Politica 5 Gennaio 2021 10:53

Restrizioni anti-Covid, slitta all’11 la riapertura delle superiori. I colori dei prossimi giorni

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto-legge contenente ulteriori disposizioni per contenere e gestire l’emergenza da Covid-19: tutta l’Italia sarà zona arancione nel prossimo weekend

Restrizioni anti-Covid, slitta all’11 la riapertura delle superiori. I colori dei prossimi giorni

Il Consiglio dei Ministri ha stabilito le misure da rispettare nei prossimi giorni. Riunitosi nella tarda serata di ieri, è stato deciso che tra il 7 e il 15 gennaio 2021 continua a valere il divieto di spostarsi tra regioni su tutto il territorio nazionale. Fanno eccezione come sempre le comprovate esigenze lavorative, le situazioni di necessità e i motivi di salute. È consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione ma restano proibiti gli spostamenti verso le seconde case in altra regione o provincia autonoma.

Italia arancione nel weekend

Nel weekend del 9 e 10 gennaio 2021, il testo prevede l’applicazione delle misure previste per la cosiddetta “zona arancione” su tutto il territorio nazionale: sono consentiti «gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti, entro 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia».

Gli spostamenti in zona rossa

Per quanto riguarda gli spostamenti all’interno della “zona rossa”, fino al 15 gennaio resta consentito spostarsi, una sola volta al giorno, in massimo due persone, verso una sola abitazione privata della propria regione. Alla coppia possono accompagnarsi i figli minori di 14 anni e i disabili conviventi.

Slitta all’11 gennaio la riapertura delle scuole superiori e al 50%

Il rientro a scuola per gli studenti delle scuole superiori è previsto, per il momento, per l’11 gennaio, situazione epidemiologica permettendo, e comunque al 50 per cento.

I vaccini anti Covid-19

Sui vaccini, il decreto-legge introduce specifiche procedure per i cittadini che non siano in condizione di poter esprimere un consenso libero e consapevole alla somministrazione del vaccino e per gli ospiti delle RSA o strutture analoghe privi di tutore, curatore o amministratore di sostegno.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Vaiolo delle scimmie: contagiata bambina di 4 anni. Primo caso pediatrico in Germania
La piccola, totalmente asintomatica, vive nel sud-ovest del Paese con due adulti già precedentemente contagiati dal virus. In Italia stimati 599 casi e un’età media di 37 anni. Dopo Roma, da oggi al via le vaccinazioni anche in Emilia-Romagna
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Sono 4.000 i medici non vaccinati contro il Covid. Anelli (FNOMCeO): «Esigua minoranza»
Circa 4.000 medici hanno detto no al vaccino e non possono esercitare la professione. Si tratta di un'esigua minoranza su 468mila professionisti vaccinati
Vaccini Covid «aggiornati» pronti a ottobre, scetticismo su tempistiche
La BioNTech ha annunciato che le consegne dei due vaccini anti-Covid 19 adattati a Omicron sono previste già in ottobre «Sono scettico», ammette Claudio Cricelli, presidente della Società italiana di medicina generale
Vaiolo delle scimmie. In Italia aumentano i casi e il Ministero diffonde le linee guida per le quarantene
In Italia accertati 505 casi, 26 in più di 4 giorni fa. Il Ministero della Salute ha diffuso una circolare sulle misure da adottare in vista di possibili quarantene. In attesa di direttive su un’eventuale campagna vaccinale lo Spallanzani di Roma ha annunciato di essere già pronto a partire con la vaccinazione
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 10 agosto, sono 586.482.524 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.423.901 i decessi. Ad oggi, oltre 11,99 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale