Salute 7 Settembre 2020 18:00

Vaccino Covid, Scaccabarozzi (Janssen): «In produzione già da aprile, dosi disponibili a gennaio»

«Siamo fiduciosi, ci siamo assunti questo rischio per non arrivare tardi». Intanto aumenta del 40% la produzione del vaccino antinfluenzale

di Federica Bosco

Un vaccino già in produzione per essere pronto appena superata la fase tre della sperimentazione. La Janssen, impegnata in prima linea nella ricerca per trovare un antidoto contro il Covid, ha dato un’accelerata per giocare d’anticipo. A confermarlo, il Presidente e Amministratore Delegato Massimo Scaccabarozzi, nonché Presidente di Farmindustria, questa mattina a Milano, a margine della presentazione di uno studio sull’ipertensione arteriosa polmonare (PAH), malattia rara che colpisce in Italia circa 3000 persone, in prevalenza donne.

UN VACCINO ANTI-COVID IN PRODUZIONE DAL MESE DI APRILE

«Quando la Cina ha messo a disposizione la sequenza virale, ci siamo impegnati per la scoperta di un vaccino. Oggi siamo molto avanti, stiamo per iniziare la fase tre, mentre i dati della fase uno e due sono promettenti e devo dire che, con un grande senso di responsabilità, abbiamo iniziato a produrlo dallo scorso mese di aprile – spiega Scaccabarozzi ai nostri microfoni -. Siccome i tempi di produzione sono lunghi, sarebbe un peccato arrivare alla fine della fase tre senza avere a disposizione il vaccino. Quindi ci siamo assunti questo rischio, ma io sono ottimista anche se non voglio dare false speranze. Dunque aspettiamo l’esito della ricerca». Il countdown dovrebbe iniziare a fine dicembre per garantire le dosi con l’inizio del 2021.

SCACCABAROZZI: «IN LOMBARDIA 16 MILIONI DI DOSI DI VACCINO ANTINFLUENZALE PER NON LASCIARE INDIETRO NESSUNO»

Nel frattempo, cresce la domanda del vaccino antinfluenzale che vedrà, secondo le previsioni del presidente di Farmindustria, nella sola Lombardia un incremento significativo da sostenere. «Siamo passati da undici milioni e settecento mila dosi per il 2019 a sedici milioni e settecento mila dosi per il 2020. E non è finita qui. C’è stato un incremento di oltre il 40% per non lasciare indietro nessuno. Ovviamente si tratta di dati regionali, ma ora c’è un tavolo di lavoro aperto con il Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità e AIFA affinché non ci siano carenze e tutti possano avere il vaccino per l’influenza. Perché, come dicono i virologi, è importante avercelo affinché non si sovrapponga ad un eventuale ritorno di Covid; ma soprattutto perché aiuterà i medici a fare una diagnosi più accurata. Io spero che il grande senso di responsabilità che tutti abbiamo avuto durante il lockdown continui e quindi ci permetta di avere un autunno mite».

FARMACI A DOMICILIO E INFERMIERE DI PROSSIMITÀ DURANTE IL LOCKDOWN PER MALATI PAH

Janssen, con la recente acquisizione di Actelion, ha rivolto il suo impegno verso una nuova area terapeutica di significativa importanza sulle malattie rare ed in particolare sulla ipertensione arteriosa polmonare, con soluzioni che permettano di stare vicino al malato e far conoscere le terapie con una serie di iniziative. «Abbiamo predisposto ad esempio la consegna dei farmaci a domicilio durante il periodo del Covid, perché i malati non potevano andare in ospedale. O ancora abbiamo sostenuto l’infermiere di prossimità per essere di aiuto a questi malati non solo attraverso la cura, ma anche con un supporto psicologico, mettendo a disposizione siti informativi, al quale hanno aderito parecchi centri, o ancora “fattore J”, rivolto ai ragazzi delle scuole superiori  per permettere loro di essere consapevoli della malattia e poter ripartire dopo la pandemia».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
A che punto siamo con i vaccini anti-Covid aggiornati?
I vaccini anti-Covid aggiornati sono attesi per il prossimo autunno. Ma ancora nessuno è stato autorizzato e il «più aggiornato» deve ancora essere sottoposto ai test clinici
GB: paura polio, a Londra vaccini a tutti i bambini under 10
Dopo aver rilevato il virus della polio nelle acque reflue di Londra, le autorità sanitarie hanno deciso di offrire la vaccinazione antipolio a tutti i bambini sotto i dieci anni d'età
Il vaccino può alterare il ciclo mestruale?
Uno studio pubblicato sulla rivista Science Advances ha dimostrato un legame tra ciclo mestruale più intenso e vaccinazione anti-Covid. In alcuni casi si sono verificati sanguinamenti anche in donne in menopausa
Vaiolo delle scimmie, cresce emergenza e ora 1 italiano su 3 lo teme
L'Oms ha dichiarato che il vaiolo delle scimmie è un'emergenza sanitaria globale. Sono stati registrati 17mila casi in 70 paesi. l'Italia è fra i 10 paesi più colpiti e forse per questo 1 italiano su 3 ammette di avere paura
Vaccini anti-Covid, anche sesso e stile di vita influenzano l’efficacia
Un nuovo studio, promosso dalla Sapienza e dal Policlinico Umberto I, ha identificato i fattori demografici, clinici e sociali che interferiscono con la risposta immunitaria in seguito alla vaccinazione anti Covid-19. I risultati del lavoro, pubblicati sulla rivista Journal of Personalized Medicine, aprono la strada a programmi vaccinali personalizzabili
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...