Politica 14 Gennaio 2021 10:01

Nuovo DL: no agli spostamenti tra Regioni fino al 15 febbraio, istituita la «zona bianca»

Il Governo ha approvato nella notte un decreto-legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti per il contenimento della diffusione del Covid-19. Ecco le principali novità

Nuovo DL: no agli spostamenti tra Regioni fino al 15 febbraio, istituita la «zona bianca»

Prorogato lo stato di emergenza, mantenuto il divieto di spostamenti tra Regioni e istituita la «zona bianca». Questi i maggiori cambiamenti introdotti con il decreto-legge approvato nella notte tra il 13 e il 14 gennaio dal Consiglio dei ministri.

Prorogato lo stato di emergenza fino al 30 aprile

Il Consiglio dei ministri, a seguito della nota del ministro della Salute e del parere del Comitato tecnico scientifico, ha prorogato lo stato di emergenza fino al 30 aprile 2021, termine entro il quale «potranno essere adottate o reiterate le misure finalizzate alla prevenzione del coronavirus ai sensi dei decreti-legge n. 19 e 33 del 2020».

Spostamenti ridotti e coprifuoco

Il provvedimento conferma, fino al 15 febbraio 2021, il divieto di spostamenti tra Regioni o Province autonome diverse, a prescindere dal colore, se non per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Ad ogni modo, è permesso rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Inoltre, dal 16 gennaio 2021 al 5 marzo 2021, sull’intero territorio nazionale è consentito:

  • una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata, tra le 5.00 e le ore 22.00, per un massimo di due persone oltre quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione.
  • La persona o le due persone che si spostano potranno portare con sé i figli minori di 14 anni, disabili o persone non autosufficienti che con loro convivono. Lo spostamento può avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, e all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa.
  • Sono permessi gli spostamenti dai comuni non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini.

La zona bianca

Il decreto istituisce un’area ”bianca”, inerente alle Regioni con uno scenario di ”tipo 1”, un livello di rischio ”basso’ e un’incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. In questa zona non si applicano le misure restrittive previste dai Dpcm per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli.

La piattaforma nazionale per la realizzazione della campagna vaccinale

Per agevolare la realizzazione del piano vaccinale contro il Covid-19, in coerenza con le attuali disposizioni europee e nazionali sulla protezione dei dati personali, il provvedimento istituisce una piattaforma informativa nazionale per facilitare, sulla base dei fabbisogni rilevati, le attività di distribuzione nel paese delle dosi vaccinali, dei dispositivi e degli altri materiali di supporto alla somministrazione, e il relativo tracciamento.

La piattaforma nazionale esegue, in aggiunta, in sussidiarietà, le operazioni di prenotazione delle vaccinazioni, di registrazione delle somministrazioni dei vaccini e di certificazione delle stesse e le operazioni di trasmissione dei dati al ministero della Salute.

Le elezioni

In considerazione del permanere dell’emergenza e dell’evoluzione del quadro epidemiologico, il decreto stabilisce che le elezioni suppletive per i seggi della Camera e del Senato dichiarati vacanti entro il 28 febbraio 2021 si svolgeranno entro il 20 maggio 2021. Per quanto riguarda le elezioni dei Comuni i cui organi sono stati sciolti ai sensi dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali, già indette per le date del 22 e 23 novembre 2020, si svolgeranno entro il 20 maggio 2021.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Ricciardi: «Riapertura scuole detonatore del contagio e forte rischio per la campagna vaccinale»
Il consigliere scientifico del ministro Speranza a Sanità Informazione: «Solo lockdown nazionale di un mese invertirebbe la curva epidemica». E sul Mes: «Sempre stato favorevole, l’ideale sarebbe stato attivarlo a giugno. Più soldi in sanità ci sono, meglio è»
Conte firma il nuovo Dpcm valido fino al 5 marzo, ecco le zone per le regioni italiane
Nove le regioni che entrano in fascia arancione, nella rossa da lunedì Lombardia, Sicilia e Bolzano. Le nuove norme del Dpcm, stretta sui bar e musei aperti. Spostamenti tra regioni fermi fino al 15 febbraio e ritorno sui banchi almeno al 50%
Igienisti dentali, Abbinante (AIDI): «Siamo operatori ad altissimo rischio. Il vaccino anti-Covid sia garantito anche ai libero-professionisti»
«Molti studenti hanno scelto tesi per indagare l’effetto della pandemia sulla salute orale e sulle conseguenze che lo stress dell’emergenza ha avuto anche sul benessere degli igienisti dentali»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 gennaio, sono 97.536.545 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.091.848 i decessi. Ad oggi, oltre 57,58 milioni di persone sono state vaccinate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns H...
Voci della Sanità

Covid-19, professori di Yale condividono terapia domiciliare “made in Italy”

«Il nostro Paese ancora oggi non dispone di un adeguato schema terapeutico condiviso con i medici che hanno curato a domicilio e in fase precoce la malattia» spiega l'avvocato Erich Grimaldi, Presid...
Lavoro

Medici di famiglia vaccinatori, Scotti (Fimmg): «Impensabile coinvolgerci a queste condizioni»

Il Segretario Nazionale si scaglia contro la mancanza di programmazione: «Per noi nessun fondo in Finanziaria, ma non esiste vaccinazione di massa senza medicina del territorio»