Salute 5 Marzo 2018 10:18

Elezioni 2018, i risultati dei ‘camici bianchi’ collegio per collegio

Passa a Modena il ministro uscente della Salute Lorenzin (Civ). Eletti anche il medico Siani (Pd) e il farmacista Mandelli (Forza Italia). Non passa la presidente uscente della commissione Sanità De Biasi (Pd). In Parlamento i Cinque Stelle Sileri, Trizzino e Di Marzio

Elezioni 2018, i risultati dei ‘camici bianchi’ collegio per collegio

Finita la conta dei voti, è tempo di bilanci. La tornata elettorale per il rinnovo di Camera e Senato ha prodotto uno scossone al sistema politico nazionale: volano il Movimento Cinque Stelle di Luigi Di Maio e la Lega di Matteo Salvini, in calo vistoso il Partito Democratico di Matteo Renzi e Forza Italia di Silvio Berlusconim anche se il centrodestra è la prima coalizione. Terminato lo spoglio, è possibile anche tracciare un quadro degli operatori della sanità candidati: in molti hanno perso la sfida di collegio, anche se qualcuno potrà sperare nel ripescaggio ‘proporzionale’. Ecco collegio per collegio come sono andate per loro le elezioni.

CAMERA

BEATRICE LORENZIN – CIVICA POPOLARE

Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute uscente, prevale con il 36,83% nel collegio uninominale di Modena alla Camera sconfiggendo la candidata del centrodestra Ylenja Lucaselli.

LEGGI L’INTERVISTA: LORENZIN: «IL MIO FUTURO? CONTINUERÒ AD OCCUPARMI DI SANITÀ A PRESCINDERE DAL RUOLO CHE RICOPRIRÒ»

VINCENZO ZOCCANO – M5S

Vincenzo Zoccano, presidente del Fid – Forum italiano per la disabilità, non ce l’ha fatta. Con il 25,9% è arrivato terzo. Il collegio è stato vinto dal forzista Renzo Tondo.

LEGGI L’ARTICOLO: ELEZIONI, LA DISABILITÀ AL CENTRO DELL’IMPEGNO DI ZOCCANO (M5S): «AIUTIAMO I MEDICI AD AVERE STUDI SENZA BARRIERE ARCHITETTONICHE»

GINO DI MANICI PROIETTI – M5S

Risultati definitivi per il cardiochirurgo Gino Di Manici Proietti, candidato per il MoVimento Cinque Stelle per la Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Foligno (Umbria): è arrivato secondo, alle spalle del candidato della coalizione di centro destra Riccardo Augusto Marchetti: ha ottenuto il 28,55%.

LEGGI L’INTERVISTA: ELEZIONI, DI MANICI PROIETTI (M5S): «MEDICI PENALIZZATI, ITALIA IN RITARDO RISPETTO ALL’EUROPA»

GIULIA GRILLO – M5S

Candidata al collegio uninominale di Acireale in Sicilia, è rieletta la parlamentare uscente(e medico) Giulia Grillo con il 46,28%.

LEGGI L’INTERVISTA: VACCINI, GIULIA GRILLO (M5S): «OBBLIGO GIUSTA MISURA IN CASO DI AUMENTO CONTAGI O CROLLO COPERTURE»

EMILIA GRAZIA DE BIASI – PD

Non c’è la fa la presidente uscente della Commissione Sanità del Senato Emilia Grazia De Biasi del Partito Democratico. Con il 28,6% arriva solo seconda nel collegio Lombardia 1 alla Camera.

ANDREA MANDELLI (FORZA ITALIA)

Andrea Mandelli, alla guida della FOFI (Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani) e candidato alla Camera al collegio uninominale di Monza, ha vinto con il 43,2%.

LEGGI ANCHE: ELEZIONI, MANDELLI (FORZA ITALIA): «PUNTARE SU PREVENZIONE E PROSSIMITÀ PER GARANTIRE LUNGA VITA AL SSN»

GRAZIANO DELRIO

Il Ministro dei Trasporti Graziano Delrio, endocrinologo, ha vinto il collegio uninominale di Reggio Emilia con il 35,9%.

MASSIMO MISITI – M5S

Massimo Misiti, medico ortopedico di Cinquefrondi, 58 anni, è eletto nel collegio uninominale di Castrovillari alla Camera con il 45,7%.

ROSA MENGA – M5S

La giovane dottoressa Rosa Menga vince il collegio di Foggia alla Camera con il 49,65% contro il 28,34% dell’esponente del centrodestra Michaela Di Donna.

PAOLO ANIBALDI – PD

Non sarà deputato Paolo Anibaldi, primo chirurgo d’Italia ad aver operato in carrozzina, in corsa per il Pd al Collegio uninominale di Rieti. È arrivato terzo con il 21,44%.

LEGGI L’INTERVISTA: PAOLO ANIBALDI (PD): «PUNTIAMO SU DEOSPEDALIZZAZIONE, CASE DELLA SALUTE E TELEMEDICINA»

PAOLO SIANI (PD)

Sconfitto nel collegio uninominale Paolo Siani, il candidato indipendente del Partito Democratico alla Camera fortemente voluto da Matteo Renzi. Infatti Siani si ferma al secondo posto con il 21,56% (25,492 voti) nel collegio uninominale 5 di Campania 1, Vomero-Arenella-San Carlo all’Arena. Siani sarà comunque ‘ripescato’ nella quota proporzionale, dove è capolista. Siani è stato sconfitto dalla veterinaria Doriana Sarli che ha raggiunto il 48,01%.

LEGGI ANCHE: PAOLO SIANI (PD): «IL MIO IMPEGNO DI PEDIATRA PER NAPOLI. SCONFIGGERE ILLEGALITÀ E TUMORI INFANTILI NELLA TERRA DEI FUOCHI»

SILVANA NAPPI – M5S

Nel collegio uninominali della Camera di Nola vince Silvana Nappi, medico chirurgo specializzato in anestesia e rianimazione, con il 47,99% delle preferenze.

GLORIA SACCANI JOTTI – FORZA ITALIA

La professoressa di Patologia a Parma, membro del cda del CNR, Gloria Saccani Jotti è candidata per Forza Italia nel collegio plurinominale Lombardia 1 – Monza – Seregno – Gorgonzola. Ancora non è noto quanti deputati eleggerà nel collegio Forza Italia.

LEGGI L’INTERVISTA: ELEZIONI, L’ALLARME DI GLORIA SACCANI JOTTI: «LO STATO DELLE NOSTRE ISTITUZIONI SCIENTIFICHE È GRAVE, POLITICA ASSENTE DA ANNI»

GIORGIO TRIZZINO – M5S

Il direttore sanitario dell’ospedale Civico Giorgio Trizzino sbanca nel collegio uninominale Palermo-Libertà (Sicilia-1) con 42.217 voti e il 41,1%.

LEDA VOLPI – M5S

Entra alla Camera il medico di Sanremo Leda Volpi, 38 anni, eletta nella quota proporzionale.

 

SENATO

PIERPAOLO SILERI – M5S

Medico, ricercatore e docente con numerose esperienza all’estero, Pierpaolo Sileri sarà senatore. Ha vinto al fotofinish il collegio uninominale del Lazio 4 (Quartiere Collatino) con il 32,97%, superando Lavinia Mennuni (centrodestra) che si è fermata al 32,78%.

LEGGI L’ARTICOLO: ELEZIONI, PIERPAOLO SILERI (M5S): «CON NOI SI CAMBIA, BASTA TAGLI E LISTE D’ATTESA. RIDARE DIGNITÀ A MEDICI E PAZIENTI»

LAURA STABILE – FORZA ITALIA

Nel collegio uninominale del Senato di Trieste Gorizia vince con il 39,4% Laura Stabile, medico primario all’Ospedale di Cattinara di Trieste, per il centrodestra che ha sconfitto il candidato indipendente di centrosinistra Riccardo Illy, fermo al 26,48%.

ANTONIO DE POLI – UDC

Il senatore Antonio De Poli, presidente dell’Udc e politico di lungo corso particolarmente operativo sul fronte medico e sanitario, candidato uninominale per il collegio di Padova al Senato, è riconfermato al Senato con il 44,95%.

LEGGI L’ARTICOLO: FORMAZIONE, ASSUNZIONI E STOP LISTE D’ATTESA, LA RICETTA DI DE POLI (UDC) PER IL RILANCIO DELLA SANITÀ

LUISA REGIMENTI – LEGA

Non ce la fa Luisa Regimenti medico legale, candidata per il centrodestra nel Collegio senatoriale Lazio 08 Fiumicino-Ostia-Pomezia-Ciampino, arrivata seconda con il 32,11% dei voti.

LEGGI L’INTERVISTA: ELEZIONI, REGIMENTI (LEGA): «FORMAZIONE PROFESSIONALE CONTINUA E LOTTA AL PRECARIATO LE MIE PRIORITÀ»

LUIGI DI MARZIO – M5S

Sarà senatore Luigi Di Marzio, ex direttore sanitario dell’ospedale Cardarelli di Campobasso, che raggiunge nel suo collegio uninominale il 43,4%.

PAOLO BODINI – LIBERI E UGUALI

Paolo Bodini, gastroenterologo, per 23 anni direttore dell’Unità di Medicina generale dell’Ospedale di Cremona,  candidato al Senato nel collegio di Cremona, non ce l’ha fatta. Ha ottenuto 8307 voti (2,79%).

LEGGI L’INTERVISTA: ELEZIONI, BODINI (LEU): «STIAMO SVENDENDO LA SANITÀ. MA AI GIOVANI MEDICI DICO: SCEGLIETE IL SERVIZIO PUBBLICO»

MARCO SICLARI – FORZA ITALIA

In Calabria vince il medico Marco Siclari, eletto nel collegio di Reggio Calabria con il 39,60% davanti al pentastellato Bruno Azzerboni (35,48%).

GASPARE MARINELLO – M5S

Il medico Gaspare Marinello ha vinto il collegio senatoriale di Agrigento con il 52,2%.

ALBERT LANIECE – UNION VALDOTAINE

Al Senato è stato confermato Albert Laniéce, 52 anni, medico di Champdepraz, espressione della coalizione di maggioranza (Union valdotaine, Pd, Uvp e Epav), con 15.958 voti (25,7%). Alle sue spalle il finanziere Luciano Mossa, del M5S, con 14.398 preferenze (23,2%).

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

 

Articoli correlati
Medici di famiglia sull’orlo di una crisi di nervi… Stressati 9 su 10. Pesano Covid, burocrazia e Whatsapp
Il malessere dei medici di famiglia, tra carenza di colleghi, difficoltà a trovare sostituti e una burocrazia sempre più elevata, «è palpabile» e arriva a sfiorare il 90% di professionisti. Lo dicono i sindacati, gli esperti di sanità, gli analisti del settore. E lo dicono i pensionamenti anticipati che crescono
di V.A.
Medici e cittadini contro la deriva del Ssn: manifestazioni il 15 giugno nelle piazze e sciopero in vista
Fermare la deriva verso cui sta andando il nostro Servizio sanitario nazionale, con liste di attesa lunghissime per accedere alle prestazioni, personale medico e infermieristico allo stremo, contratti non rinnovati e risorse insufficienti per far fronte all’invecchiamento progressivo della nostra popolazione e dunque della crescente richiesta di cure per malattie croniche. E’ l’appello che arriva […]
Ddl Anziani, via libera dalla Camera. Ecco tutte le misure
Dopo il Senato, ieri anche l’assemblea di Montecitorio ha approvato il disegno di legge che disciplina alcune deleghe al Governo in materia di politiche in favore delle persone anziane. Il provvedimento ora è legge. Nel ddl viene delineata in tale ambito una riforma articolata e complessiva, volta ad attuare alcune norme della legge di bilancio […]
Consiglio europeo e Milleproroghe nella settimana parlamentare. Rush finale dei partiti per le elezioni regionali
Lavori parlamentari ridotti al minimo nelle Camere con deputati e senatori impegnati nell’ultima settimana di campagna elettorale. In commissione Lavoro e Sanità iniziano le audizioni sulla delega al governo in materia di politiche in favore delle persone anziane
«Diritto alle cure a rischio senza personale», le richieste dei medici in piazza a Roma. E Schillaci convoca i sindacati
A Roma significativa adesione per la manifestazione dell’intersindacale medica convocata per denunciare le sempre più difficili condizioni di lavoro dei camici bianchi stretti tra turni massacranti e stipendi tra i più bassi d’Europa. Ben 8mila camici bianchi hanno lasciato il SSN tra il 2019 e il 2021
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Contributi e Opinioni

Giornata Infermieri. Testimonianze: “Chi va via, e chi ritorna…”

Rosaria ha accolto l’ordine di servizio arrivato a dicembre 2013. Ad accompagnarlo una frase: “Sono pazienti particolari, si prenda cura di loro”. Era il 2013 e Rosaria da allora non...
Politica

Diabete: presentate al Governo le istanze dei medici e dei pazienti

Dopo aver promosso gli Stati Generali sul Diabete, lo scorso 14 marzo, alla presenza del ministro della Salute, di rappresentanti dell’ISS e di AGENAS, FeSDI, l'Università di Roma Tor Ver...