Voci della Sanità 19 Dicembre 2019 16:46

Patto per la salute, assistenti sociali soddisfatti. Gazzi (Cnoas): «Dignità e cura insieme. Centrale integrazione socio-sanitaria»

Il presidente del Consiglio dell’Ordine degli Assistenti sociali: «Bene il Patto per la Salute, da gennaio lavoreremo affinchè non resti sulla carta»

Il Patto per la Salute convince anche il mondo delle professioni sanitarie. «Gli assistenti sociali italiani condividono lo spirito del Patto per la Salute che dopo cinque anni, impegna il governo nazionale e quello dei territori nel rilancio del Sistema Sanitario Nazionale. Insieme all’aumento del fondo sanitario e alle nuove assunzioni, ci preme sottolineare che viene riconosciuta per la prima volta, insieme alle altre aree professionali, l’importanza del servizio sociale».

Lo dice Gianmario Gazzi, presidente del Consiglio dell’Ordine degli Assistenti sociali commentando la firma del Patto Stato-Regioni.

LEGGI ANCHE: FRAGILITÀ, GIANMARIO GAZZI (CNOAS): «CRISI FAMILIARI SPESSO INCIDONO SU SALUTE DEL BAMBINO»

«Soddisfatti che venga ribadita la centralità dell’integrazione socio-sanitaria e socio-assistenziale per garantire alle persone dignità e cure lì dove vivono – continua – Dipendenze, salute mentale, minori, continuità delle cure, prevenzione: tutto questo è il nostro impegno quotidiano. Da gennaio lavoreremo a stretto contatto con il ministero della Salute perché questo importante atto di programmazione non resti sulla carta mettendo la nostra professionalità al servizio di una sanità migliore e uguale per tutti».

Articoli correlati
Pandemia e non solo: firmato protocollo d’intesa FNOPI-CNOAS
Oggi a Roma sottoscritta l'intesa tra la Federazione degli Infermieri e l’Ordine degli Assistenti Sociali
Assistenti sociali, l’allarme del CNOAS: «Età media in sanità è più di 50 anni, serve ricambio generazionale. Sfruttare PNRR»
Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali festeggia l’ingresso nel ruolo sociosanitario della professione. La responsabile Sanità Mirella Silvani: «Ora declinare bene quali sono le funzioni, le attività, le competenze di chi entra a far parte di questo ruolo»
Carnevali (Pd): «Riconosciuto il diritto al corretto nome dell’inquadramento di assistenti sociali, sociologi ed OSS»
«La Camera dei deputati in sede di conversione del decreto “Sostegni bis” ha approvato l’emendamento, a mia prima firma, che riconosce finalmente il giusto inquadramento normativo agli assistenti sociali, sociologi ed operatori sociosanitari dipendenti del SSN istituendo, così, il ruolo sociosanitario ed affrancandoli dalla vetusta e inidonea collocazione nel ruolo tecnico, in cui erano confinati […]
Giovani, Gazzi (Cnoas): «Stop a depauperamento servizi. Non c’è salute senza sociale»
Il presidente degli Assistenti sociali alla Bicamerale infanzia e adolescenza: «Prevenire e intervenire insieme o ci perdiamo i ragazzi»
PNRR, CNOAS in audizione: «Basta con il Welfare a progetto. Mettere al centro i minorenni e le famiglie»
Audizione degli assistenti sociali alla Bicamerale Infanzia e adolescenza. Il presidente Gazzi: «Ci sono realtà che hanno avuto strumenti e persone e altre dove le colleghe e i colleghi hanno sopperito anche con mezzi propri alla mancanza di tutto»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre, sono 231.857.764 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.748.539 i decessi. Ad oggi, oltre 6,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Formazione

Punteggi anonimi per il test di Medicina 2021, a qualcuno non tornano i conti

Si confrontano i punteggi anonimi del test di Medicina 2021 e si fanno le prime previsioni sulla soglia minima per entrare, che oscilla tra due cifre. Intanto in molti lamentano di non aver ricevuto i...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità, Ferruzzi (Cisl): «Pugno di ferro su adeguamento salariale e revisione classificazione personale»

Tavolo tecnico convocato per il 21 settembre 2021. Dopo due incontri estivi si entra nel vivo della trattativa con le controproposte dei sindacati
di Isabella Faggiano