Salute 7 Settembre 2020

Vaccino Covid, Scaccabarozzi (Janssen): «In produzione già da aprile, dosi disponibili a gennaio»

«Siamo fiduciosi, ci siamo assunti questo rischio per non arrivare tardi». Intanto aumenta del 40% la produzione del vaccino antinfluenzale

di Federica Bosco

Un vaccino già in produzione per essere pronto appena superata la fase tre della sperimentazione. La Janssen, impegnata in prima linea nella ricerca per trovare un antidoto contro il Covid, ha dato un’accelerata per giocare d’anticipo. A confermarlo, il Presidente e Amministratore Delegato Massimo Scaccabarozzi, nonché Presidente di Farmindustria, questa mattina a Milano, a margine della presentazione di uno studio sull’ipertensione arteriosa polmonare (PAH), malattia rara che colpisce in Italia circa 3000 persone, in prevalenza donne.

UN VACCINO ANTI-COVID IN PRODUZIONE DAL MESE DI APRILE

«Quando la Cina ha messo a disposizione la sequenza virale, ci siamo impegnati per la scoperta di un vaccino. Oggi siamo molto avanti, stiamo per iniziare la fase tre, mentre i dati della fase uno e due sono promettenti e devo dire che, con un grande senso di responsabilità, abbiamo iniziato a produrlo dallo scorso mese di aprile – spiega Scaccabarozzi ai nostri microfoni -. Siccome i tempi di produzione sono lunghi, sarebbe un peccato arrivare alla fine della fase tre senza avere a disposizione il vaccino. Quindi ci siamo assunti questo rischio, ma io sono ottimista anche se non voglio dare false speranze. Dunque aspettiamo l’esito della ricerca». Il countdown dovrebbe iniziare a fine dicembre per garantire le dosi con l’inizio del 2021.

SCACCABAROZZI: «IN LOMBARDIA 16 MILIONI DI DOSI DI VACCINO ANTINFLUENZALE PER NON LASCIARE INDIETRO NESSUNO»

Nel frattempo, cresce la domanda del vaccino antinfluenzale che vedrà, secondo le previsioni del presidente di Farmindustria, nella sola Lombardia un incremento significativo da sostenere. «Siamo passati da undici milioni e settecento mila dosi per il 2019 a sedici milioni e settecento mila dosi per il 2020. E non è finita qui. C’è stato un incremento di oltre il 40% per non lasciare indietro nessuno. Ovviamente si tratta di dati regionali, ma ora c’è un tavolo di lavoro aperto con il Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità e AIFA affinché non ci siano carenze e tutti possano avere il vaccino per l’influenza. Perché, come dicono i virologi, è importante avercelo affinché non si sovrapponga ad un eventuale ritorno di Covid; ma soprattutto perché aiuterà i medici a fare una diagnosi più accurata. Io spero che il grande senso di responsabilità che tutti abbiamo avuto durante il lockdown continui e quindi ci permetta di avere un autunno mite».

FARMACI A DOMICILIO E INFERMIERE DI PROSSIMITÀ DURANTE IL LOCKDOWN PER MALATI PAH

Janssen, con la recente acquisizione di Actelion, ha rivolto il suo impegno verso una nuova area terapeutica di significativa importanza sulle malattie rare ed in particolare sulla ipertensione arteriosa polmonare, con soluzioni che permettano di stare vicino al malato e far conoscere le terapie con una serie di iniziative. «Abbiamo predisposto ad esempio la consegna dei farmaci a domicilio durante il periodo del Covid, perché i malati non potevano andare in ospedale. O ancora abbiamo sostenuto l’infermiere di prossimità per essere di aiuto a questi malati non solo attraverso la cura, ma anche con un supporto psicologico, mettendo a disposizione siti informativi, al quale hanno aderito parecchi centri, o ancora “fattore J”, rivolto ai ragazzi delle scuole superiori  per permettere loro di essere consapevoli della malattia e poter ripartire dopo la pandemia».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Vaccino Covid-19, Trizzino (M5S): «Quando arriverà dovrà essere obbligatorio»
Il deputato e medico pentastellato commenta: «Stop a sperimentazione è fisiologico, un vaccino non è mai stato prodotto nell’arco di un anno. Dobbiamo sperare che arrivi al più presto perché è l’unica garanzia contro il Covid»
Vaccino influenza, Onotri (SMI): «Deve essere somministrato da medici»
La reazione del segretario generale del Sindacato Medici Italiani alla possibilità che i vaccini antinfluenzali siano somministrati da farmacisti: «È un atto medico, basta invasioni di campo di altre professioni nelle nostre competenze»
Vaccino e terapie anti-Covid, a che punto siamo?
Il professor Gianluca Trifirò (AIFA): «Inverno impegnativo. Prime dosi di vaccino in commercio tra fine 2020 e inizio 2021, poi attento monitoraggio»
di Federica Bosco
Covid-19, Science: «Gli USA potrebbero arrivare al vaccino prima delle elezioni». L’ipotesi che spaventa gli esperti
Secondo Science, l'approvazione del vaccino potrebbe diventare una mossa politica, in vista delle elezioni presidenziali statunitensi
Covid-19, registrato il primo vaccino cinese
Basato sulla tecnica dell'adenovirus vettore di versione ricombinata del coronavirus, il vaccino cinese potrebbe essere prodotto velocemente su larga scala
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 settembre, sono 32.234.685 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 983.042 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 25 settembre: Ad oggi in...
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...