Sapienza-Policlinico Umberto I fornisce un’interpretazione del rischio trombotico nei pazienti Covid-19 e apre la strada «all’individuazione precoce delle persone ad alto rischio con screening mirati e a nuove prospettive terapeutiche per ridurre gli eventi vascolari» spiega il coordinatore Francesco Violi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...