Voci della Sanità 31 Gennaio 2019 16:30

Top Employers Italia, certificazione al gruppo farmaceutico Servier

Il Gruppo Servier in Italia si conferma una delle realtà italiane più attente allo sviluppo e alla crescita delle proprie risorse umane. Grazie all’impegno quotidiano in questa direzione, il Gruppo farmaceutico ottiene per il secondo anno consecutivo la prestigiosa certificazione del Top Employers Institute, l’ente certificatore globale delle eccellenze HR. In particolare, il “Progetto di Sviluppo Professionale” […]

Il Gruppo Servier in Italia si conferma una delle realtà italiane più attente allo sviluppo e alla crescita delle proprie risorse umane. Grazie all’impegno quotidiano in questa direzione, il Gruppo farmaceutico ottiene per il secondo anno consecutivo la prestigiosa certificazione del Top Employers Institute, l’ente certificatore globale delle eccellenze HR.

In particolare, il “Progetto di Sviluppo Professionale” ha riscosso grande interesse da parte dell’ente certificatore. Da alcuni anni, infatti, Servier è impegnata in Italia nella selezione delle migliori risorse interne che dopo un percorso di formazione e sviluppo delle competenze, favorisce il passaggio verso nuovi ruoli professionali.

Il Gruppo Servier è presente sul territorio italiano con due filiali commerciali, Servier Italia e Istituto Farmaco Biologico Stroder. A queste si affianca, l’Istituto di Ricerca Servier (IRS), fondato a Roma nel 1982, realtà consolidata con un impegno costante per lo studio di nuove molecole in tutte le fasi di sviluppo clinico.

Sono oltre 400 i dipendenti occupati nelle tre aziende che hanno ricevuto dal Top Employers Institute il riconoscimento dell’eccellenza delle condizioni di lavoro messe in atto per i propri collaboratori.

Dalla fine del 2018, inoltre, il Gruppo Servier in Italia ha avviato un progetto di smart working che ha visto la piena adesione raggiungendo circa il 90% per le posizioni a cui è applicabile. Dopo un periodo di preparazione e successiva formazione, finalizzato a un nuovo approccio culturale al lavoro, è partita la fase operativa che consente ai dipendenti di lavorare da casa una volta a settimana.

«La certificazione del Top Employers Institute – spiega Elisa Napolitano, Direttore Risorse Umane del Gruppo Servier in Italia – è un riconoscimento importante per gli sforzi che quotidianamente la nostra Azienda mette in pratica per migliorare anche la qualità del lavoro dei nostri dipendenti. Siamo molto orgogliosi di rientrare tra le aziende certificate. Il successo di un’azienda non può, infatti, prescindere da risorse altamente qualificate e motivate: il nostro impegno costante è, pertanto, quello di puntare sulla formazione e sullo sviluppo delle nostre risorse, prendersi cura delle persone e, allo stesso tempo, favorire l’innovazione in ogni ambito».

LEGGI ANCHE: PSICOLOGIA DELL’AMBIENTE, GLI ESPERTI: «AUTOSTIMA E OTTIMISMO DIPENDONO DALL’UFFICIO»

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 5 luglio, sono 550.055.526 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.340.167 i decessi. Ad oggi, oltre 11,76 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nbs...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Negativo con i sintomi, quando posso ripetere il test?

Capita sempre più spesso che una persona con i sintomi del Covid-19 risulti negativa al primo test. Con Omicron sono stati segnalati più casi di positività ritardata. Meglio ripet...